Museo Sinebrychoff

museo d'arti visive

Il Museo d'Arte Sinebrychoff, che i Finlandesi chiamano colloquialmente "Siffi"[1], è un museo d'arti visive che espone vecchie collezioni di artisti finlandesi e di tutta Europa che fa parte della Galleria Nazionale Finlandese. Si trova ad Helsinki, capitale della Finlandia. Nel 2015, il direttore è Kirsi Eskelinen.

Museo Sinebrychoff
Sinebrychoffin taidemuseo.jpg
Museo Sinebrychoff, una sede della Galleria Nazionale Finlandese
Ubicazione
StatoFinlandia Finlandia
LocalitàHelsinki
IndirizzoBulevardi 40, 00120 Helsinki
Coordinate60°10′18″N 24°56′13″E / 60.171667°N 24.936944°E60.171667; 24.936944
Caratteristiche
TipoArti visive con opere di pittori nazionali e stranieri.
Istituzione1990
Apertura1990
DirettoreKirsi Eskelinen
Sito web

CollezioniModifica

Il museo nasce da una donazione la cui spina dorsale è costituita dalle opere di proprietà del consulente commerciale Paul Sinebrychoff (1859-1917). Queste opere furono lasciate in eredità allo stato finlandese dalla moglie di Sinebrychoff, Fanny nee Grahn (1862-1921) nel 1921.

La donazione comprendeva 400 opere comprendenti dipinti di pittori svedesi: con ritratti dai tempi della regina Cristina al 1800, decine di quadri di maestri fiamminghi-olandesi e dipinti rinascimentali italiani. La collezione comprende anche mobili di pregio, oggetti in bronzo e argento, e porcellana da tavola[2].

DipintiModifica

Il museo espone collezioni di pittura di arte europea dal 1300 agli inizi del 1800. La collezione comprende pittori inglesi, spagnoli, olandesi, fiamminghi, italiani e dipinti francesi[3]; nella collezione sono da includere dipinti di Rembrandt.

Ritratti svedesi e miniatureModifica

Le collezioni speciali del museo comprendono più di un centinaio di dipinti che compongono la collezione svedese di ritratti d'arte. Si concentra sul 1600 e sul 1700. Detta collezione di pittura è stata acquisita in più di cento anni attraverso acquisizioni e donazioni.

Paul Sinebrychoff, tra il 1899 e il 1910, ha raccolto varie miniature provenienti dalla regione del nord Europa. Si ha una panoramica completa dello sviluppo delle miniature svedesi.

Stampe, disegni e iconeModifica

La collezione del museo si è arricchita di stampe e disegni nel 1900 quando la raccolta fu acquistata da Collan Antell. Nel 1919 ha ricevuto una raccolta di circa 2.500 riviste.

La collezione di arte Sinebrychoff annovera icone bizantine, cretesi, icone russe e Carelia, dal Tardo Medioevo al 1800. La collezione si basa su acquisti, donazioni ed eredità.[3]

ArgentiModifica

La collezione di Paul e Fanny Sinebrychoff contiene 29 pezzi in argento ed è uno spaccato dell'arte orafa nordica tra gli anni 1660 e 1760.[3]

Archivio lettereModifica

Il museo ha digitalizzato quasi 900 lettere del consulente commerciale Paul Sinebrychoff che raccontano la collezione d'arte alla fine del 1900.[4]

NoteModifica

  1. ^ Aalto-yliopisto, Tilan rooli taidenäyttelyssä (PDF), su fng.fi, Taiteen maisterin lopputyö, Aalto-yliopisto, Taideteollinen korkeakoulu, 2011. URL consultato il 5 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2014).
  2. ^ Otava, Pieni tietosanakirja, 4. osa, 1924.
  3. ^ a b c (FIENSV) Valtion taidemuseo, Sinebrychoffin taidemuseon kokoelmat, su sinebrychoffintaidemuseo.fi, Valtion taidemuseo, Sinerbrychoffin taidemuseo. URL consultato il 27 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2012).
  4. ^ (FISV) Valtion taidemuseo, Paul Sinebrychoffn kirjearkisto, su kirjearkisto.siff.fi, 27 dicembre 2012.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN143171246 · ISNI (EN0000 0001 1014 2537 · ULAN (EN500300311 · LCCN (ENn81069779 · GND (DE5065869-4 · BNF (FRcb13769864n (data) · J9U (ENHE987007605232405171 · WorldCat Identities (ENlccn-n81069779