Apri il menu principale

Museo archeologico nazionale della Basilicata

museo italiano
Museo archeologico nazionale della Basilicata Dinu Adameşteanu
DuomoMUSEOnaz.jpg
Vista di Palazzo Loffredo, sede del museo
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàPotenza
IndirizzoVia Andrea Serrao
Caratteristiche
Tipoarcheologico
Visitatori6 049[1] (2015)
Sito web

Coordinate: 40°38′23.37″N 15°48′22.07″E / 40.639824°N 15.806131°E40.639824; 15.806131

Il Museo archeologico nazionale della Basilicata Dinu Adameşteanu è un museo archeologico inaugurato nel 2005 a Potenza, nel restaurato palazzo Loffredo. Il museo è dedicato a Dinu Adameșteanu, archeologo rumeno che fu il primo soprintendente della Basilicata (1964-1977). Dal dicembre 2014 il museo è in gestione al Polo museale della Basilicata.

Indice

DescrizioneModifica

Il museo offre un quadro generale dei ritrovamenti archeologici dell'intera regione della Basilicata e un maggiore approfondimento sulla più antica storia del territorio di Potenza. L'esposizione si articola su due piani e segue un ordine cronologico e geografico.

SedeModifica

Il Museo è ospitato da palazzo Loffredo, costruito dalla famiglia dei Guevara, signori feudali della città, tra la fine del XV e gli inizi del XVI secolo e passata alla famiglia Loffredo nel 1604. Nel XIX secolo ospitò uffici pubblici dell'Intendenza di Basilicata e fu quindi trasformato nel 1825 in sede del Real Collegio, retto dai gesuiti tra il 1850 e il 1860. Dopo l'unità d'Italia fu sede di liceo e del Conservatorio di musica intitolato a Gesualdo da Venosa. Di proprietà del comune di Potenza, è stato ceduto in uso alla Soprintendenza ai Beni archeologici della Basilicata per il museo nazionale.

NoteModifica

  1. ^ Dati visitatori 2015 (PDF), su beniculturali.it. URL consultato il 15 gennaio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2007158450