Apri il menu principale

Museo archeologico regionale della Valle d'Aosta

museo italiano
Museo Archeologico Regionale della Valle d'Aosta
Musée archéologique régional Vallée d'Aoste.JPG
La facciata del museo
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàAosta-Stemma.png Aosta
IndirizzoPiazza Pierre-Léonard Roncas, 12
Caratteristiche
TipoArcheologia, numismatica
Sito web

Coordinate: 45°44′18.24″N 7°18′57.13″E / 45.7384°N 7.31587°E45.7384; 7.31587

Il Museo archeologico regionale della Valle d'Aosta (in francese, Musée archéologique régional de la Vallée d'Aoste), abbreviato in MAR, è un museo archeologico con sede ad Aosta.

La sedeModifica

Il museo si trova nel luogo in cui sorgeva in epoca romana la Porta Principalis Sinistra. Sotto al museo, infatti, sono stati condotti degli scavi (tuttora in corso) per riportare alla luce i resti della porta. Parte di questi scavi è già accessibile tramite passerelle raggiungibili dal museo.[1]

Già casaforte dei nobili Vaudan, l'edificio ha quindi ospitato a partire dal 1633 il Convento delle Visitandine, fondato per volere del marchese Pierre-Philibert Roncas e della consorte Emérentienne de Vaudan, che intendevano dare un sede alle religiose di santa Giovanna Francesca Frémiot de Chantal (Jeanne de Chantal).[1]

Dal 1802 divenne Caserma Challant, mentre alcune ale del palazzo furono adibite a usi vari, da scuderia, a teatro fino a magazzino degli attrezzi agricoli.[1]

Oggi la Caserma è stata dismessa e il palazzo ospita il Museo archeologico regionale.[1]

Le collezioniModifica

Il museo dispone di molti reperti archeologici ritrovati in tutta la Valle d'Aosta che sono disposti secondo l'ordine cronologico.

La preistoriaModifica

I reperti preistorici consistono in ornamenti funebri, vetro, vasi di terracotta e stele antropomorfe scolpite. Questa collezione sarà ospitata, in futuro, nel museo che sorgerà sull'area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans.

I romaniModifica

Il museo dispone di una vasta gamma di reperti di epoca romana. Sono presenti oggetti funebri, oggetti in vetro (piatti, bicchieri...), parti di statue, oggetti provenienti dal teatro, posate e giochi comuni.

Il plastico di Augusta PrætoriaModifica

Nel museo c'è anche un plastico della città romana di Augusta Prætoria Salassorum ricostruita basandosi sui resti degli edifici romani visibili in tutta Aosta.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica