Apri il menu principale
Museo nazionale dell'Eritrea
Asmara, museo nazionale, ingresso.JPG
Ingresso del museo
Ubicazione
StatoEritrea Eritrea
LocalitàAsmara
Caratteristiche
Apertura1992
DirettoreYozef Lipsikal[1]

Il museo nazionale dell'Eritrea è un museo situato ad Asmara, capitale dell'Eritrea.

Il museo venne fondato su iniziativa di Uoldeàb Uoldemariàm e inaugurato il 1º febbraio 1992, inizialmente allestito presso l'ex palazzo del governatore.[2] Nel 1997 il museo venne trasferito nell'attuale collocazione posta nell'ex scuola femminile delle suore comboniane.

Scopo dell'istituzione museale è la promozione della storia eritrea sia a livello nazionale che internazionale. Il museo coordina le ricerche nei nuovi siti archeologici e gli studi storici del paese. Nel 1996 il governo nazionale ha proposto all'UNESCO la candidatura di sei siti patrimonio dell'umanità: Adulis, Dahlak Kebir, Matara, Nacfa e Qohaito.

Indice

EsposizioneModifica

Il museo ospita un'esposizione suddivisa in diverse sezioni, relative alla paleontologia e preistoria, archeologia[3] e storia medievale, all'etnografia e alla storia naturale dell'Eritrea.[4] La parte etnografica presenta una collezione proveniente dalle nove diverse etnie che abitano il paese: tigrini, tigrè, afar, hidareb, nara, cunama, saho, rashaida e bilen. Altresì presente una collezione di dipinti che raccontano la storia dell'Eritrea, dal periodo tribale all'epoca coloniale, fino alla guerra e all'indipendenza.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Christoph Rausch, Global Heritage Assemblages: Development and Modern Architecture in Africa, Taylor & Francis, 2016, p. 205.
  2. ^ National Museum of Eritrea, su Museums of the World.
  3. ^ (EN) Musea and art in Asmara, su asmera.nl.
  4. ^ (EN) National Museum, su Lonely Planet.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn2009209131