Apri il menu principale

DescrizioneModifica

I maschi sono alati mentre le femmine sono attere. Come in tutti gli altri imenotteri solo le femmine presentano un pungiglione capace di provocare dolorose punture.

BiologiaModifica

Tutti i Mutillidae sono parassitoidi solitari che attaccano per lo più larve o pupe di altri imenotteri solitari e raramente anche vari stadi di imenotteri sociali, ditteri, coleotteri, lepidotteri e blattoidei.[1]

Distribuzione e habitatModifica

TassonomiaModifica

La famiglia dei Mutillidae contiene circa 230 generi e circa 8.000 specie in tutto il mondo[2].

Generi presenti in ItaliaModifica

In Italia sono presenti i seguenti generi[3]:

NoteModifica

  1. ^ Brothers DJ, Tschuch G, Burger F, Associations of mutillid wasps (Hymenoptera, Mutillidae) with eusocial insects., in Insectes Sociaux, vol. 47, 2000, pp. 201-211.
  2. ^ Manley DG,, Pitts JP, A key to genera and subgenera of Mutillidae (Hymenoptera) in America north of Mexico with description of a new genus., in Journal of Hymenoptera Research, vol. 11, 2002, pp. 72-100.
  3. ^ (EN) Fabio Stoch, Checklist of the Italian fauna on-line, in Fauna Italia, 2003. URL consultato il 25 luglio 2013.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi