Apri il menu principale

Nicholas Geoffrey Lemprière Hammond (15 novembre 190724 marzo 2001) è stato un accademico britannico specializzato in antica Grecia, impiegato nel Special Operations Executive in Grecia durante la seconda guerra mondiale.

Indice

Biografia e scrittureModifica

Hammond studiò classici presso il Fettes College[1] e il Gonville and Caius College, di Cambridge. Egli eccelleva nei suoi esami e trascorse le vacanze esplorando la Grecia e l'Albania a piedi, acquisendo conoscenza senza eguali della topografia e del terreno, nonché fluenza in albanese . Queste abilità lo hanno portato a essere assunti dalla Special Operations Executive durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1940. Le sue attività compresero molte missioni di sabotaggio pericolose in Grecia (in particolare sull'isola greca di Creta) e in Albania. Come ufficiale, nel 1944 era al comando della missione militare alleata alla resistenza greca in Tessaglia e Macedonia..[2] Lì lui conobbe a fondo quelle regioni. Ha pubblicato un libro di memorie del suo servizio di guerra dal titolo Venture into Greece nel 1983; è stato insignito del Distinguished Service Order e l'Ordine greco della Fenice.

Nel dopoguerra, Hammond ritornò al mondo accademico, come tutor senior presso il Clare College di Cambridge. Nel 1954 divenne direttore del Clifton College, Bristol e nel 1962 fu nominato professore di greco all'Università di Bristol, carica che ha ricoperto fino al suo pensionamento nel 1973. È stato eletto Fellow della British Academy nel 1968[3] e un onorario membro del Centre des Nouvelles études de l'histoire , de la philosophie et des problèmes sociaux à Clermont-Ferrand nel 1988.

La sua materia di studio è incentrato sulla storia dell'antica Macedonia ed Epiro. È stato anche redattore e collaboratore di vari volumi della Cambridge Ancient History e la seconda edizione del Oxford Classical Dictionary. Era conosciuto per le sue opere su Alessandro Magno e per suggerire il rapporto di Vergina con Aegae , l'antica città reale macedone, prima delle scoperte archeologiche.

Opere (selezione)Modifica

  1. A History of Greece to 322 B.C. (1959)
  2. Epirus: the Geography, the Ancient Remains, the History and Topography of Epirus and Adjacent Areas (1967)
  3. Migrations and invasions in Greece and Adjacent Areas (1976)
  4. ed. Atlas of the Greek and Roman World in Antiquity (1981)
  5. Philip of Macedon (1994)
  6. The Genius of Alexander the Great (1997)
  7. The Classical Age of Greece (1999)
  8. Poetics of Aristotle: Rearranged, Abridged and Translated for Better Understanding by the General Reader (2001)
  9. A History of Macedon Volume I: Historical Geography and Prehistory (1972)
  10. A History of Macedon Volume II: 550-336 B.C. (1979)
  11. A History of Macedon Volume III: 336-167 B.C. (1988)
  12. Alexander the Great. King, Commander, and Statesman
  13. History of Macedonia
  14. Oxford Classical Dictionary (seconda edizione)
  15. The end of Mycenaean Civilization and Dark Age: the literary tradition

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Clogg, Richard. [Obituary], The Guardian, April 5, 2001.
  • Snodgrass, Anthony. "Professor N.G.L. Hammond: Obituary", The Independent, March 28, 2001.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN79043065 · ISNI (EN0000 0001 1930 5988 · SBN IT\ICCU\BVEV\003486 · LCCN (ENn50020025 · GND (DE11920018X · BNF (FRcb12020372j (data)