Apri il menu principale
NBC Milano
Nbcmilano.jpg
NBC Milano We Play Again!
PaeseItalia
LinguaItaliana
Data di lancio9 ottobre 1982
EditorePlanet s.r.l.
Nomi precedentiNBC Radio, NBC Milano TOP 40
Frequenze precedenti108,000 MHz, 107,410 MHz, 98,800 MHz
Canali gemellatiKiss 108, Radio Millennium
MottoWe Play Again!
Servizi di differitapodcasting
Sito web
Diffusione
Terrestre
Digitale Televisivo Terrestre (DTT)canale (LCN) 617 per la Lombardia

NBC Radio (denominazione dal 1982 al 1984) o Radio NBC Milano (1984) o anche NBC Milano Top 40 (1984-1989), NBC Milano We Play Again! (dal 2016) è una stazione radiofonica attiva tra il 1982 ed il 1989 in FM nella provincia di Milano e tornata in onda nel marzo 2016 sul web e digitale terrestre tv (canale 617 in Lombardia).

Indice

StoriaModifica

Esordì, insieme alla collegata Tele NBC, a S. Ilario Milanese (frazione di Nerviano), dopo circa un anno di preparativi, il 9 ottobre 1982, iniziando le trasmissioni su FM 98,800 MHz, dopo aver rilevato l'impianto di RTP One di Parabiago, che a sua volta era succeduta su tale frequenza a Superradio sempre di Parabiago. Fondatori furono: Paolo Fastigari (in arte Paolo Gatti, che ne era il direttore), Massimo Lualdi, Oscar Marazzini e Marco Minelli.

I primi tempiModifica

L'emittente, che aveva sede a S. Ilario Milanese in Via Pedretti 7/1 (tel. 0331-585349), fu di stampo generalista fino al 1983, quando variò il proprio formato basandosi, prima emittente in Italia, sul modello americano Top 40 (programmazione continua dei 40 dischi nella classifica di vendita), mutando denominazione in NBC Milano Top 40 (Forty)[1]. Nel 1983 NBC affiancò alla frequenza d'origine, 98,800 MHz diffusa dalla sede di Via Pedretti con un bacino limitato a Nerviano e frazioni, quella dei 107,410 MHz presso la torre Eureka in Via della Novella 55 a S. Ilario Milanese (ampliando notevolmente il bacino di utenza che a quel punto interessò la provincia nord-ovest di Milano), cui si aggiunse, a breve, il famoso impianto a 108,000 MHz (ex Radio Studio 108 di Lainate, pure sito in Via della Novella 55), che da lì in poi ne avrebbe caratterizzato in maniera netta l'esistenza. Con una zona di diffusione così contraddistinta dalle province di Milano, Varese, Como, Novara e Vercelli, NBC Milano 108 (questo il definitivo nome adottato), iniziò una veloce crescita editoriale e commerciale.

L'evoluzioneModifica

Nel 1986, dopo una successione nella titolarità (che segnò anche la divisione definitiva da Tele NBC) - l'emittente fu acquistata da Roberto Cusimano e da suo cognato Guido Ravanini - che fondarono la NBC Milano s.d.f. e inaugurarono nuovi studi a San Vittore Olona in Corso Sempione 128 (ancora presente e visibile dalla strada statale Sempione SS 13 con tanto di adesivi dell'emittente alle finestre, non essendo poi stato più utilizzato da nessuno, dopo il fallimento della società titolare dell'immobile che lo locava alla NBC) ed iniziò una joint venture con alcune emittenti locali italiane che ne ritrasmettevano i programmi di maggiore appeal preregistrati su cassetta (nelle Marche, in Abruzzo, in Calabria e in Sicilia)[1]. L'iniziativa, comunque, non ebbe un seguito e fu abbandonata dopo pochi mesi, preferendo concentrare le attenzioni sullo sviluppo del mercato locale, particolarmente promettente. In quel periodo venne valutata la possibilità di unirsi in syndication con Radio Italia Network, network emergente da Udine che stava cercando uno sbocco in Lombardia. L'identità di formato Top 40, suggeriva infatti, idealmente, un matrimonio tra le due stazioni. Vi furono incontri tra le parti che non concretarono però nulla (il management di NBC voleva dedicare alla ripetizione di Italia Network solo la frequenza minore, 107,400 MHz, per testare il prodotto prima di una decisione così importante, mentre il network udinese puntava all'intera rete, ritenendo controproducente un ingresso in Lombardia sottotono).

Il periodo d'oroModifica

Nel periodo d'oro della sua esistenza (1985-1987) NBC era diretta da Stefano Apicella (in arte Stefano Donati) e Roberto Lucchi, station manager provenienti da altre esperienze radiofoniche di rilievo (Radio Capo Torre, Radio Delta International, Radio Carroccio, Radio Wonderful Music). Del team fecero parte anche Antonio Fedele (nome d'arte Emilio Riccardi) poi passato a Radio Delta International (1990), Rete Otto Network (1991) approdato successivamente a Radio Reporter (dal 1992 al 2004) la "radio del cuore" di Rho (Mi) e Carlo Elli, poi a Radio Delta International, Radio Campione, Radio Capital e RTL 102,5.

La crisiModifica

Nel 1988, anche a seguito della fuoriuscita dalla staff di diverso personale che fondò l'emittente concorrente Primarete Top Charts, sulle ceneri di Radio Activity di Canegrate, NBC Milano entrò in una progressiva crisi di identità che la rese nel 1989 una mera radio non stop music. Non a caso, sul finire dello stesso anno, l'emittente fu acquisita, dalla NBC Milano s.d.f., proprio da Radio Primarete Activity s.n.c. (editrice di Primarete Top Charts) di Canegrate - che per l'occasione mutò la denominazione prima in Primarete Top Forty e poi in Primarete 108 (ovviamente dalla frequenza rilevata da NBC Milano). Il giorno 04/10/1989 cessarono le trasmissioni di NBC Milano 108 ed iniziarono (sui 108.000 MHz) quelle di Primarete (che assunse la denominazione Primarete Top Forty cinque giorni, dopo, in occasione dell'anniversario della fondazione di NBC Milano, avvenuta il 09/10/1982).

La fineModifica

Il 4/10/1989 si concluse quindi la vita vera e propria in FM di NBC Milano. Gli eventi successivi interessarono meramente l'eredità lasciata dalla stazione di S.Ilario Milanese e segnatamente il format Top 40 e la frequenza 108 MHz[2], quantomeno fino alla ripresa delle trasmissioni nel 2016 (vedi sezione "Il ritorno sul web - IP broadcasting").

Dopo la chiusuraModifica

Nel 1992 Primarete 108 si trasferì con i propri studi a Legnano (esattamente dove NBC si trova ora, dopo la ripresa delle trasmissioni nel 2016) e nel 1993 cedette l'impianto 108 MHz a Radio Maria con la quale si trascinava uno storico contenzioso giudiziario civile per l'utilizzo della frequenza, trasferendosi sui 94,600 MHz e 96,300 MHz rilevati per l'occasione rispettivamente da Radio Cooperativa di Rho (che l'aveva rilevata dalla stessa Primarete qualche anno prima) e Radio Jolly di Casorezzo. Nel 1995, acquisita la frequenza 95,000 MHz di Radio Smile di Como e la frequenza 95,100 MHz di Radio Tradate, si allocò definitivamente su 95,100 MHz (con trasmettitore dalla postazione storica di NBC Milano, a S.Ilario Milanese in Via della Novella 55 presso la torre Eureka). Sul finire dello stesso anno Primarete fu rilevata dall'editore di Radio Power, che, nell'ambito di un complesso piano di riordino delle risorse editoriali e frequenziali, la rinominò in un primo tempo Primarete Power FM e poi Radio Planet. Nel 1996 gli studi furono trasferiti in Via Legnone a Milano, dove rimasero per 20 anni, fino al 2016 quando le trasmissioni FM cessarono con la vendita a Radio Millennium dell'ultimo impianto di radiodiffusione sonora (89.800 MHz di Cannobio - Vb) rimasto dopo l'alienazione della rete principale alla stazione Up Radio (ex Punto Radio 96), ora Radio Freccia del gruppo RTL 102,5).

Il ritorno in FMModifica

Già nel 1990 l'editore di Primarete 108 di Canegrate - cioè la radio che acquisì l'intera struttura tecnica di NBC - studiò l'ipotesi di un ritorno in FM del mitico marchio NBC Milano, attraverso un progetto editoriale di un'emittente di soli successi classici Settanta e Ottanta. La nuova NBC Milano, con studi in Canegrate, avrebbe dovuto essere diffusa dall'impianto FM 94,600 MHz di San Vittore Olona (cfr. sezione "dopo la chiusura"), in grado di illuminare l'area nord-ovest della provincia di Milano (cioè il bacino storico di NBC Radio). Si fu ad un soffio dal (ri) partire, quando, nell'agosto 1990, l'approvazione della legge Mammì (Legge 223/1990) fece riconsiderare all'imprenditore canegratese l'opportunità di un'iniziativa che sarebbe diventata particolarmente complessa da gestire sul piano amministrativo.

Il ritorno sul web (IP broadcasting) e sul DTT (digitale televisivo terrestre)Modifica

Nel marzo 2016 furono avviate le prove tecniche di trasmissione di un canale web in streaming che riproponeva una colonna sonora eterogenea di musica anni '70 e '80 con i remake dei jingle e degli station break originari di NBC Milano. Il ritorno on air, con il claim "We play again!" (basato sul duplice significato del verbo inglese play, "giocare" e "suonare", quindi "giochiamo ancora" e "suoniamo ancora"), ha avuto luogo attraverso la pagina web www.nbcmilano.it.

Lo sbarco in streaming delle trasmissioni post sperimentazione è avvenuto a luglio 2016, quando una playlist nell'ambito di un palinsesto più organico ed un layout editoriale basato sul modello music & news ha preso il posto dell'iniziale colonna sonora. Dopo un'iniziale esplorazione di un formato oldies & news, nel maggio 2017 l'emittente decise di ribadire l'identità originaria connotandosi come una TOP 40 "estesa" (rotazione di 40 brani di successo in hard rotation + 30 brani in low rotation + 10 in out rotation, di cui 20 italiani sul totale). Dal 08/02/2019 NBC Milano We Play Again! versione IP ha tuttavia convertito il proprio format Top Forty in 40 by 40, i migliori 40 di 40 anni sulla scorta del medesimo claim "We Play Again!", inteso questa volta come "li suoniamo ancora" (i pezzi del passato).

La presentazione informale dei programmi avvenne il 9 ottobre 2017, in occasione del 35º anniversario della fondazione, preludio allo sviluppo dell'emittente sul digitale terrestre televisivo in Lombardia sul canale LCN 693 (i programmi col nuovo layout sono andati in onda dal maggio 2017). Quale vettore dell'emittente sul DTT con audiografica dinamica fu scelto l'operatore di rete Beacom - partecipante al progetto NBC Milano We Play Again! - sul mux ch 42 da Valcava per la Lombardia ed il Piemonte orientale (dopo un test di qualche settimana sul canale 21 UHF a Milano e Varese) con format H264 Mpeg4[3]. Da novembre 2017 fu adottata la formula "visual hybrid radio", per cui NBC Milano We Play Again! da radio IP che si vedeva sul DTT, divenne una tv ascoltata (anche) via IP.

L'emittente, già presente in tutti i principali aggregatori di IP Radio e Web Radio (TuneIn, Radio Guide Fm, Online Radio Box, Web Radio Online, Web Radio Italiane, Pure, Nobex, Internet Radio, Listen 2 My Radio, FM World[4], MyTuner[5], Simple Radio, Replaio[6], StreamItAll, ecc.), diffonde i programmi anche in streaming diretto su Facebook (l'emittente è stata test station per la nuova tecnologia "social broadcasting").

La visual radio DTT di NBC Milano We Play Again! fino a dicembre 2018 è stata curata sul piano liners da Paolo Fastigari (tra i fondatori dell'originaria stazione) e su quello artistico da Stefano Apicella (art director dell'emittente tra il 1986 ed il 1989). Dal febbraio 2019 station manager è il varesino Daniele D'Abrosca.

L'acquisto da parte della Planet s.r.l.Modifica

Nel mese di marzo 2018 sono stati allestiti i nuovi studi di produzione in Via Taramelli 11/C a Legnano (Milano) presso Planet s.r.l., dal settembre 2016 service tecnico-logistico, fornitore dei contenuti, titolare del marchio NBC Milano We Play Again! (domanda di marchio d'impresa depositata in data 21/09/2016 al Ministero dello Sviluppo Economico) e della omonima testata giornalistica iscritta al n. 244/2016 del Registro Stampa della Cancelleria del Tribunale di Milano (direttore responsabile: l'avvocato Massimo Lualdi). Nell'aprile 2018 l'emittente è stata acquistata dalla Planet s.r.l., che ne è stata editore della tv sul canale 693 fino a dicembre 2018 e lo è dall'aprile 2019 sul canale 617.

La sperimentazione Hybrid Radio TvModifica

Nel luglio 2016 NBC Milano We Play Again! è stata scelta come test station per la sperimentazione in Italia dell'IP broadcasting attraverso una joint venture promossa da Consultmedia.it, prima struttura italiana di competenze a più livelli in ambito radiotelevisivo, con alcuni produttori di apparati per l'automatizzazione radiotelevisiva (Bitonlive), per la ricezione indoor e outdoor con tecnologia DAB-IP e fornitori di servizi DTT (Beacom) e IP (22HBG). Fornitori di contenuti informativi sono: ACI (notiziari sulla viabilità), ANICA (news cinematografiche), Newslinet.it (informazione politica, tecnica, giuridica, economica nel settore mediatico), Class Editori (60" news) e dal mese di aprile 2019 l'agenzia di stampa e informazione ART News. La voce ufficiale di NBC Milano We Play Again! (Lorenzo) è fornita dalla Elite Audioproduzioni di Milano[7].

La diffusione in DTT all'estero e su smart tvModifica

Da metà dicembre 2017 l'emittente è in onda anche sul digitale televisivo terrestre a Tenerife (Comunità autonoma delle Isole Canarie, Spagna), nell'ambito di una sperimentazione internazionale volta ad esportare il modello di visual hybrid radio collaudato efficacemente in Italia. Il progetto prevede poi l'estensione della sperimentazione in altri paesi latini extra UE, scelti per assonanza culturale.

Attraverso il partner tecnologico 22HBG, NBC Milano ha testato da novembre 2017, insieme ad uno dei più importanti produttori internazionali di smart tv, il primo aggregatore di flussi streaming televisivi per smart tv che, all'esito positivo della sperimentazione, ospiterà le principali stazioni radio e tv locali italiane.

Da ottobre 2018 NBC Milano è stata inserita insieme a poche altre emittenti nazionali (quindi unica tra le locali) nella sezione sperimentale "visual radio" del primo aggregatore italiano di flussi streaming FM World[4] di 22HBG.

L'acquisto del canale 693 da parte della Elite s.r.l., la conversione nel formato 40x40 e la nuova veicolazione sul canale 617Modifica

Il 18/12/2018 l'emittente televisiva sul canale 693 (fornitore di servizi di media audiovisivi) è stata acquisita dalla s.r.l. Elite di Milano, titolare dello studio Elite Audioproduzioni e dell'emittente Radio Millennium, che l'ha destinata allo sviluppo della visual radio col marchio Radio Millennium Tv. La successione nelle trasmissioni ha avuto luogo definitivamente il 07/02/2019. Dal 08/02/2019 NBC Milano We Play Again! ha convertito il proprio format in 40 by 40, i migliori 40 degli ultimi 40 anni. Dal 03/04/2019 NBC Milano è tuttavia tornata sul digitale televisivo terrestre sul canale regionale 617, acquisito (come due distinte autorizzazioni per fornitori di servizi di media audiovisivi in tecnica digitale televisiva terrestre) dalle società Lucky Media s.r.l. (titolo FSMA per le province di Milano, Monza Brianza, Como, Lecco, Sondrio, Bergamo, Lodi, Pavia, Cremona) e Primarete s.p.a. (titolo FSMA per le province di Bergamo, Brescia e Mantova). Attualmente NBC Milano è veicolata sul mux Telemilano - Più Blu Lombardia (UHF 43). NBC Milano dal mese di giugno 2019 edita anche il periodico online di informazione musicale NBC Magazine.

CuriositàModifica

Esiste un'altra versione IP di NBC che è esattamente la copia della NBC originaria, con jingles, station ID e trasmissioni del 1982-1983: Radio NBC, ascoltabile da www.radionbc.com e dall'aggregatore TuneIn. Anche questa versione di NBC è prodotta dagli studi di Nerviano (come nel 1982-1986) ed è curata da Paolo Fastigari, direttore della stazione originaria e da Angelo Puccio.

NBC avrebbe dovuto inizialmente essere l'acronimo di Nerviano Broadcasting Corporation. In realtà la denominazione estesa venne pressoché immediatamente mutuata nella, più probabile e consona, Northern Broadcasting Corporation, che, tuttavia, fu utilizzata raramente in onda (risulta un solo station ID: "This is NBC Radio, Northern Broadcasting Corporation...".

La particolare posizione geografica dell'impianto 108.000 MHz di Via della Novella 55 a S.Ilario Milanese, faceva sì che, nella prima metà degli anni Ottanta, le trasmissioni di NBC Radio fossero ascoltate con regolarità in vaste zone del VCO, del vercellese, del biellese, del torinese (a 140 km di distanza), della Valle d'Aosta (180 km) e, addirittura, a Zurigo (270 km). A causa di favorevoli condizioni troposferiche, nell'estate del 1987 le trasmissioni di NBC Radio vennero poi ascoltate per qualche minuto in Finlandia (2300 km), come dimostrato dalla corrispondenza inoltrata all'emittente da un radioamatore locale che testimoniò l'evento con una registrazione magnetica.

In occasione delle varie celebrazioni on-air della fondazione dell'emittente si dibatteva immancabilmente su quale fosse stato il primo disco mandato in onda il 9 ottobre 1982 alle ore 16.05. Secondo alcuni dei fondatori, fu Der Kommissar di Falco il primo disco trasmesso, mentre, secondo altri, il brano dì'apertura fu Just An Illusion degli Imagination. Sul punto, il direttore Paolo Fastigari ha messo fine al dibattito confermando nel 2013 che il primo disco trasmesso fu Der Kommissar, essendo proprio lui al mixer Unitronic RA 868 (in sostituzione del mixer americano con potenziometri rotativi) a togliere e rimettere in continuazione il 45 giri intervenendo con l'avviso: "Radio N.B.C., prove tecniche di trasmissione").

Tra la fine del 1981 ed i primi mesi del 1982, mentre fervevano i preparativi per la partenza della nuova radio a S.Ilario Milanese, i fondatori pensavano ad un'affiliazione al circuito nazionale Radio Luna per creare una stazione locale con denominazione Radio Luna Nerviano. Tuttavia le negoziazioni con la stazione-madre Radio Luna Milano non giunsero ad una positiva conclusione e i soci preferirono così concentrarsi sul progetto indipendente Northern Broadcasting Corporation[8]. Di lì ad un anno Radio Luna concluse l'affiliazione della vicina Radio Wonderful Music di Legnano in concomitanza con il lancio del circuito Rete TIR Lombardia, cellula regionale della syndication nazionale TIR, nata sulle ceneri del circuito Radio Luna.

NoteModifica

  Portale Milano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Milano