Nana Džordžadze

regista, attrice e sceneggiatrice georgiana
Nana Givievna Džordžadze

Nana Givievna Džordžadze (rus. Нана Гивиевна Джорджадзе, georg. ნანა ჯორჯაძე; Tbilisi, 24 agosto 1948) è una regista, attrice e sceneggiatrice georgiana, fino al 1991 sovietica.

BiografiaModifica

Nana Džordžadze è nata a Tbilisi, nell'allora repubblica sovietica di Georgia. Ha conseguito il diploma in una scuola musicale locale nel 1966 e si è laureata presso il dipartimento di architettura all'Università statale di Tbilisi, Accademia delle Belle Arti (1972).

Dopo aver lavorato come architetto tra il 1968 e il 1974 si è iscritta all'Istituto Teatrale Statale di Tbilisi, completando i corsi nel 1980. Ha esordito come attrice nel film Neskol'ko interv'ju po ličnym volrosam (lett. Un po' d'interviste su affari privati, 1978); come regista la sua prima opera maggiore è stata Putešestvie v Sopot (lett. Viaggio a Sopot, 1979), un cortometraggio di 28 minuti presentato al festival internazionale del cortometraggio di Oberhausen nel 1987.

Nel 1987 il suo film Robinzonada, ili Moj anglijskij deduška (lett. Robinzonada, o il mio nonno inglese) si è imposto al Festival di Cannes, in cui ha vinto la Caméra d'Or e il premio Un certain régard, riscuotendo consenso sia di critica sia di pubblico.

Con gli anni novanta si è trasferita in Francia dove continua tuttora l'attività cinematografica; del 1996 è uno dei suoi lavori più importanti, A Chef in Love (Les Mille et Une Recettes du cuisinier amoureux), prima e a tutt'oggi unica opera georgiana a essere nominata (1997) per l'Oscar al miglior film in lingua non inglese[1]. Ha consolidato in la sua fama internazionale con 27 baci perduti (27 dakarguli kotsna, 2000), vincitore di due riconoscimenti al festival cinematografico di Avignone (i premi "Tournage" e "Vision"[2]) e la nomination per la miglior sceneggiatura all'European Film Awards 2000[3].

È sposata con lo scrittore e collega regista georgiano Irakli Kvirikadze.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Nominees & Winners for the 69th Academy Awards, su oscars.org. URL consultato il 28 aprile 2010.
  2. ^ (EN) Patrick Frater, Avignon hands out prizes beyond US, French borders, in Screen Daily, 4 luglio 2000. URL consultato il 28 aprile 2010.
  3. ^ (EN) EFA 2000 : The Nominations, su europeanfilmacademy.org. URL consultato il 28 aprile 2010.

Filmografia parzialeModifica

BibliografiaModifica

  • (EN) Alexander Mikaberidze, Jorjadze, Nana, in Georgian National Dictionary, 2007. URL consultato il 22 aprile 2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN263345136 · ISNI (EN0000 0003 8220 7680 · LCCN (ENno2008137661 · GND (DE132590069 · WorldCat Identities (ENno2008-137661