Apri il menu principale

Carriera cinematograficaModifica

Giovane matricola dell'Università dell'Arizona, fu notata da un fotografo della rivista Life. Dopo avere posato per un servizio fotografico venne contattata da cinque diversi studi hollywoodiani, tra i quali la 20th Century Fox con la quale, nel 1946, firmò un contratto di sette anni.

La major americana la impiegò subito nel film Il bandito senza nome (1946) nel quale la giovane aveva già un ruolo da protagonista a fianco di John Hodiak. La produzione inventò per l'occasione lo slogan «Guild rhymes with wild!» («Guild fa rima con selvaggia»).

L'anno dopo Nancy Guild apparve a fianco di George Montgomery nel poliziesco La moneta insanguinata (1947), tratto da un romanzo di Raymond Chandler. Nello stesso anno, dopo una breve storia col produttore Edward Lasker, la ragazza sposò il compositore Chuck Russell con il quale l'anno seguente apparve nel musical di Dan Dailey Give My Regards to Broadway (1948).

Rescisso il contratto con la Fox, Nancy Guild interpretò il film Cagliostro (1949) a fianco di Orson Welles e successivamente passò alla Universal dove apparve in Gianni e Pinotto contro l'uomo invisibile (1951) e in un film della serie Francis, il mulo parlante dal titolo Francis contro la camorra (1953).

Nel 1950 intanto aveva divorziato da Chuck Russell e l'anno seguente sposò il famoso impresario di Broadway Ernest H. Martin che, negli anni seguenti, avrebbe vinto per tre volte il Tony Award per Bulli e pupe (1951), The Sound of Music (1960) e A Funny Thing Happened on the Way to the Forum (1962). Negli anni successivi al suo secondo matrimonio l'attrice si limiterà a qualche sporadica partecipazione a trasmissioni televisive, prima del ritiro nel 1955. Solo nel 1971 tornerà ad una interpretazione cinematografica (l'ultima) nel film Ma che razza di amici!, di Otto Preminger.

Vita privataModifica

Il matrimonio con Ernest H. Martin, durato 25 anni, si concluse con il divorzio nel 1975. Nel 1978 Nancy Guild sposò il fotoreporter John Bryson, dal quale divorziò nel 1995.

Dal primo matrimonio con Chuck Russell l'attrice ebbe la figlia Elizabeth Anne (1949), dal secondo con Ernest H. Martin le due figlie Cecilia e Polly.

Nancy Guild morì a East Hampton (New York) il 16 agosto 1999 per un enfisema, all'età di 73 anni.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatrici italianeModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN58651766 · ISNI (EN0000 0001 1651 3087 · LCCN (ENno93023473 · BNF (FRcb140496847 (data) · WorldCat Identities (ENno93-023473