Apri il menu principale

Nando Paone, all'anagrafe Ferdinando Paone (Napoli, 27 novembre 1956), è un attore, comico e cantante italiano.

Periodo napoletanoModifica

Ferdinando Paone, detto Nando, inizia la sua professione nel 1974, a Napoli, lavorando in varie compagnie teatrali, tra le quali fa spicco l'Ente teatro cronaca di Mico Galdieri, gruppo nel quale lavora per cinque anni, interpretando una decina di commedie, in dialetto e non, tra le quali Assunta Spina e La buffa historia di capitan Fracassa... con Ida Di Benedetto e Antonio Casagrande.

Periodo romanoModifica

Approdato a Roma nel 1976, viene scritturato in numerosi cast cinematografici: ricordiamo Caro papà, diretto da Dino Risi, in cui recita a fianco di Vittorio Gassman, che successivamente incontrerà in Camera d'albergo di Mario Monicelli e ne Il turno di Pirandello, regia di Tonino Cervi.

Da segnalare inoltre due film con la regia di Michele Lupo a fianco di Bud Spencer, Lo chiamavano Bulldozer (dove interpreta il ruolo del giocatore della squadra italiana di football americano meno dotato a livello atletico), e Bomber, che incontrano un notevole successo di pubblico, e ancora un'interpretazione con Marcello Mastroianni in Doppio delitto, per la regia di Steno.

Successivamente Giorgio Capitani lo scrittura per due commedie all'italiana: Teste di cuoio e Vai avanti tu che mi vien da ridere, in quest'ultimo co-protagonista con Lino Banfi e Agostina Belli.Infine resta ancora da segnalare la sua partecipazione al film Benvenuto Cellini: una vita scellerata, di Giacomo Battiato, dove interpreta il ruolo del tesoriere del Papa, al fianco di Max von Sydow.

Esperienze all'esteroModifica

Per la sua conoscenza dell'inglese e del francese incontra anche produzioni straniere, tra le quali l'anglo-americana di The Day Chryst Died, diretto da James Jones.

Esperienze televisiveModifica

Nel 1979 debutta in televisione al fianco di Fabrizio Frizzi in quello che resterà il primo vero varietà per ragazzi – Il barattolo – che in quell'anno vincerà il Microfono d'argento. Nel 1987 conduce un programma su Rai 2 dal titolo Farfade e l'anno dopo si trova al fianco di Jocelyn, in contributo esterno per Tandem, nel quale si fece chiamare Fifì.

Tra il 1980 e il 1984 partecipa anche a varietà televisivi prodotti dalla Rai, come Sotto le stelle, diretto da Giancarlo Nicotra e Night day di Paolo Gazzara. Prende parte agli sceneggiati televisivi, Aeroporto internazionale e Investigatori d'Itali, quest'ultimo con Marisa Laurito, che affiancherà anche nel gennaio del 1993 in Donne dell'altro mondo, in onda su Canale 5.

Nel 2002 è protagonista di puntata nella serie Don Matteo 3, mentre nel 2004-2005 prende parte in qualità di inviato molto speciale alla trasmissione di Canale 5 Striscia la notizia.[1]

Esperienze teatraliModifica

Torna nella compagnia di Luca De Filippo, diretto da Eduardo, nelle commedie "La fortuna di Pulcinella" di Altamura, "La donna è mobile" di Eduardo Scarpetta e "Ditegli sempre di sì", di Eduardo, quindi nella cooperativa teatrale "Gli ipocriti", portando in scena due testi di Manlio Santanelli: L'isola di Sancho, a Spoleto nel 1986, e 1799, per la regia di Gianfranco de Bosio e Nello Mascia. Con la stessa cooperativa porta a compimento una trilogia di Raffaele Viviani, diretto da Ugo Gregoretti, Maurizio Scaparro e Armando Pugliese.

Nel 1990 Luca De Filippo lo dirige ne Il piacere dell'onestà con Umberto Orsini, quindi, sempre nella Compagnia del Teatro Eliseo, partecipa a "Il misantropo", regia di Patrick Guinand e "La bisbetica domata" con Mariangela Melato e Franco Branciaroli.

Successivamente Nando Paone porta in scena Dolori di corpo[2][3] e "Un uomo a pezzi",[4] scritti e diretti da Cetty Sommella, e nel 2009. Sempre in sodalizio con Cetty Sommella è co-sceneggiatore di un soggetto dell'autrice tratto dalla commedia Dolori di corpo che nel 2005 riceve il riconoscimento ministeriale, ma non verrà realizzato grazie ai tagli selvaggi che l'allora governo operò nel settore dello spettacolo.

Nel 2006/2007 è protagonista insieme a Marina Confalone del classico napoletano Madama quattro soldi. Nel 2007/2008 e 2008/2009, in coppia con Francesco Paolantoni e per la regia di Armando Pugliese porta in scena la versione teatrale di Eduardo Scarpetta Miseria e nobiltà e Uomo e galantuomo di Eduardo De Filippo.

Nel 2009/2010 e 2010/2011 porta in scena Se ci amiamo non ci estinguiamo di Cetty Sommella che proseguirà le sue repliche fino a ridosso del 2012, quando interrompe la tournée per dedicarsi al cinema con le riprese di Benvenuti al Sud e Benvenuti a Nord di Luca Miniero, che saranno campioni di incasso della stagione e di Reality di Matteo Garrone, Grand Prix della Giuria al Festival di Cannes.

Nel 2010 realizza SalaMolière, un nuovo spazio teatrale a Pozzuoli, un laboratorio di formazione teatrale. Nel 2013 è impegnato nelle riprese di ... e fuori nevica!, trasposizione cinematografica dell'omonima commedia di Vincenzo Salemme, uscita nelle sale nell'autunno del 2014.

Nel 2014 porta in scena "Ridere!...e poi?" scritto e diretto da Cetty Sommella e prende parte come uno dei protagonisti al film dal titolo "Un paese quasi perfetto" insieme a Silvio Orlando, Fabio Volo e Carlo Buccirosso, per la regia di Massimo Gaudioso.

Nella stagione teatrale 2014/2015 e 2015/ 2016 porta in scena Don Giovanni di Molière con Alessandro Preziosi, interpretando Sganarello, ruolo che gli varrà il Premio "Le maschere del teatro 2015" come miglior attore non protagonista della stagione.

Nella stagione teatrale 2018/2019 porta in scena nei panni di Don Chisciotte la commedia "Don Chisciotte della Pignasecca" scritto da Maurizio de Giovanni e diretto da Alessandro Maggi, con Peppe Barra nel ruolo di Sancio.

Il sodalizio con Vincenzo SalemmeModifica

Nel 1992, insieme a Vincenzo Salemme e altri colleghi è il socio fondatore della compagnia oggi conosciuta con il nome "Chi è di scena", con la quale porta in scena, tra le altre, quattro commedie scritte e dirette da Salemme, prodotte dal Teatro Eliseo e trasmesse dalla Rai in prima e seconda serata, per “Palcoscenico”, tra le quali spiccano certamente per successo unanime di pubblico e di critica Premiata pasticceria Bellavista, Lo strano caso di Felice C., Passerotti o pipistrelli? ed ...e fuori nevica!, commedia nella quale interpreta il ruolo del protagonista Cico, che nel 2014 diventa film.

Con Salemme gira quattro film: L'amico del cuore e E fuori nevica (1998 e 2014 entrambi tratti dalle commedia omonime. Per il primo riceve il premio “Scrivere il cinema” come migliore attore non protagonista); Amore a prima vista e A ruota libera, prodotti da Cecchi Gori e da Chi è di scena e Warner Bros. Nel 2000 inaugura e gestisce un laboratorio per la formazione teatrale di giovani aspiranti attori insieme a Cetty Sommella, nella città di Pozzuoli.[5]

Nel 2006 partecipa come ospite al programma condotto da Vincenzo Salemme Famiglia Salemme Show.

Altri filmModifica

Nel 2010 interpreta l'impiegato delle Poste Costabile Piccolo nel film di Luca Miniero Benvenuti al Sud. Nel 2011 gira, sempre con la regia di Miniero, il sequel Benvenuti al Nord . Nello stesso anno prende parte a titolo di partecipazione amichevole alla commedia corale Napoletans e al film Non me lo dire, in una produzione con la regia dell'esordiente Vito Cea. Nel maggio del 2012 è co-protagonista nella pellicola Reality di Matteo Garrone che vince il Grand Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannes.

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ Intervista di Gianni Mattioli a Nando Paone
  2. ^ Dolori di corpo su apriteilsipario.it
  3. ^ Al Teatro d'Europa… “Dolori di corpo” con Paone e Sommella[collegamento interrotto], su irpinianews.it
  4. ^ PAONE-SOMMELLA Un uomo a pezzi su apriteilsipario.it
  5. ^ https://www.campiflegrei.na.it/listings/teatro-sala-moliere

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN300674114 · ISNI (EN0000 0004 0809 833X · SBN IT\ICCU\RAVV\329120 · LCCN (ENno2013111306 · GND (DE1035575043 · WorldCat Identities (ENno2013-111306
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie