Nasturtium officinale

specie di pianta della famiglia Brassicaceae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Crescione d'acqua
Illustration Nasturtium officinale0.jpg
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Capparales
Famiglia Brassicaceae
Genere Nasturtium
Specie N. officinale
Classificazione APG
Ordine Brassicales
Famiglia Brassicaceae
Nomenclatura binomiale
Nasturtium officinale
R. Br., 1812
Sinonimi
  • Nasturtium nasturtium-aquaticum
  • Rorippa nasturtium-aquaticum
  • Sisymbrium nasturtium-aquaticum
Nomi comuni

Crescione d'acqua

Il crescione d'acqua (Nasturtium officinale R. Br., 1812) è una pianta perenne della famiglia delle Brassicaceae (o Crucifere).[1] Tipica pianta spontanea che vive lungo lenti corsi d'acqua, in terreni semisommersi e acquitrinosi; predilige luoghi ombrosi. Il nome proviene dal latino crescere, ed è conosciuta con numerosi nomi comuni: agretto, allegretto, arbuletta, ascione, erba da scorbuto, gressa, grisso, nasturzio acquatico.[2]

GiardinaggioModifica

Può essere facilmente coltivato nell'orto prelevando piccoli cespi da piante giovani spontanee. Vengono trapiantati in terriccio organico mantenuto sempre umido. Può anche essere seminato in vasetti di torba e poi trapiantato.

Uso culinarioModifica

Ortaggio che si mischia alla lattuga, cicoria, pomodori, ravanelli e qualsiasi insalata mista, a cui conferisce un sapore leggermente acre e piccante.

NoteModifica

  1. ^ Nasturtium officinale R.Br. — The Plant List
  2. ^ Achille Morricone; Vincenzo Pedicino, Dizionario dietetico degli alimenti, Milano, A. Vallardi, 1986, p. 269.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 22559
  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica