National Independent Soccer Association

terza serie del campionato statunitense

La National Independent Soccer Association, conosciuta anche come NISA, è un torneo calcistico professionistico statunitense. Fondata nel 2017, opera dal 2019 come campionato di terzo livello nella piramide nordamericana.[1][2][3]

National Independent Soccer Association
NISA logo color-tm.png
SportFootball pictogram.svg Calcio
TipoClub
FederazioneFederazione calcistica degli Stati Uniti
PaeseStati Uniti Stati Uniti
OrganizzatoreNISA
CadenzaAnnuale
Aperturamarzo
Chiusuranovembre
Partecipanti8 squadre
Formulagirone all'italiana
Sito Internetwww.nisasoccer.com
Storia
Fondazione2017
DetentoreMichigan Stars
Record vittorieDetroit City (2)
Ultima edizioneNISA 2022
Prossima edizioneNISA 2023

A differenza delle altre maggiori leghe sportivi statunitensi e differentemente anche dalla Major League Soccer e dai campionati organizzati dalla United Soccer League, la NISA non opera con un sistema chiuso formato da franchigie, bensì come associazione di club totalmente indipendenti dalla lega. Non sono presenti, pertanto, diritti territoriali o di franchigia, non esiste l'expansion fee, ossia la tariffa da pagare per essere ammessi al campionato, e il piano a lungo termine è quello di formare un sistema aperto e basato sul merito sportivo attraverso un sistema di promozioni e retrocessioni, come nel modello europeo.[4]

Formula del torneoModifica

La stagione, a differenza delle altre leghe calcistiche professionistiche statunitense, ricalca il classico calendario europeo, con inizio in autunno e fine in primavera. Più similmente ad altri campionati centroamericani e sudamericani, invece, ogni stagione è divisa in due semestri: uno autunnale e uno primaverile. Al termine di ognuno dei due semestri viene decretato un vincitore, e al termine della stagione le squadre vincitrici dei due semestri si affrontano per determinare il campione NISA.

Tre punti vengono assegnati per ogni vittoria, mentre per ogni pareggio viene assegnato un punto.

StoriaModifica

Gli iniziModifica

Il 6 giugno 2017 fu annunciata la nascita della NISA, la quale pianificava di cominciare ad operare nel 2018 con un numero di squadre comprese tra le 8 e le 12.[5] Inizialmente, avrebbe dovuto stabilire un sistema di promozioni e retrocessioni con la NASL; quest'ultima però fallì prima della nascita ufficiale della NISA.[6][7]

L'improvvisa morte del cofondatore della lega Jack Cummins a causa di complicazioni riportate a seguito di un'influenza, avvenuta il 13 febbraio 2018, si rivelò una grande battuta d'arresto per il lancio del nuovo campionato.[8] Pochi mesi dopo, il 17 maggio, anche Peter Wilt, altro co-fondatore della NISA, lasciò il progetto per dare vita al Forward Madison, club di USL League 1.[9] Una nuova leadership della lega fu dunque eletta dai proprietari dei club membri.

Il 31 luglio 2018, la NISA fece richiesta alla Federazione calcistica degli Stati Uniti d'America per il riconoscimento come campionato di terza divisione, pianificando di esordire nell'agosto dell'anno successivo.[10] Nel maggio 2019 fu reso noto che le società erano scontente per via del silenzio da parte della lega e che, di conseguenza, Bob Watkins non era più il presidente della NISA, mentre invece John Prutch aveva preso le redini del progetto con il ruolo di commissioner. Contemporaneamente, si apprese anche che l'esordio del nuovo campionato sarebbe stato rimandato a settembre 2019.[11]

Evoluzione della legaModifica

Dopo numerose peripezie, la lega trovò gli otto club fondatori che avrebbero disputato la Fall Season della sua stagione inaugurale: si trattava di Atlanta SC, California United Strikers, Los Angeles Force, Miami FC, Oakland Roots, Philadelphia Fury, San Diego 1904 e Stumptown Athletic.

La prima partita della storia della lega si disputò il 31 agosto 2019, un 3-3 tra Oakland Roots e i California United Strikers.[12] Per la Spring Season successiva il numero di club partecipanti rimase a quota 8, ma, con la chiusura del Philadelphia Fury, la sospensione delle attività dell'Atlanta SC e la partenza del Miami FC alla volta dell'USL Championship. Al loro posto fecero il loro ingresso nella lega il Chattanooga FC, il Detroit City e i Michigan Stars. Dopo due soli weekend di gare, però, il campionato fu dapprima rinviato e infine, il 27 aprile 2020, a seguito di diversi rinvii, la prima stagione della storia della lega fu definitivamente cancellata a causa della pandemia di coronavirus.[13]

Per la Fall Season della stagione 2020-2021 la lega organizzò un torneo da disputare a porte chiuse e tenutosi in una bolla a Detroit al fine di limitare i contagi. Al torneo parteciparono nuovamente 8 squadre, con l'esordio in NISA per il New Amsterdam e per i New York Cosmos, mentre San Diego 1904 e Stumptown Athletic decisero di non prendere parte al torneo.[14][15] Per dare il via alle danze della Spring Season la lega organizzò un nuovo torneo bolla, questa volta a Chattanooga, seguito poi da una stagione regolare e dai playoff.[16] Per queste competizioni il numero di partecipanti salì a 9, come risultato del ritorno alle competizioni di San Diego e Stumptown (con il nuovo nome di Stumptown AC), dell'esordio nella NISA dei Maryland Bobcats, del passaggio degli Oakland Roots in USL Championship e della sospensione delle attività dei New York Cosmos. Il 3 luglio 2021 il Detroit City si laureò primo campione della storia della NISA.[17] Nell'autunno 2021, come parte di uno sforzo per allineare il proprio calendario a quello tipicamente adottato nel calcio nordamericano (ossia con inizio in primavera e fine in autunno), si disputò un campionato di transizione, il quale ha decretato il suo campione al termine di un girone all'italiana con partite di andata e ritorno.[18]

La stagione 2022 fu dunque la prima a seguire il calendario solare e vide ai nastri di partenza 13 club, come frutto del passaggio del Detroit City in USL Championship e dell'ingresso nella lega da parte di Bay Cities, Flower City Union, Syracuse Pulse e Valley United. Inoltre, il San Diego 1904, rilevato dall'organizzazione giovanile Albion, assunse il nuovo nome di Albion San Diego.[19]

Sviluppo del calcio dilettantistico e semiprofessionisticoModifica

Il 27 aprile 2020 la NISA svelò un nuovo torneo, chiamato NISA Independent Cup, nel quale i club membri avrebbero affrontato una selezione di squadre dilettantistiche indipendenti su formato regionale. Il 1 luglio successivo furono rivelate le 15 squadre partecipanti, suddivise in 4 regioni.[20] Per il 2021, l'Independent Cup si espanse a ben 36 club, divise in 9 regioni da 4 formazioni ciascuna.[21]

Il 17 settembre 2020 la lega annunciò la fondazione di un nuovo campionato dilettantistico, chiamato NISA Nation, il quale, a differenza degli altri maggiori campionati amatoriali statunitensi, che invece competono in una stagione ridotta nei soli mesi estivi, avrebbe disputato una stagione completa. Lo scopo era quello di creare un campionato che avrebbe potuto fungere da incubatrice per i club dilettantistici che aspirano a diventare professionistici e, allo stesso tempo, di mettere le fondamenta per un sistema aperto basato sulla meritocrazia e su un sistema di promozioni e retrocessioni con i campionati professionistici e con le divisioni dilettantistiche inferiori.[22] Sempre allo scopo di fornire a club e giocatori un percorso verso il professionismo, oltre che per permettere alle squadre di qualificarsi all'Independent Cup tramite per merito sportivo, la NISA ha, nel corso dei mesi, sottoscritto numerosi accordi di affiliazione con dei campionati dilettantistici locali: nell'ordine, con la Gulf Coast Premier League, Midwest Premier League, Eastern Premier Soccer League, Mountain Premier League, Southwest Premier League, Cascadia Premier League e Pioneer Premier League.[23][24][25][26][27][28][29]

Il 28 gennaio 2021 la lega rivelò di aver formato una partnership con la United Women's Soccer, un campionato semiprofessionistico di calcio femminile, con l'obiettivo di lanciare, per l'anno successivo, un campionato professionistico che avrebbe operato nell'allora vacante posizione di seconda divisione nella piramide calcistica femminile statunitense.[30][31] Tuttavia, già il 30 marzo successivo fu riportato che le strade delle due leghe si erano divise, mentre pochi giorni dopo, l'8 aprile, la NISA annunciò la creazione della Women's Independent Soccer League (WISL).[32]

PartecipantiModifica

Ubicazione delle squadre della NISA nel 2022. In rosso le squadre della Western Conference, in blu quelle della Eastern Conference, in giallo quelle attualmente in pausa ed in bianco quelle di prossima ammissione.

AttualiModifica

Club Città Stato Stadio Capienza Esordio
Albion San Diego San Diego   California Canyon Crest Academy Stadium 5.000 Fall 2019-2020
Bay Cities Redwood City   California Terremere Field 3.500 2022
Cal Utd Strikers Irvine   California Championship Soccer Stadium 5.000 Fall 2019-2020
Chattanooga FC Chattanooga   Tennessee Finley Stadium 20.668 Spring 2019-2020
Flower City Union Rochester   New York Marina Auto Stadium 13.768 2022
Los Angeles Force Los Angeles   California Jesse Owens Stadium 5.000 Fall 2019-2020
Maryland Bobcats Boyds   Maryland Maryland SoccerPlex 4.000 Spring 2020-2021
Michigan Stars Pontiac   Michigan Romeo High School Barnabo Field (Washington) 4.000 Spring 2019-2020
Syracuse Pulse Syracuse   New York Lazer Stadium 2.000 2022
Valley United Phoenix   Arizona Bell Bank Park (Mesa) 5.000 2022

Di prossima ammissioneModifica

Club Città Stato Stadio Capienza Dal
Gold Star Detroit[33] Detroit   Michigan da stabilire da stabilire 2023
Oaks FC[34] Thousand Oaks   California da stabilire da stabilire 2023[35]
Savannah Clovers[36] Savannah   Georgia Memorial Stadium 5.000 2023

Non più presentiModifica

Club Città Stato Stadio Cap. Dal Al Motivo
Atlanta SC Atlanta   Georgia St. Francis High School (Alpharetta) 4.000 Fall 2019-2020 Fall 2019-2020 Cessa le attività
Chicago House Chicago   Illinois SeatGeek Stadium (Bridgeview) 20.000 Fall 2021-2022 Fall 2021-2022 Estromesso dal campionato 2022
Detroit City Detroit   Michigan Keyworth Stadium (Hamtramck) 7.933 Spring 2019-2020 Fall 2021 Passa in USL Championship
Miami FC Miami   Florida Riccardo Silva Stadium 20.000 Fall 2019-2020 Fall 2019-2020 Passa in USL Championship
New Amsterdam New York   New York Hofstra University Soccer Stadium (Hempstead) 1.600 Fall 2020-2021 Fall 2021 Estromesso dal campionato 2022
N.Y. Cosmos New York   New York Mitchel Athletic Complex (Uniondale) 5.000 Fall 2020-2021 Fall 2020-2021 Sospende temporaneamente le attività
Oakland Roots Oakland   California Laney College Stadium 5.500 Fall 2019-2020 Fall 2020-2021 Passa in USL Championship
Philadelphia Fury Filadelfia   Pennsylvania Franklin Field 52.958 Fall 2019-2020 Fall 2019-2020 Cessa le attività
Stumptown AC Matthews   Carolina del Nord Sportsplex at Matthews 5.000 Fall 2019-2020 Fall 2021 Sospende temporaneamente le attività

Soltanto annunciateModifica

Club Città Stato Anno
  Baton Rouge Baton Rouge   Louisiana 2019
  New England[37] imprecisata[38]   Connecticut[39] 2019
N.J. Teamsterz Bayonne   New Jersey 2020
  Providence Providence   Rhode Island 2019

Albo d'oroModifica

Stagione Campione Risultato Finalista Sede della finale Campione Fall Campione Spring
2019-2020
dettagli
Stagione annullata a causa della pandemia di COVID-19 non assegnato[40] non assegnato
2020-2021
dettagli
Detroit City 1-0 Los Angeles Force Keyworth Stadium (Hamtramck) Detroit City Detroit City
2021
dettagli
Detroit City torneo singolo disputato con la formula del girone all'italiana

Titoli per squadraModifica

Squadra Titoli Stagione
Detroit City
2
2020-2021, 2021
Michigan Stars
1
2022

NoteModifica

  1. ^ EXCLUSIVE: The National Independent Soccer Association (NISA) – A New Division III Professional Soccer League Expects to Launch in 2018, in NISA, 6 giugno 2017. URL consultato il 19 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 4 aprile 2019).
  2. ^ Inaugural Applicant Markets Announced for New US Pro Third Division Soccer League – NISA, su nisaofficial.com. URL consultato il 21 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 30 maggio 2019).
  3. ^ Chris Kivlehan, With New Leadership In Place, NISA Breaks Its Silence, su Midfield Press, 28 maggio 2019. URL consultato il 2 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2019).
  4. ^ (EN) NISA Network Staff, Ten Reasons NISA Is Different, su NISA Network, 7 agosto 2019. URL consultato il 7 luglio 2021.
  5. ^ About, in NISA, 6 giugno 2017. URL consultato il 19 giugno 2017 (archiviato il 26 giugno 2017).
  6. ^ New league seeks to finally bring pro/rel to US soccer, in NISA, 14 giugno 2017. URL consultato il 19 giugno 2017 (archiviato il 29 luglio 2017).
  7. ^ City said to be ripe for pro soccer | Sports | Journal Gazette, su journalgazette.net. URL consultato il 2 novembre 2020 (archiviato il 7 novembre 2020).
  8. ^ (EN) Obituary: NISA co-founder Jack Cummins, su socceramerica.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  9. ^ (EN) Todd D. Milewski | Wisconsin State Journal, Big Top hires Peter Wilt to launch pro soccer team at Breese Stevens Field in 2019, su madison.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  10. ^ (EN) Chris Kivlehan, Breaking: NISA Sanctioned By USSF, To Start In August, su Midfield Press, 17 febbraio 2019. URL consultato il 6 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2021).
  11. ^ Midfield Press » With New Leadership In Place, NISA Breaks Its Silence, su web.archive.org, 20 agosto 2019. URL consultato il 6 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2019).
  12. ^ (EN) Douglas Zimmerman on September 1, 2019 at 1:54 AM, Oakland Roots tie first ever game 3-3, su The Beautiful Blog, 1º settembre 2019. URL consultato il 6 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2021).
  13. ^ NISA Official Update, su nisasoccer.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  14. ^ 2020 NISA Fall Tournament Locks in on Detroit, su nisasoccer.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  15. ^ NISA Fall 2020 Schedule Update, su nisaofficial.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  16. ^ NISA Launches Into Spring With Tournament in Chattanooga, su nisasoccer.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  17. ^ (EN) Detroit City FC claims NISA Championship title with win over LA Force, su FOX 2 Detroit, 4 luglio 2021. URL consultato il 6 luglio 2021.
  18. ^ NISA Formally Announces Shift to Spring/Fall Season, su nisasoccer.com. URL consultato il 17 settembre 2021.
  19. ^ ALBION San Diego Completes Professional Pyramid by Combining with NISA Team, su nisasoccer.com. URL consultato il 1º gennaio 2022.
  20. ^ NISA Independent Cup, su nisaofficial.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  21. ^ NISA Independent Cup Returns With Bigger, More Competitive Field, su nisaofficial.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  22. ^ (EN) NISA Announces NISA Nation, su Protagonist Soccer. URL consultato il 6 luglio 2021.
  23. ^ NISA Announces First Amateur Affiliation With Gulf Coast Premier League (GCPL), su nisasoccer.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  24. ^ NISA Grows Amateur Affiliations in Partnership with Newly-Minted Midwest Premier League, su nisaofficial.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  25. ^ NISA Expands Amateur Affiliations With the Eastern Premier Soccer League Agreement, su nisaofficial.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  26. ^ NISA Expands Amateur Affiliations To the Pacific With SoCal Premier, su nisaofficial.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  27. ^ NISA Scales up With Mountain Premier League Amateur Affiliation, su nisaofficial.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  28. ^ NISA Creates New Amateur Affiliation With Recently Re-Branded Cascadia Premier League, su nisasoccer.com. URL consultato il 1º settembre 2021.
  29. ^ NISA Solidifies Its Presence in the Mid-South Through Affiliation With Desmond Armstrong-Led Amateur League, su nisasoccer.com. URL consultato il 4 settembre 2021.
  30. ^ Equity and Opportunity at Heart of NISA Alliance With United Women\'s Soccer, su nisasoccer.com. URL consultato il 6 luglio 2021.
  31. ^ (EN) UWS & NISA Announce The Launch Of A Professional Women's League, su United Women's Soccer, 28 gennaio 2021. URL consultato il 6 luglio 2021.
  32. ^ (EN) INTRODUCING WOMEN’S INDEPENDENT SOCCER LEAGUE WISL • SoccerToday, su SoccerToday, 8 aprile 2021. URL consultato il 6 luglio 2021.
  33. ^ Gold Star FC Approved as Newest Elected Member of the National Independent Soccer Association, su nisasoccer.com. URL consultato il 24 luglio 2022.
  34. ^ NISA Approves Membership for 1000 Oaks FC, su nisasoccer.com. URL consultato il 14 gennaio 2022.
  35. ^ NISA Receives 2023 Application From 1000 Oaks FC, su nisasoccer.com. URL consultato il 14 gennaio 2022.
  36. ^ NISA Grants Membership Approval to Savannah Clovers FC, su nisasoccer.com. URL consultato il 14 gennaio 2022.
  37. ^ (EN) Chris Kivlehan, Bob Watkins Talks NISA Sanctioning Timeline, New England Club Stadium, su Midfield Press, 16 ottobre 2018. URL consultato il 24 novembre 2020 (archiviato il 9 novembre 2020).
  38. ^ (EN) Chris Kivlehan, New England Set To Join NISA For 2019 Season, su Midfield Press, 15 ottobre 2018. URL consultato l'11 novembre 2020 (archiviato il 9 novembre 2020).
  39. ^ New Professional Soccer Team coming to Connecticut, su nisasoccer.com. URL consultato il 24 novembre 2020 (archiviato il 19 settembre 2020).
  40. ^ Miami FC e California United Strikers campioni rispettivamente della Eastern e della Western Conference e qualificati per i playoff di fine stagione, poi mai disputati

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio