Apri il menu principale
Naturhistorisches Museum
Naturhistorisches Museum Wien Logo.svg
Naturhistorisches Museum Vienna June 2006 241.jpg
Ubicazione
StatoAustria Austria
LocalitàVienna
IndirizzoBurgring 7 A
Caratteristiche
TipoStoria naturale
Apertura1891
DirettoreChristian Koeberl
Visitatori564 512
Sito web

Coordinate: 48°12′18.48″N 16°21′33.82″E / 48.205134°N 16.359394°E48.205134; 16.359394

Il Naturhistorisches Museum di Vienna (Museo di storia naturale in lingua italiana) è uno dei più grandi musei di scienze naturali del mondo e il più grande museo di tutta l'Austria.

Il Naturhistorisches Museum di Vienna

SedeModifica

È stato aperto nel 1891 contemporaneamente al Kunsthistorisches Museum, con cui condivide l'aspetto esteriore e che fronteggia su Maria-Theresien-Platz. Il museo è stato costruito per ospitare l'enorme collezione degli Asburgo. Entrambi gli edifici sono stati costruiti tra il 1872 ed il 1891 sulla Ringstraße secondo i progetti di Gottfried Semper e Karl von Hasenauer.

RaccoltaModifica

 
Aula dei Dinosauri, in primo piano la ricostruzione di un Allosaurus, accanto allo scheletro di un sauropode.

Le collezioni di insetti del museo risalgono al 1793, quando Francesco I d'Austria acquistò le collezioni scientifiche di Joseph Natterer. Nel 1806 il museo comprò una collezione di insetti europei da Johann Carl Megerle di Muehlfeld. Megerle stesso divenne il primo curatore e si occupò dell'acquisto della collezione Gundian di farfalle europee. Queste vecchie raccolte sono state distrutte da un incendio nel 1848.

Il viaggio di Johann Natterer in Brasile (1817 - 1835) portò ad un forte ampliamento della collezione; si pensi che 60.000 insetti facevano parte del "Museo Brasiliano" ospitato nella Harrach' House che scampò all'incendio.

Nel 1859 la fregata Novara tornò da un viaggio intorno al mondo e riportò molti nuovi insetti che furono aggiunti a quelli già in possesso del museo e la cui sistemazione fu curata da L. Redtenbacher (Coleotteri), F. M. Brauer (Neurotteri), H. de Saussure (Imenotteri tranne Formicidi), G. Mayr (Formicidi e Rincoti), I. R. Schiner (Ditteri), C. Felder, R. Felder e A. Rogenhofer (Lepidotteri), gli entomologi Ganglbauer e Holdhaus (Coleotteri), Kohl e Maidl (Imenotteri), Handlirsch (insetti fossili) che contribuirono alla reputazione internazionale del museo.

La presente collezione risale al 1876.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN135516048 · ISNI (EN0000 0001 2112 4115 · GND (DE35915-4 · BNF (FRcb123165438 (data) · WorldCat Identities (EN135516048
  Portale Musei: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musei