Nazionale di calcio del Kosovo

rappresentativa nazionale di calcio maschile del Cossovo

«Nel marzo del 2014... la nazionale del Kosovo ha giocato la sua prima partita di calcio ufficiale, un'amichevole contro Haiti. È stata una catarsi: l'incontro è stato seguito con una passione degna di una finale della Coppa del mondo, anche se non ha avvicinato molto l'ingresso del Kosovo nella FIFA, la federazione internazionale che gestisce il calcio.»

(Julian Borger[1])

La nazionale di calcio del Kosovo (in albanese Përfaqësuesja kosovare e futbollit ed in serbo Fudbalski savez Kosova) è la rappresentativa nazionale di calcio maschile del Kosovo e opera sotto la giurisdizione della relativa federazione, che da maggio 2016 è affiliata UEFA e FIFA[3].

Kosovo Kosovo
FF Kosovo logo.svg
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FFK
Confederazione UEFA
Codice FIFA KVX
Soprannome Dardanët (I Dardani)
Selezionatore Francia Alain Giresse
Record presenze Amir Rrahmani (47)
Capocannoniere Vedat Muriqi (21)
Ranking FIFA 107º[2] (6 ottobre 2022)
Esordio internazionale
Kosovo Kosovo 2 - 0 Fær Øer Fær Øer
Francoforte sul Meno, Germania; 3 giugno 2016
Migliore vittoria
Malta Malta 0 - 5 Kosovo Kosovo
Ta' Qali, Malta; 17 novembre 2018
Kosovo Kosovo 5 - 0 Burkina Faso Burkina Faso
Pristina, Kosovo; 24 marzo 2022
Peggiore sconfitta
Kosovo Kosovo 0 - 6 Croazia Croazia
Scutari, Albania; 6 ottobre 2016
Nations League
Partecipazioni 3 (esordio: 2018-2019)
Miglior risultato 7º posto nella Lega C 2022-2023

Benché il suo debutto come selezione de facto risalga al 5 marzo 2014 contro Haiti, la sua prima partita in qualità di nazionale riconosciuta internazionalmente è del 3 giugno 2016, un'amichevole contro le Fær Øer a Francoforte sul Meno (Germania) vinta per 2-0; il primo incontro per una competizione ufficiale è invece del 5 settembre successivo a Turku, in casa della Finlandia, un pareggio 1-1 valido per la qualificazione al campionato del mondo 2018.

Occupa attualmente il 107º posto della classifica mondiale della FIFA.[2]. Il miglior piazzamento della storia della selezione kosovara è il 106º posto, occupato nel corso del 2022.

StoriaModifica

La selezione di calcio del Kosovo nacque per opera della neoistituita federazione sulla scorta dell'unilaterale proclamazione d'indipendenza del Kosovo dalla Serbia, avvenuta il 17 febbraio 2008; per gli 8 anni successivi a tale pronunciamento la FIFA non ufficializzò la posizione della federazione, riservando il riconoscimento solo a quelle dei Paesi membri ONU, la cui affiliazione al Kosovo era (ed è tuttora) impedita dal veto della Russia, alleata della Serbia[4]; Albert Bunjaku, ex calciatore jugoslavo, è stato dal 2009 al 2017 il primo C.T. della selezione.

Il 14 gennaio 2014 la FIFA tolse il divieto ad altre selezioni di disputare incontri con il Kosovo, a eccezione delle altre Nazionali ex-jugoslave. Alla squadra del Kosovo fu tuttavia fatto divieto di esporre qualsivoglia simbolo identificativo nazionale (bandiere e/o inni)[5]; il 5 marzo 2014 disputò il primo incontro in regime di permissivismo contro Haiti[6] pareggiando 0-0.

Con una decisione giudicata controversa[7] per il precedente che costituisce in ottica politica e diplomatica, e contro il volere della Federcalcio e del governo serbi[7], il 3 maggio 2016 il congresso annuale dell'UEFA votò (28 delegati favorevoli e 24 contrari) l'ammissione del Kosovo[7]; il 13 maggio successivo giunse anche il riconoscimento da parte della FIFA[8].

La prima rassegna internazionale cui partecipò il Kosovo furono le qualificazioni al campionato del mondo 2018, in occasione delle quali fu inserito nel girone con Croazia, Finlandia, Islanda, Turchia e Ucraina. Il 5 settembre 2016 l'esordio in gare ufficiali, a Turku contro la Finlandia, si concluse con un pareggio per 1-1, con gol kosovaro di Valon Berisha[9].

Inserito nel gruppo 3 della Lega D della UEFA Nations League 2018-2019 con Azerbaigian, Fær Øer e Malta, il Kosovo esordì nel torneo il 7 settembre 2018 con un pareggio sul campo degli azeri, mentre il 10 settembre giunse la prima vittoria in match ufficiali, per 2-0 contro le Fær Øer. La squadra balcanica chiuse il girone al primo posto della classifica da imbattuta (con 14 punti, frutto di 4 vittorie e 2 pareggi in 6 partite) garantendosi l'accesso ai play-off per qualificarsi al campionato d'Europa 2020[10]. Nelle qualificazioni all'europeo la squadra ottiene ottimi risultati (come il successo per 2-1 contro la Rep. Ceca),[11][12] ma termina al terzo posto nel girone, dovendosi così accontentare di disputare i play-off per qualificarsi all'europeo,[13] dove come avversario trova la Macedonia del Nord,[14] che eliminerà il Kosovo. Nel dicembre 2019 la squadra raggiunge il 115º posto del ranking FIFA, risultando, dopo l'Italia, la nazionale europea che ha compiuto i maggiori progressi nella graduatoria in un anno solare[15].

Nella UEFA Nations League 2020-2021 viene inserita nella Lega C dove ottiene 5 punti dopo una vittoria contro la Moldavia e due pareggi, contro Moldavia e Grecia. Nella classifica finale risulta 12° nella sua lega, evitando quindi i play-off per la retrocessione. Viene inserita nel gruppo B per le qualificazioni a Qatar 2022 insieme a Spagna, Svezia, Grecia e Georgia dove ha concluso all'ultimo posto con 5 punti, senza quindi qualificarsi alla fase finale della competizione iridata.

Nella successiva edizione della UEFA Nations League colleziona 3 vittorie e 3 sconfitte nel Gruppo 2 della Lega C, classificandosi seconda del girone alle spalle della Grecia, e al 7o posto generale in Lega C, miglior risultato di sempre.

Colori e simboliModifica

La divisa del Kosovo aveva molta somiglianza con la maglietta della nazionale albanese, ma con un disegno differente. Con l'indipendenza proclamata nel 2008 e l'ufficializzazione della nuova bandiera, la divisa fu cambiata su invito della UEFA, con l'adozione del colore azzurro (con bordi gialli) per la maglia e per i calzettoni, bianco per i pantaloncini, i colori nazionali. In trasferta i colori sono invertiti: maglietta gialla, pantaloncini blu, calzettoni come la maglia.

DiviseModifica

2016-2018
Casa Trasferta Terza Divisa
Kelme

InnoModifica

Spesse volte fra i tifosi del Kosovo viene intonato l'inno dell'Albania, Himni i Flamurit (l'Inno alla Bandiera), reputato fra questi più consono che quello moderno del Kosovo.

Tifoseria e rivalitàModifica

GemellaggiModifica

La nazionale di calcio del Kosovo è gemellata direttamente con quella d'Albania. Nel 2014 la prima rosa della nazionale del Kosovo si è formata da giocatori provenienti della nazionale d'Albania.

Statistiche dettagliate sui tornei internazionaliModifica

Campionato mondialeModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Reti
2018   Russia Non qualificato - - - -
2022   Qatar Non qualificato - - - -

EuropeiModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
2020[16]   Europa Non qualificato - - - -

Nations LeagueModifica

Anno Luogo (fase finale) Piazzamento V N P Gol
2018-2019   Portogallo 3° in Lega D[17] 4 2 0 15:2
2020-2021   Italia 12° in Lega C 1 2 3 4:6
2022-2023   Paesi Bassi 7° in Lega C 3 0 3 11:8

Partite dal 2014 ad oggiModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Incontri ufficiali della Nazionale di calcio del Kosovo.

Rosa attualeModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Calciatori della Nazionale kosovara.

Lista dei giocatori convocati per le gare di UEFA Nations League 2022-2023 del settembre 2022.

Presenze e reti aggiornate al 27 settembre 2022, al termine della sfida contro Cipro.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
P Samir Ujkani 5 luglio 1988 (34 anni) 32 0
P Arijanet Muric 7 novembre 1998 (24 anni) 28 0
P Visar Bekaj 24 maggio 1997 (25 anni) 3 0
D Amir Rrahmani 24 febbraio 1994 (28 anni) 48 6
D Fidan Aliti 3 ottobre 1993 (29 anni) 44 1
D Florent Hadergjonaj 31 luglio 1994 (28 anni) 25 1
D Ibrahim Drešević 24 gennaio 1997 (25 anni) 21 0
D Betim Fazliji 5 aprile 1999 (23 anni) 16 0
D Mirlind Kryeziu 26 gennaio 1997 (25 anni) 8 0
D Lumbardh Dellova 1º gennaio 1999 (23 anni) 1 0
C Milot Rashica 28 giugno 1996 (26 anni) 46 8
C Arbër Zeneli 25 febbraio 1995 (27 anni) 31 9
C Bersant Celina 9 settembre 1996 (26 anni) 31 1
C Hekuran Kryeziu 12 febbraio 1993 (29 anni) 28 0 svincolato
C Zymer Bytyqi 11 settembre 1996 (26 anni) 17 1
C Florian Loshaj 13 agosto 1996 (26 anni) 17 0
C Florent Muslija 6 luglio 1998 (24 anni) 13 1
C Donat Rrudhani 2 maggio 1999 (23 anni) 6 1
C Toni Domgjoni 4 settembre 1998 (24 anni) 4 1
C Ilir Krasniqi 2 aprile 2000 (22 anni) 1 0
C Lindon Emërllahu 7 dicembre 2002 (19 anni) 1 0
A Vedat Muriqi 24 aprile 1994 (28 anni) 44 23
A Elbasan Rashani 9 maggio 1993 (29 anni) 23 4

Statistiche individualiModifica

In grassetto i giocatori in attività.

Aggiornato al 27 settembre 2022.

Record di presenze
Pos. Giocatore Pres. Reti Periodo
1 Amir Rrahmani 48 6 2014-
2 Milot Rashica 46 8 2016-
3 Mërgim Vojvoda 45 2 2017-
4 Fidan Aliti 44 1 2017-
Vedat Muriqi 23 2016-
6 Valon Berisha 36 4 2016-
7 Besar Halimi 32 3 2015-
Samir Ujkani 0 2014-
9 Bersant Celina 31 1 2014-
Arbër Zeneli 9 2016-
Record di reti
Pos. Giocatore Reti Pres. Periodo
1 Vedat Muriqi 23 44 2016-
2 Arbër Zeneli 9 31 2016-
3 Milot Rashica 8 46 2016-
4 Amir Rrahmani 6 48 2014-
5 Elbasan Rashani 4 23 2015-
Benjamin Kololli 24 2016-
Valon Berisha 36 2016-
8 Edon Zhegrova 3 28 2018-
Besar Halimi 32 2015-
Atdhe Nuhiu 19 2017-


Staff tecnicoModifica

Staff tecnico

Confronti con le altre nazionaliModifica

Saldo generaleModifica

Aggiornato al 19 novembre 2022.[18]

Nazionale G. V. Pa. Pe. RF RS DR Ultima vittoria Ultimo pareggio Ultima sconfitta
  Albania 2 1 0 1 4 2 +2 29 maggio 2018 11 novembre 2020
  Armenia 1 0 1 0 2 2 0 16 novembre 2022
  Azerbaigian 2 1 1 0 4 0 0 20 novembre 2018 7 settembre 2018
  Bulgaria 2 1 1 0 4 3 0 10 giugno 2019 25 marzo 2019
  Burkina Faso 2 2 0 0 7 0 +7 24 marzo 2022
  Cipro 2 2 0 0 7 1 +6 27 settembre 2022
  Croazia 2 0 0 2 0 7 -7 2 settembre 2017
  Danimarca 1 0 1 0 2 2 0 21 marzo 2019
  Fær Øer 4 2 2 0 6 2 +4 10 settembre 2018 19 novembre 2022
  Finlandia 2 0 1 1 1 2 -1 5 settembre 2016 5 settembre 2017
  Gambia 1 1 0 0 1 0 +1 11 giugno 2021
  Georgia 2 1 0 1 2 2 0 2 settembre 2021 12 ottobre 2021
  Gibilterra 1 1 0 0 1 0 +1 10 ottobre 2019
  Giordania 1 0 0 1 0 2 -2 10 novembre 2021
  Grecia 6 0 3 3 3 7 -4 14 novembre 2021 12 giugno 2022
  Guinea 1 0 0 1 1 2 -1 8 giugno 2021
  Inghilterra 2 0 0 2 3 9 -6 17 novembre 2019
  Irlanda del Nord 2 1 0 1 4 4 0 9 giugno 2022 24 settembre 2022
  Islanda 2 0 0 2 1 4 -3 9 ottobre 2017
  Lettonia 1 1 0 0 4 3 +1 13 novembre 2017
  Lituania 1 1 0 0 4 0 +4 24 marzo 2021
  Macedonia del Nord 1 0 0 1 1 2 -1 8 ottobre 2020
  Madagascar 1 1 0 0 1 0 +1 24 marzo 2018
  Malta 3 3 0 0 10 2 +8 4 giugno 2021
  Moldavia 2 1 1 0 2 1 +1 18 novembre 2020 3 settembre 2020
  Montenegro 2 1 1 0 3 1 +2 14 ottobre 2019 7 giugno 2019
  Rep. Ceca 2 1 0 1 3 3 0 7 settembre 2019 14 novembre 2019
  San Marino 1 1 0 0 4 1 +3 1 giugno 2021
  Slovenia 2 0 0 2 1 3 -2 15 novembre 2020
  Spagna 2 0 0 2 1 5 -4 9 settembre 2021
  Svezia 3 0 0 3 0 7 -7 9 ottobre 2021
  Svizzera 1 0 1 0 1 1 0 29 marzo 2022
  Turchia 2 0 0 2 1 6 -5 11 giugno 2017
  Ucraina 2 0 0 2 0 5 -5 6 ottobre 2017
Totali 64 23 13 28 89 91 -2

* Nota: la partita viene indicata come un pareggio quando finisce ai calci di rigore.

Statistiche partiteModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Incontri ufficiali della Nazionale di calcio del Kosovo.

Dati aggiornati al 19 novembre 2022.

Competizione Partite Vittorie Pareggi Sconfitte Gol fatti Gol subiti Diff. reti
Amichevoli 19 11 4 4 37 18 +19
Nations League 18 8 4 6 30 16 +14
Qualificazioni Europei 9 3 2 4 14 18 -4
Qualificazioni Mondiali 18 1 3 14 8 39 -31
Totali 64 23 13 28 89 91 -2

NoteModifica

  1. ^ Julian Borger, Mi chiamo Toniblèr, The Guardian; tradotto in Internazionale, n. 1096, 3/9 aprile 2015, p. 49.
  2. ^ a b (EN) Men's Ranking, su fifa.com. URL consultato il 6 ottobre 2022.
  3. ^ Anche la Fifa dice sì al Kosovo, la Serbia ricorre al Tas, 14 15 2016.
  4. ^ (EN) UEFA Chief Reacts to FIFA's Kosovo Decision, Beograd, Balkan Insights, 23 maggio 2012. URL consultato il 23 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2012).
  5. ^ Calcio:Fifa, ok a Kosovo a giocare amichevoli internazionali Ansamed.info
  6. ^ La prima partita di calcio del Kosovo, Il Post.it, 2 marzo 2014.
  7. ^ a b c (EN) James Montague, UEFA’s Recognition of Kosovo Angers Serbs, in The New York Times, 3 maggio 2016. URL consultato il 23 gennaio 2016.
  8. ^ (EN) Kosovo’s recognition by FIFA is a step towards international legitimacy, in The Economist, 17 maggio 2016. URL consultato il 23 gennaio 2018.
  9. ^ Kosovo: storico pareggio nella prima gara ufficiale, La Repubblica, 5 settembre 2016.
  10. ^ Imbattibilità, promozione in Nations League e sogno Euro 2020: la favola del Kosovo, su Eurosport, 21 novembre 2018. URL consultato il 23 novembre 2019.
  11. ^ Euro 2020: Kosovo-Repubblica Ceca 2-1 - Calcio, su Agenzia ANSA, 7 settembre 2019. URL consultato il 23 novembre 2019.
  12. ^ (EN) Kosovo beat Czech Republic to boost Euro 2020 dream, 7 settembre 2019. URL consultato il 23 novembre 2019.
  13. ^ Euro 2020, CR99 e Portogallo qualificato: ok Francia e Inghilterra, su Fox Sports, 17 novembre 2019. URL consultato il 23 novembre 2019.
  14. ^ (EN) Macedonian Football | Macedonia to face Kosovo in the play-off semifinal, su macedonianfootball.com. URL consultato il 23 novembre 2019.
  15. ^ Ranking Fifa: è l’Italia la Nazionale europea migliorata di più, La Gazzetta dello Sport, 19 dicembre 2019.
  16. ^ Originariamente previsto per il 2020, fu posticipato al 2021 in seguito alla pandemia di COVID-19 del 2019-2021
  17. ^ Promosso in Lega C
  18. ^ Si tiene conto delle sole gare ufficiali

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio