Apri il menu principale
Sudan Sudan
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione SFA
Sudan Football Association
Confederazione CAF
Codice FIFA SDN
Soprannome Sokoor Al-Jediane
(I falchi di Jediane)
Selezionatore Croazia Zdravko Logarušić
Record presenze Haitham Mustafa Karar (102)
Capocannoniere Haytham Tambal (26)
Ranking FIFA 128º (16 agosto 2018)[1]
Esordio internazionale
Etiopia Etiopia 1 - 2 Sudan Sudan
Etiopia; 16 novembre 1956
Migliore vittoria
Sudan Sudan 15 - 0 Mascate e Oman Flag of Muscat.svg
Il Cairo, Egitto; 2 settembre 1965
Peggiore sconfitta
Corea del Sud Corea del Sud 8 - 1 Sudan Sudan
Seul, Corea del Sud; 10 settembre 1979
Coppa d'Africa
Partecipazioni 8 (esordio: 1957)
Miglior risultato Oro Campioni nel 1970

La nazionale di calcio del Sudan è la rappresentativa nazionale calcistica del Sudan ed è posta sotto l'egida della Sudan Football Association, che, fondata nel 1936, è affiliata alla FIFA dal 1948 ed inoltre ha fondato la Confédération Africaine de Football nel 1957 insieme ad Egitto, Etiopia e Sudafrica.

Organizzò la Coppa delle Nazioni Africane 1957, la prima edizione in assoluto della competizione, arrivando al terzo ed ultimo posto. Andò meglio nell'edizione del 1970, sempre giocata in casa, quando la squadra batté in finale il Ghana 1-0, aggiudicandosi così il trofeo davanti al proprio pubblico. Il Sudan non è più riuscito a replicare quella prestazione e dal 1976 non si è più neppure qualificato per la fase finale della Coppa d'Africa fino al 2008, quando fu eliminato al primo turno. Quattro anni dopo invece raggiunse i quarti di finale, dove fu eliminato dallo Zambia poi laureatosi campione.

Nella graduatoria FIFA in vigore da agosto 1993 il miglior posizionamento raggiunto è stato il 74º posto nel dicembre 1996, mentre il peggiore è stato il 140º posto di settembre 2013. Occupa attualmente il 128º posto della graduatoria.[1]

Indice

StoriaModifica

Esordi e primo quindicennio (1956-1970)Modifica

La federazione calcistica del Sudan fu costituita nel 1936 e si affiliò alla FIFA nel 1948. La nazionale sudanese esordì il 16 novembre 1956 battendo l'Etiopia in Etiopia per 2-1. Nel 1957 la federcalcio sudanese fu tra le associazioni fondatrici della CAF. Dal 1930 al 1950 la nazionale sudanese non si iscrisse alle eliminatorie della Coppa del mondo, mentre si ritirò dalle edizioni del 1958, 1962 e 1966.

La Coppa delle Nazioni Africane 1957, prima edizione della competizione, si tenne in Sudan. La nazionale di casa fu sconfitta per 2-1 dall'Egitto e terminò il torneo al terzo ed ultimo posto. Nel 1959, dopo aver battuto per 1-0 l'Etiopia, raggiunse la finale, ma perse ancora contro l'Egitto per 2-1.

Nel 1963, dopo il forfeit del Kenya, pareggiò per 2-2 contro gli egiziani e batté per 4-0 la Nigeria, prima di perdere la finale contro il Ghana per 3-0. La squadra sudanese fu invece eliminata al primo turno di Coppa d'Africa nel 1962, nel 1965 e nel 1968.

Il 2 settembre 1965 ottenne la più larga vittoria della propria storia battendo per 15-0 l'Oman al Cairo.

La Coppa d'Africa vinta nel 1970Modifica

Nell'edizione del 1970 della Coppa d'Africa il Sudan si laureò campione continentale davanti ai propri tifosi. Dopo aver sconfitto per 3-0 l'Etiopia fu battuto per 1-0 dalla Costa d'Avorio, ma sconfisse per 2-1 il Camerun e superò il girone da secondo classificato. In semifinale regolò per 2-1 la Repubblica Araba Unita e in finale sconfisse il Ghana per 1-0, mettendo in bacheca il primo e sinora unico trofeo della propria storia.

Anni 1970Modifica

Esordì nelle eliminatorie di Coppa del mondo nelle qualificazioni a Messico 1970. Battuto lo Zambia e superata l'Etiopia, uscì nel turno finale, sconfitto da Marocco e Nigeria.

Nel 1972 la compagine sudanese non riuscì a confermarsi campione d'Africa, ma fu anzi eliminata già al primo turno dopo due pareggi contro Marocco (1-1) e Zaire (1-1) e una sconfitta contro la Rep. del Congo (2-4). Fu assente dalla Coppa d'Africa 1974, mentre uscì subito nelle eliminatorie del campionato del mondo 1974 dopo due sconfitte (0-2 e 0-1) contro il Kenya.

Nella Coppa d'Africa 1976 il Sudan fu eliminato ancora al primo turno con un bilancio di due pareggi ancora contro Marocco (2-2) e Zaire (1-1) e una sconfitta contro la Nigeria (1-0). Non partecipò alle eliminatorie del campionato del mondo 1978 e si ritirò dalle qualificazioni alla Coppa d'Africa 1978.

Il 10 settembre 1979, perdendo per 8-0 a Seul contro la Corea del Sud, fece registrare la sconfitta più larga della propria storia.

Periodo di magra (1970-2006)Modifica

Nella Coppa CECAFA, competizione contesa tra le nazionali dell'Africa centrale e quelle dell'Africa orientale, ottenne un successo nell'edizione del 1980 contro la Tanzania, mentre nelle qualificazioni al campionato del mondo 1982 cadde al secondo turno contro l'Algeria.

Dal 1980 al 2006 non riuscì a qualificarsi per la fase finale della Coppa d'Africa, nella cui fase conclusiva avrebbe fatto ritorno solo nell'edizione del 2008.

Nelle qualificazioni africane al mondiale di Messico 1986 e in quelle per Italia 1990 uscì al primo turno, sempre contro l'Angola. Non prese parte, invece, alle eliminatorie di Stati Uniti 1994. Non partecipante all'edizione della Coppa d'Africa 1982, si ritirò dalle eliminatorie della Coppa d'Africa 1986.

Si ritirò dalle eliminatorie della Coppa d'Africa 1998, mentre non si iscrisse alle qualificazioni alla Coppa d'Africa 2000. Nelle eliminatorie CAF per il mondiale di Francia 1998 uscì contro lo Zambia al primo turno.

Nelle qualificazioni al campionato del mondo 2002 la nazionale del Sudan fu eliminata nel turno finale, classificandosi terza nel proprio girone da sei squadre dietro a Nigeria e Liberia e davanti a Ghana e Sierra Leone. Nelle eliminatorie della Coppa del mondo 2006 il Sudan si piazzò, invece, quinto nel proprio girone finale, dietro a Costa d'Avorio, Camerun, Libia ed Egitto e davanti al Benin.

Ritorno sulla scena continentale (2007-oggi)Modifica

Nella Coppa CECAFA 2007 il Sudan si aggiudicò il trofeo ottenendo due pareggi contro Zanzibar ed Etiopia e una vittoria ai quarti di finale contro la Tanzania, per poi battere il Burundi in semifinale e il Ruanda in finale (4-2 ai tiri di rigore dopo il 2-2 dei tempi supplementari).

Il buon momento della nazionale fu confermato dalla qualificazione alla Coppa d'Africa 2008, che vide il Sudan nella fase finale del torneo dopo ben 32 anni. La squadra uscì, tuttavia, al primo turno, dopo tre sconfitte contro Camerun (3-0), Zambia (3-0) ed Egitto (3-0).

Dopo la mancata qualificazione all'edizione del Coppa d'Africa 2010, il Sudan giunse sino ai quarti di finale della Coppa d'Africa 2012, eliminato dallo Zambia poi vincitore del trofeo. Seguirono tre mancate qualificazioni alla fase finale (2013, 2015, 2017).

Commissari tecniciModifica

PalmarèsModifica

Sudan 1970
Sudan 1980, Etiopia 2006, Tanzania 2007
  • Harmony Cup: 1
2009

Partecipazioni ai tornei internazionaliModifica

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1930 Non partecipante
1934 Non partecipante
1938 Non partecipante
1950 Non partecipante
1954 Non partecipante
1958 Ritirata
1962 Ritirata
1966 Ritirata
1970 Non qualificata
1974 Non qualificata
1978 Ritirata
1982 Non qualificata
1986 Non qualificata
1990 Non qualificata
1994 Ritirata
1998 Non qualificata
2002 Non qualificata
2006 Non qualificata
2010 Non qualificata
2014 Non qualificata
2018 Non qualificata
Coppa d'Africa
Edizione Risultato
1957 Terzo posto  
1959 Secondo posto  
1962 Non qualificata
1963 Secondo posto  
1965 Non qualificata
1968 Non qualificata
1970 Campione  
1972 Primo turno
1974 Non qualificata
1976 Primo turno
1978 Ritirata
1980 Non qualificata
1982 Non partecipante
1984 Non qualificata
1986 Ritirata
1988 Non qualificata
1990 Non qualificata
1992 Non qualificata
1994 Non qualificata
1996 Non qualificata
1998 Ritirata
2000 Non partecipante
2002 Non qualificata
2004 Non qualificata
2006 Non qualificata
2008 Primo Turno
2010 Non qualificata
2012 Quarti di finale
2013 Non qualificata
2015 Non qualificata
2017 Non qualificata
2019 Non qualificata
Giochi olimpici[2]
Edizione Risultato
Confederations Cup
Edizione Risultato
1992 Non invitata
1995 Non invitata
1997 Non qualificata
1999 Non qualificata
2001 Non qualificata
2003 Non qualificata
2005 Non qualificata
2009 Non qualificata
2013 Non qualificata
2017 Non qualificata
2021

Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni

Tutte le roseModifica

Coppa d'AfricaModifica

Coppa d'Africa 2008
Salim, 2 Bakhit, 3 El-Tayeb, 4 Khider, 5 Yousif, 6 Justin, 7 Katoul Gibril, 8 Mustafa, 9 El-Bashir, 10 Tambal, 11 Babiker, 12 Galag, 13 Osman, 14 Mohamed, 15 Koku, 16 Abdallah, 17 El-Agab, 18 Jolit, 19 El Basha, 20 Amari, 21 Rihan, 22 Eldin, 23 Karongo, CT: Abdallah
Coppa d'Africa 2012
Rihan, 2 Eldin, 3 Koko, 4 Abdalgabar, 5 Yousif, 6 Omar, 7 Alagab, 8 Mustafa, 9 Osman, 10 El-Agab, 11 Galag, 12 Suliman, 13 Kortokaila, 14 Hamouda, 15 Abdallah, 16 El-Tahir, 17 El Basha, 18 Bashir, 19 Musa, 20 Salim, 21 Karongo, 22 Nassir, CT: Abdallah

Giochi olimpiciModifica

NOTA: per le informazioni sulle rose successive al 1948 visionare la pagina della Nazionale olimpica.

SquadraModifica

Lista dei convocati al Campionato delle Nazioni Africane 2018.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
1 P Awadelkarim Kafi 1º gennaio 1989 (30 anni) 1 0   Al-Hilal SC
16 P Akram El Hadi Salim 27 febbraio 1987 (32 anni) 37 0   Al-Hilal SC
21 P Munjed El Neel 1º gennaio 1995 (24 anni) 0 0   Al-Merrikh SC
3 D Hussein Ibrahim 3 settembre 1998 (20 anni) 3 0   Al-Hilal Club
4 D Omer Suleiman 1º gennaio 1989 (30 anni) 4 1   Wad Hashim SC
5 D Bakri Bashir 1º gennaio 1988 (31 anni) 13 0   Al-Hilal SC
6 D Hamza Dawood 1º gennaio 1996 (23 anni) 12 0   Al Khartoum SC
14 D Mohamed Hagar 1º gennaio 1986 (33 anni) 5 0   Al-Merrikh SC
15 D Athar El Tahir 1º gennaio 1996 (23 anni) 19 6   Al-Hilal Club
18 D Samawal Merghani 28 novembre 1990 (28 anni) 4 0   Al-Hilal Club
20 D Ahmed Adam Mohamed 1º gennaio 1996 (23 anni) 3 0   Al-Merrikh SC
22 D Abdellatif Saeed Osman 1º gennaio 1989 (30 anni) 21 0   Al-Hilal Club
2 C Abuaagla Abdalla 11 marzo 1993 (26 anni) 21 0   Al-Hilal Club
7 C Tajeldin Yagoub Elnour 23 settembre 1993 (25 anni) 1 0   Al-Merrikh SC
8 C Mohamed Hashim 16 agosto 1989 (29 anni) 4 0   Al-Merrikh SC
10 C Muhannad Tahir Osman (capitano) 3 dicembre 1984 (34 anni) 69 11   Al-Hilal SC
12 C El-Tahir El-Haj Hassan 28 novembre 1985 (33 anni) 27 0   Al-Hilal Club
17 C Elsmani Elsawi Saadeldin 31 ottobre 1991 (27 anni) 4 1   Al-Merrikh SC
19 C Mohamed Ahmed Bashir 23 maggio 1987 (32 anni) 30 5   Al-Hilal Club
23 C Nasr Eldin El Shigail 7 aprile 1985 (34 anni) 41 0   Al-Hilal Club
9 A Saif Eldin Malik Bakhit 1º gennaio 1994 (25 anni) 12 5   Al Khartoum SC
11 A Maaz Abdelraheem 25 marzo 1989 (30 anni) 15 1   Al-Hilal SC
13 A Walaa Eldin Musa 1º gennaio 2000 (19 anni) 7 3   Al-Hilal Club

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Men's Ranking, su fifa.com.
  2. ^ Come da regolamento FIFA vengono considerate le sole edizioni comprese tra il 1908 ed il 1948 in quanto sono le uniche ad essere state disputate dalle Nazionali maggiori. Per maggiori informazioni si invita a visionare questa pagina.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio