Nazionale di calcio dell'Uganda

Uganda Uganda
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FUFA
Federation of Uganda Football Associations
Confederazione CAF
Codice FIFA UGA
Soprannome The Cranes
(Le Gru)
Selezionatore Irlanda del Nord Johnny McKinstry
Ranking FIFA 77º (11 giugno 2020)[1]
Esordio internazionale
Kenya Kenya 1 - 1 Uganda Uganda
Nairobi, Kenya; 1º maggio 1926
Migliore vittoria
Uganda Uganda 13 - 1 Kenya Kenya
Uganda; 1932
Peggiore sconfitta
Egitto Egitto 6 - 0 Uganda Uganda
Alessandria, Egitto; 30 luglio 1995
Tunisia Tunisia 6 - 0 Uganda Uganda
Tunisi, Tunisia; 28 febbraio 1999
Coppa d'Africa
Partecipazioni 6 (esordio: 1962)
Miglior risultato Argento Secondo posto nel 1978

La nazionale di calcio dell'Uganda è la rappresentativa nazionale calcistica dell'Uganda ed è posta sotto l'egida della Federation of Uganda Football Associations. Fondata nel 1929, è affiliata alla FIFA ed alla CAF dal 1959.

Il suo miglior risultato è il secondo posto ottenuto nella Coppa d'Africa 1978, superata solo dal Ghana (2-0 in finale). Da allora non è più riuscita a qualificarsi per la fase finale della manifestazione sino alla Coppa d'Africa 2017. Con ben 11 trionfi detiene il record di vittorie in CECAFA Cup, torneo riservato a nazioni situate geograficamente nel centro-est dell'Africa.

Uno dei migliori giocatori della storia dell'Uganda è Tenywa Bonseu, difensore che ha militato in alcune squadre della Major League Soccer, mentre Majid Musisi fu il primo ugandese a giocare in un club europeo.

Nella graduatoria FIFA in vigore da agosto 1993 il miglior posizionamento raggiunto è stato il 63º posto nel settembre 2010, mentre il peggiore è stato il 121º posto di luglio 2002; occupa attualmente il 77º posto della graduatoria.[1]

StoriaModifica

La nazionale di calcio dell'Uganda esordì il 1º maggio 1926 contro il Kenya (1-1).

Esordì in Coppa d'Africa nel 1962, quando prese parte alla seconda edizione del torneo, che prevedeva la partecipazione di sole quattro squadre. Ammesso in semifinale, l'Uganda fu sconfitto (2-1) ed eliminato dalla Repubblica Araba Unita. Perse poi la finale per il terzo posto contro la Tunisia (3-0).

L'Uganda tornò a disputare la fase finale della Coppa d'Africa nel 1974, dove ottenne una sconfitta contro l'Egitto, un pareggio contro la Costa d'Avorio e una sconfitta contro lo Zambia. Fu eliminato al primo turno anche nel 1976, sconfitta da Etiopia, Egitto e Guinea.

Nella Coppa d'Africa 1978 si piazzò secondo. Sconfisse per 3-1 il Rep. del Congo, fu battuto per 3-1 dalla Tunisia e batté per 3-0 il Marocco. In semifinale eliminò la Nigeria (2-1) e in finale fu sconfitto dal Ghana (2-0).

Nel 2017 si è qualificato per la Coppa d'Africa dopo 39 anni. Ha concluso il torneo al primo turno, dopo due sconfitte per 1-0 contro Ghana ed Egitto e un pareggio per 1-1 contro il Mali.

Nelle qualificazioni per i Mondiali del 2018 l'Uganda supera agevolmente il secondo turno con un 4-0 complessivo ai danni del Togo, passando di fatto alla fase a gironi dove gli ugandesi non sfigurano contro avversari di alto livello come Egitto,Ghana e Rep. del Congo, difatti nel corso del girone le gru ottengono due pareggi per 0-0 contro il Ghana, una vittoria e un pareggio contro la Repubblica del Congo e una storica vittoria contro l'Egitto seguita da una sconfitta di misura in casa dei faraoni. Tuttavia i 9 punti conquistati non sono bastati agli ugandesi a qualificarsi contro i 13 degli egiziani primi in classifica.

Nelle qualificazioni per la Coppa d'Africa del 2019 l'Uganda dà continuità ai buoni risultati ottenuti con il CT Desabre dominando il gruppo L delle qualificazioni contro Tanzania,Capo Verde e Lesotho. Grazie a una vittoria per 1-0 a Kampala contro i capoverdiani le gru si qualificano con un turno di anticipo al torneo per la seconda edizione di fila.

Nella fase finale della competizione grazie alla vittoria per 2-0 contro la RD del Congo l'Uganda torna al successo in Coppa D'Africa dopo un digiuno durato quarantuno anni; nelle altre due partite del girone ottiene un pareggio (1-1 contro lo Zimbabwe) e una sconfitta (2-0 contro l'Egitto padrone di casa) passando il turno da seconda classificata, per poi essere eliminata agli ottavi di finale dopo una sconfitta per 1-0 contro il ben più quotato Senegal.

Commissari tecniciModifica

Confronti con le altre nazionaliModifica

Questi sono i saldi dell'Uganda nei confronti delle nazionali con cui sono stati disputati almeno 10 incontri.

Saldo positivoModifica

Nazionale Giocate Vinte Pareggiate Perse Reti fatte Reti subite Differenza
  Kenya 56 20 19 17 64 54 +10
  Tanzania 41 23 11 7 71 40 +31
  Zambia 30 15 7 8 36 30 +6
  Ruanda 26 11 7 8 33 20 +13
  Malawi 24 11 6 7 30 27 +3
  Sudan 20 9 7 4 30 20 +10
  Somalia 17 13 3 1 48 6 +42

Saldo neutroModifica

Nazionale Giocate Vinte Pareggiate Perse Reti fatte Reti subite Differenza
  Etiopia 24 8 8 8 32 28 +4

Saldo negativoModifica

Nazionale Giocate Vinte Pareggiate Perse Reti fatte Reti subite Differenza
  Egitto 11 1 2 8 10 22 −12
  Zimbabwe 11 1 6 4 8 10 −2

PalmarèsModifica

  Campione (13): (record) 1973, 1976, 1977, 1989, 1990, 1992, 1996, 2000, 2003, 2008, 2009, 2011, 2012
  Secondo posto (5): 1974, 1982, 1994, 1995, 2000
  Terzo posto (7): 1975, 1983, 1984, 1987, 1991, 2007, 2010

Partecipazioni ai tornei internazionaliModifica

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1930 Non partecipante
1934 Non partecipante
1938 Non partecipante
1950 Non partecipante
1954 Non partecipante
1958 Non partecipante
1962 Non partecipante
1966 Non partecipante
1970 Non partecipante
1974 Non partecipante
1978 Non qualificata
1982 Ritirata
1986 Non qualificata
1990 Non qualificata
1994 Ritirata
1998 Non qualificata
2002 Non qualificata
2006 Non qualificata
2010 Non qualificata
2014 Non qualificata
2018 Non qualificata
Coppa d'Africa
Edizione Risultato
1957 Non partecipante
1959 Non partecipante
1962 Quarto posto
1963 Ritirata
1965 Non qualificata
1968 Primo turno
1970 Non qualificata
1972 Non qualificata
1974 Primo turno
1976 Primo turno
1978 Secondo posto  
1980 Ritirata
1982 Ritirata
1984 Non qualificata
1986 Non qualificata
1988 Non qualificata
1990 Ritirata
1992 Non qualificata
1994 Non qualificata
1996 Non qualificata
1998 Non qualificata
2000 Non qualificata
2002 Non qualificata
2004 Non qualificata
2006 Non qualificata
2008 Non qualificata
2010 Non qualificata
2012 Non qualificata
2013 Non qualificata
2015 Non qualificata
2017 Primo turno
2019 Ottavi di finale
Giochi olimpici[2]
Edizione Risultato
Confederations Cup
Edizione Risultato
1992 Non invitata
1995 Non invitata
1997 Non qualificata
1999 Non qualificata
2001 Non qualificata
2003 Non qualificata
2005 Non qualificata
2009 Non qualificata
2013 Non qualificata
2017 Non qualificata

Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni

Tutte le roseModifica

Coppa d'AfricaModifica

Coppa d'Africa 2017
Odongkara, 2 Ochaya, 3 G. Kizito, 4 Juuko, 5 Isinde, 6 Mawejje, 7 Sentamu, 8 Aucho, 9 Sserunkuma, 10 L. Kizito, 11 Massa, 12 Iguma, 13 Oloya, 14 Wadada, 15 Walusimbi, 16 Wasswa, 17 Miya, 18 Onyango, 19 Salim, 20 Awany, 21 Shaban, 22 Batambuze, 23 Azira, CT: Sredojević


Coppa d'Africa 2019
Odongkara, 2 Ochaya, 3 Awany, 4 Juuko, 5 Mugabi, 6 Lwanga, 7 Okwi, 8 Aucho, 9 Kaddu, 10 Kizito, 11 Nsibambi, 12 Mukiibi, 13 Kateregga, 14 Wadada, 15 Walusimbi, 16 Wasswa, 17 Miya, 18 Onyango, 19 Salim, 20 Muleme, 21 Kyambadde, 22 Abdu, 23 Azira, CT: Desabre


Rosa attualeModifica

I seguenti giocatori sono stati convocati per le partite valide per le qualificazioni alla Coppa delle Nazioni Africane 2021 contro il Sudan del Sud del 28 marzo e 31 marzo 2020.[3][4]

Presenze e reti aggiornate al 13 ottobre 2019, dopo la partita contro l'Etiopia.[5]

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
P Denis Onyango 15 maggio 1985 (35 anni) 78 -?
P Jamal Salim 27 maggio 1995 (25 anni) 6 -?
D Nicholas Wadada 27 luglio 1994 (25 anni) 59 1
D Joseph Ochaya 14 dicembre 1993 (26 anni) 55 2
D Timothy Awany 6 agosto 1996 (23 anni) 34 0
D Bevis Mugabi 1º maggio 1995 (25 anni) 10 0
D Alex Kakuba 12 giugno 1991 (29 anni) 4 0
D Ronald Mukiibi 16 settembre 1991 (28 anni) 3 0
D Elvis Bwomono 29 novembre 1998 (21 anni) 0 0
C Khalid Aucho 8 agosto 1993 (26 anni) 51 2
C Allan Kyambadde 15 gennaio 1996 (24 anni) 23 1
C Taddeo Lwanga 21 maggio 1994 (26 anni) 19 1
C Micheal Azira 22 agosto 1987 (32 anni) 12 0
C Moses Waiswa 20 aprile 1997 (23 anni) 11 1
C Lumala Abdu 21 luglio 1997 (22 anni) 8 0
C Allan Okello 28 dicembre 1999 (20 anni) 2 1
C Jayden Onen 17 febbraio 2001 (19 anni) 0 0
A Emmanuel Okwi 25 dicembre 1992 (27 anni) 78 26
A Bbakka Alexis 13 settembre 1995 (24 anni) 1 0
A Uche Ikpeazu 28 febbraio 1995 (25 anni) 0 0

NoteModifica

  1. ^ a b Men's Ranking, su fifa.com.
  2. ^ Come da regolamento FIFA vengono considerate le sole edizioni comprese tra il 1908 ed il 1948 in quanto sono le uniche ad essere state disputate dalle Nazionali maggiori. Per maggiori informazioni si invita a visionare questa pagina.
  3. ^ AFCON 2021 Qualifiers: McKinstry Names Squad For Double Header Against South Sudan, su fufa.co.ug.
  4. ^ AFCON 2021: The Road To Cameroon Is Clear, su fufa.co.ug.
  5. ^ Uganda (2019), su national-football-teams.com.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio