Nazionale di calcio delle Fær Øer

Fær Øer Fær Øer
Faroe FA.png
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FSF
Fótbóltssamband Føroya
Confederazione UEFA
Codice FIFA FRO
Soprannome Landsliðið (La Nazionale)
Selezionatore Svezia Håkan Ericson
Record presenze Fróði Benjaminsen (95)
Capocannoniere Rógvi Jacobsen (10)
Stadio Tórsvøllur
(5 100 posti)
Ranking FIFA 113º[1] (7 aprile 2021)
Esordio internazionale
Islanda Islanda 1 - 0 Fær Øer Fær Øer
Akranes, Islanda; 24 agosto 1988
Migliore vittoria
Fær Øer Fær Øer 5 - 1 Liechtenstein Liechtenstein
Tórshavn, Fær Øer; 7 giugno 2021
Peggiore sconfitta
Jugoslavia Jugoslavia 7 - 0 Fær Øer Fær Øer
Belgrado, Jugoslavia; 16 maggio 1991
Romania Romania 7 - 0 Fær Øer Fær Øer
Bucarest, Romania; 6 maggio 1992
Fær Øer Fær Øer 0 - 7 Norvegia Norvegia
Toftir, Fær Øer; 11 agosto 1993
Fær Øer Fær Øer 1 - 8 Jugoslavia Jugoslavia
Toftir, Fær Øer; 6 ottobre 1996
Nations League
Partecipazioni 2 (esordio: 2018-2019)
Miglior risultato 1º posto nella Lega D 2020-2021

La nazionale di calcio delle Fær Øer (faroese: Føroyska fótbóltsmanslandsliðið) è la rappresentativa calcistica nazionale dell'arcipelago delle Fær Øer ed è posta sotto l'egida della FSF, la federazione calcistica faroese.

Malgrado la squadra sia attiva dal 1930, la locale federcalcio si è affiliata agli organismi calcistici internazionali solo in tempi più recenti: dal 1988 alla FIFA e dal 1990 alla UEFA.

A causa della modesta popolazione ed estensione territoriale delle isole, del conseguente ridotto bacino da cui attingere giocatori e del livello piuttosto basso del proprio campionato interno, la nazionale faroese conta perlopiù su giocatori militanti in club dilettantistici o semiprofessionistici, molti dei quali svolgono altre professioni nella vita quotidiana: i pochi professionisti militano in squadre estere, perlopiù di area scandinava. La nazionale, pur avendo mostrato negli anni una apprezzabile crescita di livello[2], non è quindi mai riuscita a qualificarsi alla fase finale di un campionato europeo o di un campionato mondiale.

Nella classifica mondiale della FIFA il miglior posizionamento delle Fær Øer è il 74º posto raggiunto nel luglio 2015 e nell'ottobre 2016, mentre il peggior posizionamento è il 198º posto raggiunto nel settembre 2008. Occupa attualmente il 113º posto della graduatoria.[1]

StoriaModifica

La rappresentativa delle Fær Øer disputò la propria prima partita il 9 giugno 1930 contro le Isole Shetland, con lo status di selezione regionale (al tempo le isole erano una provincia della Danimarca): l'incontro terminò con una sconfitta per 1-5. Dal 1948, anno in cui le isole divennero territorio autonomo (pur sempre sotto la giurisdizione danese), la squadra ha acquisito a pieno titolo lo status di selezione nazionale. Fino al 1988, tuttavia, ha giocato solo amichevoli non ufficiali praticamente con sole squadre di paesi circostanti: le già citate Shetland, l'Islanda, le Orcadi, la Groenlandia e la Danimarca Under-21[3].

 
La nazionale delle Fær Øer scesa in campo contro l'Austria il 22 marzo 2013

La Federazione calcistica faroese (Fótbóltssamband Føroya, siglato FSF), fondata nel 1979, ottenne l'affiliazione alla FIFA il 2 luglio 1988 e alla UEFA il 18 aprile 1990[4]. Il 24 agosto 1988 la nazionale faroese giocò la prima partita ufficiale contro l'Islanda; l'incontro terminò con una sconfitta per 0-1. Il 14 aprile 1990 ottenne la prima vittoria in una partita ufficiale, battendo in amichevole il Canada per 1-0. Nel 1989 e nel 1991 partecipò alle prime due edizioni degli Island Games, vincendole entrambe.

L'esordio nelle competizioni ufficiali avvenne il 12 settembre 1990 contro l'Austria nelle qualificazioni al campionato europeo del 1992. La partita, giocata nel campo neutro di Landskrona, in Svezia, a causa della mancanza di campi in erba regolamentari nelle Færøer, vide la squadra dell'arcipelago, composta esclusivamente da calciatori dilettanti, imporsi contro ogni pronostico per 1-0 grazie al gol di Torkil Nielsen, oltre che alle parate del portiere Jens Martin Knudsen[5].

L'introduzione dei primi campi in erba regolamentari e i primi contratti professionistici sottoscritti da giocatori faroesi con squadre estere (soprattutto danesi, islandesi e norvegesi) hanno contribuito ad innalzare il livello della nazionale nel corso degli anni. Nel 1991 la squadra ottenne un pareggio in amichevole contro l'Irlanda del Nord per 1-1. Nel 1995 sconfisse per due volte San Marino nelle qualificazioni al campionato europeo del 1996 (3-0 e 3-1); nel 1997 sconfisse Malta per 2-1 sia all'andata che al ritorno nelle qualificazioni al campionato mondiale del 1998 e vinse in amichevole contro l'Estonia per 2-0 in trasferta. In questi anni sedeva in panchina l'ex Pallone d'oro Allan Simonsen.

Nelle qualificazioni al campionato europeo del 2000 conseguì tre pareggi contro Lituania, Scozia e Bosnia ed Erzegovina. Nel 2000 sconfisse il Liechtenstein per 1-0 in amichevole. Nel 2001 sconfisse il Lussemburgo per due volte (2-0 e 1-0) in due gare delle eliminatorie del campionato mondiale del 2002, nel corso delle quali riuscì anche a pareggiare contro la Slovenia in casa (2-2), per poi chiudere il girone con 7 punti, davanti al Lussemburgo[6]. Nello stesso anno ottenne un importante pareggio (0-0) sul campo della Svezia in amichevole. Nel 2002 sconfisse il Liechtenstein per 3-1 e 1-0 in due partite amichevoli e pareggiò per 2-2 contro la Scozia nelle qualificazioni al Campionato europeo del 2004. Nel 2004 sconfisse in amichevole Malta (3-2), Lussemburgo (4-2) e Kazakistan (2-1 e 3-2), e pareggiò 2-2 contro Cipro nelle qualificazioni al Campionato mondiale del 2006.

 
Un istante di gioco della partita Fær Øer-Italia del 2 settembre 2011

Furono importanti anche i risultati ottenuti nel 2007 nel corso delle qualificazioni al campionato europeo del 2008, contro l'Italia campione del mondo in carica: il 2 giugno, nella partita giocata a Tórshavn, la squadra faroese fu sconfitta per 2-1, segnando nel finale di gara con Rógvi Jacobsen e sfiorando anche il pareggio poco dopo. Anche nella gara di ritorno, giocata a Modena il 21 novembre, finita 3-1 per gli azzurri, Jacobsen riuscì a segnare il gol della bandiera con un preciso colpo di testa nell'angolino sinistro della porta difesa da Marco Amelia[3]. Durante le qualificazioni al campionato mondiale del 2010, l'11 ottobre 2008, la nazionale faroese pareggiò 1-1 contro l'Austria, dopo essere passata in vantaggio con un gol di Bogi Løkin, il cui padre aveva giocato la partita vinta 18 anni prima in occasione dell'esordio delle Færøer nelle competizioni ufficiali, mentre il 9 settembre 2009 la nazionale faroese sconfisse la Lituania per 2-1[7]. Nel corso del girone cedette per una sola rete (0-1) alla Francia.

 
Fær Øer-Grecia 2-1 del 15 giugno 2015 al Tórsvøllur

L'8 novembre 2011 il ruolo di commissario tecnico fu affidato al danese Lars Olsen, laureatosi campione d'Europa con la nazionale danese nel 1992 e divenuto così il terzo tecnico danese a sedere sulla panchina della nazionale dell'arcipelago. Nelle qualificazioni al campionato europeo del 2012 la nazionale pareggiò per 1-1 contro l'Irlanda del Nord con un gol di Christian Holst e batté per 2-0 l'Estonia grazie alle reti di Fróði Benjaminsen e Arnbjørn Hansen. Il 1º marzo 2014 sconfisse per 4-1 Gibilterra in amichevole, realizzando per la prima volta quattro reti in un solo match. Il 14 novembre 2014, nel girone di qualificazione al campionato europeo del 2016, ottenne una prestigiosa vittoria per 1-0 allo Stadio Karaiskakis del Pireo contro la Grecia allenata da Claudio Ranieri, che precedeva la nazionale faroese di 169 posizioni nel ranking FIFA[8]. La Nazionale del commissario tecnico Olsen si ripeté nella partita di ritorno del 13 giugno 2015, in cui sconfisse nuovamente la Grecia per 2-1[9]. Il 29 marzo 2016 sconfisse per 3-2 il Liechtenstein in amichevole a Marbella, in Spagna. Nel settembre 2016, all'esordio nelle qualificazioni al campionato mondiale del 2018, pareggiò all'esordio contro l'Ungheria per 0-0 e un mese dopo vinse la seconda partita del girone per 2-0 a Riga contro la Lettonia, con le reti di Sonni Nattestad e Jóan Edmundsson, ritrovandosi così, dopo due giornate, al secondo posto nel proprio raggruppamento, davanti al Portogallo campione d'Europa[10]. Il 3 settembre 2017 le Fær Øer sconfissero Andorra per 1-0, salendo a 7 punti in classifica, record per la nazionale faroese in un girone di qualificazione all'europeo. Nella UEFA Nations League 2018-2019 terminò il girone di Lega D in terza posizione con 5 punti.

Nelle qualificazioni al campionato europeo del 2020 non andò oltre il penultimo posto con 3 punti, con una vittoria e nove sconfitte in dieci partite. Il 18 novembre 2019, in occasione della sconfitta per 3-0 sul campo della Svezia, si congedarono dalla nazionale faroese il tecnico Lars Olsen e il capitano Atli Gregersen, ritiratosi dal calcio internazionale dopo 59 presenze con la rappresentativa delle Fær Øer. Nella UEFA Nations League 2020-2021 viene inserita nella Lega D; nel girone è insieme a Andorra, Lettonia e Malta. In sei partite ottiene 12 punti, un buon risultato per la piccola nazionale che viene anche promossa nella Lega C, da prima sulle sette squadre della Lega D.

StadioModifica

 
Il Tórsvøllur

Tra il 1999 e il 2011 la nazionale faroese ha giocato le proprie partite casalinghe in due diversi stadi, il Tórsvøllur, situato a Tórshavn, e lo Svangaskarð, a Toftir. L'ultima partita disputata dalle Færøer allo Svangaskarð fu la partita di qualificazione al campionato europeo del 2012 giocata il 7 giugno 2011 contro l'Estonia, che si concluse con una vittoria per 2-0[11]. Da allora la nazionale disputa tutte le partite casalinghe al Tórsvøllur, che dal 2010 è stato oggetto di importanti lavori di ampliamento e ammodernamento, i quali lo hanno trasformato in un impianto multifunzionale, atto ad ospitare eventi sportivi d'ogni tipo e anche concerti: sono stati introdotti nuovi e più potenti riflettori, sono stati installati 6 000 nuovi posti a sedere e nuove coperture ed è stato installato un nuovo manto di erba artificiale. Grazie a questi interventi lo stadio soddisfa i più elevati standard strutturali UEFA e FIFA.

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

La nazionale faroese scende tradizionalmente in campo con una divisa che richiama la bandiera nazionale, perlopiù bianca con finiture rosso-azzurre. Nelle divise da trasferta domina invece l'azzurro, con finiture bianco-rosse.

Modifica

Periodo Fornitore
primi anni 2000   Puma
?–2019   Adidas
2019-   Macron

Dal 2007 la federcalcio faroese aderisce, per l'approvvigionamento del materiale tecnico alle proprie nazionali (precedentemente acquistato autonomamente tramite rivenditori), al Kit Assistance Scheme, un programma della UEFA che consente di acquisire a titolo gratuito gli articoli necessari alla pratica agonistica da un fornitore convenzionato.

Simboli ufficialiModifica

La nazionale si riconosce nel simbolo della Federazione calcistica delle Fær Øer.

Commissari tecniciModifica

 
Lars Olsen, commissario tecnico della nazionale faroese dal 2011 al 2019

Confronti con le altre nazionaliModifica

Questi sono i saldi delle Færøer nei confronti delle nazionali con cui sono stati disputati almeno 10 incontri.

Saldo negativoModifica

Nazionale Giocate Vinte Pareggiate Perse Reti fatte Reti subite Differenza Ultima vittoria Ultimo pari Ultima sconfitta
  Islanda 13 1 0 12 8 24 -16 22 marzo 2009 - 14 agosto 2013

Nota: la partita viene indicata come un pareggio quando finisce ai calci di rigore.

Partecipazioni ai tornei internazionaliModifica

Qui di seguito è riportata la lista dei risultati che sono stati ottenuti dalle Færøer in campo internazionale, i risultati dei mondiali sono riportati a partire dal 1990 (la Federazione calcistica delle Færøer aderì alla FIFA solo nel 1988) mentre quelli degli europei sono riportati a partire dal 1992 (la Federazione calcistica delle Færøer aderì alla UEFA solo nel 1990). C'è da notare che le Færøer non possono partecipare ai Giochi olimpici perché il Comitato Olimpico Faroese non è riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale.

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1990 Non partecipante
1994 Non qualificata
1998 Non qualificata
2002 Non qualificata
2006 Non qualificata
2010 Non qualificata
2014 Non qualificata
2018 Non qualificata
Campionato europeo
Edizione Risultato
1992 Non qualificata
1996 Non qualificata
2000 Non qualificata
2004 Non qualificata
2008 Non qualificata
2012 Non qualificata
2016 Non qualificata
2020 Non qualificata
Giochi olimpici[13]
Edizione Risultato
Confederations Cup
Edizione Risultato
1992 Non invitata
1995 Non invitata
1997 Non qualificata
1999 Non qualificata
2001 Non qualificata
2003 Non qualificata
2005 Non qualificata
2009 Non qualificata
2013 Non qualificata
2017 Non qualificata


Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni


Statistiche dettagliate sui tornei internazionaliModifica

MondialiModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1990   Italia Non qualificata - - - -
1994   Stati Uniti Non qualificata - - - -
1998   Francia Non qualificata - - - -
2002   Corea del Sud /   Giappone Non qualificata - - - -
2006   Germania Non qualificata - - - -
2010   Sudafrica Non qualificata - - - -
2014   Brasile Non qualificata - - - -
2018   Russia Non qualificata - - - -

EuropeiModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1992   Svezia Non qualificata - - - -
1996   Inghilterra Non qualificata - - - -
2000   Belgio /   Paesi Bassi Non qualificata - - - -
2004   Portogallo Non qualificata - - - -
2008   Austria /   Svizzera Non qualificata - - - -
2012   Polonia /   Ucraina Non qualificata - - - -
2016   Francia Non qualificata - - - -
2020[14]   Europa Non qualificata - - - -

Confederations CupModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1992   Arabia Saudita Non invitata - - - -
1995   Arabia Saudita Non invitata - - - -
1997   Arabia Saudita Non qualificata - - - -
1999   Messico Non qualificata - - - -
2001   Corea del Sud /   Giappone Non qualificata - - - -
2003   Francia Non qualificata - - - -
2005   Germania Non qualificata - - - -
2009   Sudafrica Non qualificata - - - -
2013   Brasile Non qualificata - - - -
2017   Russia Non qualificata - - - -

Nations LeagueModifica

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
2018-2019   Portogallo 11° in Lega D 1 2 3 5:10
2020-2021   Italia 1° in Lega D[15] 3 3 0 9:5

Rosa attualeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Calciatori della Nazionale faroese.

Lista dei giocatori convocati per le sfide amichevoli contro Islanda e Liechtenstein del 4 e 7 giugno 2021.

'Presenze, reti e numerazione aggiornate al 7 giugno 2021, al termine della sfida contro il Liechtenstein.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
P Teitur Gestsson 19 agosto 1992 (29 anni) 14 0   HB
P Tórður Thomsen 6 novembre 1986 (34 anni) 2 0   NSÍ
P Mattias Lamhauge 2 agosto 1999 (22 anni) 0 0   B36
D Viljormur Davidsen 19 luglio 1991 (30 anni) 51 2   Vejle
D Rógvi Baldvinsson 6 dicembre 1989 (31 anni) 49 4   Bryne
D Odmar Færø 1º novembre 1989 (31 anni) 37 1  
D Sonni Nattestad 5 agosto 1994 (27 anni) 34 3   Dundalk F.C.
D Heini Vatnsdal 18 ottobre 1991 (29 anni) 27 0  
D Jóannes Danielsen 10 settembre 1997 (24 anni) 9 0  
D Ári Mohr Jónsson 22 luglio 1994 (27 anni) 9 1   Sandnes Ulf
D Hördur Askham 22 settembre 1994 (26 anni) 2 0   HB
C Hallur Hansson 08 luglio 1992 (29 anni) 59 5   Horsens
C Sølvi Vatnhamar 05 maggio 1986 (35 anni) 50 1   Víkingur
C Gilli Rólantsson Sørensen 11 agosto 1992 (29 anni) 46 1   Odd
C Brandur Hendriksson 19 dicembre 1995 (25 anni) 44 6   Helsingborgs IF
C Kaj Leo í Bartalsstovu 23 giugno 1991 (30 anni) 27 1   Valur
C René Shaki Joensen 8 febbraio 1993 (28 anni) 26 3   HB
C Gunnar Vatnhamar 29 marzo 1995 (26 anni) 13 2   Víkingur
C Meinhard Olsen 10 aprile 1997 (24 anni) 13 1   Bryne FK
C Heðin Hansen 30 luglio 1993 (28 anni) 5 0   HB
C Jákup Andreasen 31 maggio 1998 (23 anni) 4 0  
C Tróndur Jensen 6 febbraio 1993 (28 anni) 3 0   NSÍ
C Petur Knudsen 21 aprile 1998 (23 anni) 3 0   NSÍ
C Jákup Johansen 27 aprile 1993 (28 anni) 1 0   Víkingur
A Jóan Edmundsson 26 luglio 1991 (30 anni) 66 7   Waasland-Beveren
A Klæmint Olsen 17 luglio 1990 (31 anni) 39 7   NSÍ
A Andreas Olsen 9 ottobre 1987 (33 anni) 17 2   Víkingur

Record individualiModifica

 
Fróði Benjaminsen, primatista di presenze della nazionale faroese

Statistiche aggiornate al 7 giugno 2021.

I giocatori in grassetto sono ancora in attività con la maglia della nazionale.

Classifica presenzeModifica

Posi. Giocatore Presenze Reti Periodo
1 Fróði Benjaminsen 95 6 1999-2017
2 Óli Johannesen 83 1 1992-2007
3 Jákup Mikkelsen 73 0 1995-2012
4 Jóan Edmundsson 66 7 2009-
5 Jens Martin Knudsen 65 0 1988-2006
6 Gunnar Nielsen 62 0 2009-
Julian Johnsson 4 1995-2005
8 Jákup á Borg 61 2 1998-2010
9 Hallur Hansson 59 5 2012-
Atli Gregersen 1 2009-2019

Classifica retiModifica

Pos. Giocatore Reti Presenze Periodo
1 Rógvi Jacobsen 10 53 1999-2009
2 Todi Jónsson 9 45 1991-2005
3 Uni Arge 8 37 1992-2002
4 Jóan Edmundsson 7 66 2009-
Klæmint Olsen 39 2012-
6 Brandur Hendriksson 6 44 2015-
7 John Petersen 57 1995-2004
Fróði Benjaminsen 95 1999-2017
9 Hallur Hansson 5 59 2012-

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Men's Ranking, su fifa.com.
  2. ^ Isole Fær Øer: calcio e mitologia per cominciare l’ascesa - metropolitanmagazine.it, 17 ott 2019
  3. ^ a b Faroe Islands – List of International Matches. RSSSF., su rsssf.com. URL consultato il 29 novembre 2016.
  4. ^ "Faroe Islands at UEFA.com". UEFA., su uefa.com. URL consultato il 29 novembre 2016.
  5. ^ "Føroyar – Eysturríki 1–0" (in Faroese). FSF., su fsf.fo. URL consultato il 14 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2013).
  6. ^ National coaches, in fsf.fo., su fsf.fo. URL consultato il 29 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2017).
  7. ^ "Eight years of hurt ends". ESPN. 2009-09-09, su espnfc.com. URL consultato il 17 novembre 2009.
  8. ^ "Is the Faroe Islands' win over Greece the biggest shock of all time?". The Guardian. 14 November 2014, su theguardian.com. URL consultato il 28 novembre 2016.
  9. ^ Faroe Islands 2–1 Greece | Euro 2016 qualifying Group F match report | Football | The Guardian, su theguardian.com. URL consultato il 29 novembre 2016.
  10. ^ Latvia v Faroe Islands – BBC Sport, su bbc.co.uk. URL consultato il 28 novembre 2016.
  11. ^ UEFA EURO 2012 – History – Faroe Islands-Estonia – UEFA.com, su uefa.com. URL consultato il 28 novembre 2016.
  12. ^ (NO) Ble anbefalt av trenerlegende, su oa.no. URL consultato il 13 settembre 2013.
  13. ^ Come da regolamento FIFA vengono considerate le sole edizioni comprese tra il 1908 ed il 1948 in quanto sono le uniche ad essere state disputate dalle Nazionali maggiori. Per maggiori informazioni si invita a visionare questa pagina.
  14. ^ Originariamente previsto per il 2020, fu posticipato al 2021 in seguito alla pandemia di COVID-19 del 2019-2021
  15. ^ Promossa in Lega C

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio