Apri il menu principale
Singapore Singapore
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FAS
Football Association of Singapore
Codice FIFA SIN
Selezionatore Singapore Nazri Nasir
Record presenze Daniel Mark Bennett, Shahril Ishak (132)
Capocannoniere Fandi Ahmad (55)
Ranking FIFA 165° (20 dicembre 2018)[1]
Esordio internazionale
Flag of the British Straits Settlements (1904–1925).svg Singapore 1 - 0 Taiwan Taiwan
Singapore; 22 maggio 1948
Migliore vittoria
Singapore Singapore 11 - 0 Laos Laos
Singapore; 15 gennaio 2007
Peggiore sconfitta
Birmania Birmania 9 - 0 Singapore Singapore
Kuala Lumpur, Malaysia; 9 novembre 1969
Coppa d'Asia
Partecipazioni 1 (esordio: 1984)
Miglior risultato Primo turno nel 1984

La nazionale di calcio di Singapore è la rappresentativa calcistica di Singapore, posta sotto l'egida della Football Association of Singapore (FAS) ed affiliata all'AFC.

I più significativi successi ottenuti dalla squadra sono le vittorie della Tiger Cup (poi diventata AFF Suzuki Cup) nel 1998, nel 2004, nel 2007 e nel 2012, sintomo di una netta crescita calcistica del paese del sud-est asiatico. Questi successi rendono Singapore la seconda nazionale più titolata del Sud-est asiatico, dopo la Thailandia.

Nella classifica mondiale della FIFA, istituita nell'agosto 1993, Singapore ha ottenuto quale miglior piazzamento il 73º posto al momento dell'istituzione della graduatoria, mentre il peggiore piazzamento è il 173º posto dell'ottobre 2017. Occupa attualmente il 165º posto della classifica[1].

Le rivalità principali sono con Malaysia e Indonesia.

Indice

StoriaModifica

1892-1994Modifica

Nel 1892 la Federazione calcistica di Singapore (FAS) divenne una società registrata. Nel 1921 fu lanciata la HMS Malaya Cup (nota poi come Malaysia Cup) da ufficiali dell'esercito britannico in Malesia e Singapore fu una delle nazioni invitate a prendere parte all'edizione inaugurale del torneo, vinto proprio da una rappresentativa federale di Singapore. Alla Malaysia Cup e alla Malaysian League partecipò dunque una selezione che non era ufficialmente la nazionale di singapore, dal momento che includeva anche calciatori stranieri, ma molti tifosi singaporiani videro la rappresentativa federale scesa in campo nella Malaysia Cup come la prima nazionale del paese. L'exploit della squadra nelle competizioni malesi contribuì a far crescere l'entusiasmo per il calcio nel paese. Negli anni seguenti la squadra vinse o si classificò seconda nel torneo ogni anno fino al 1941. L'evento fu poi sospeso con lo scoppio della seconda guerra mondiale.

Singapore vinse 24 titolo di Malaysia Cup e 2 di Malaysian League. Dopo la vittoria del double Malaysia Cup e Malaysia League nel 1994, la Football Association of Singapore (FAS) si ritirò dalle competizioni malesi a seguito di una disputa con la Federazione calcistica della Malaysia sui biglietti venduti. Singapore lanciò dunque un proprio campionato nazionale, la S.League, nel 1996, e iniziò a concentrarsi maggiormente sulle partite internazionali della propria nazionale.

1995-1999Modifica

Singapore ottenne il terzo posto ai Giochi del Sud-est asiatico del 1995, dopo aver perso per 0-1 in semifinale contro i futuri vincitori della Thailandia. Ospitò poi la Tiger Cup 1996, dove fu eliminato nella fase a gironi.

la nazionale di Singapore raggiunse nuovamente la semifinale dei Giochi del Sud-est asiatico nel 1997, dove perse contro l'Indonesia per 2-1 e contro il Vietnam per 1-0 nella finale per il terzo posto, piazzandosi quarto.

Nella Tiger Cup 1998, guidato dal commissario tecnico inglese Barry Whitbread, Singapore vinse il girone di prima fase con due successi contro Malaysia e Filippine. In semifinale sconfisse l'Indonesia e in finale per 1-0 il Vietnam padrone di casa, ottenendo il primo titolo internazionale.

2000-2002Modifica

Jan B. Poulsen, nello staff della Danimarca al mondiale di Francia 1998, fu nominato direttore tecnico della nazionale di Singapore nel 1999. I deludenti risultati alla Tiger Cup 2000 provocarono l'esonero del CT Vincent Subramaniam, che fu sostituito da Poulsen nel dicembre 2000. Singapore ospitò la Tiger Cup 2002, ma perse per 4-0 contro i rivali della Malaysia all'esordio. Prima della partita il giornale locale The New Paper aveva incoraggiato i tifosi a presentarsi in massa allo stadio. Dopo la partita i calciatori attribuirono la disfatta al pubblico, presente a loro dire in numero troppo elevato. Singapore vinse per 2-1 contro il Laos, ma un pareggio per 1-1 nel successivo incontro con la Thailandia non fu sufficiente per superare il turno. Poulsen fu così esonerato dopo il torneo.

2003-2004Modifica

Nel luglio Radojko Avramović raccolse le redini di una nazionale in crisi, che iniziò la Tiger Cup 2004 come una delle squadre sfavorite. Al pareggio per 1-1 contro il Vietnam padrone di casa ne seguì un altro contro l'Indonesia, poi le vittorie contro Cambogia e Laos valsero ai singaporiani la qualificazione alla doppia semifinale contro Birmania. All'andata, in trasferta, Singapore vinse per 3-4, poi al ritorno i tempi regolamentari si chiusero sull'1-2 per Myanmar, in una partita in cui tre calciatori birmani furono espulsi e il portiere di riserva birmano lanciò una bottiglia d'acqua all'indirizzo del difensore avversario S. Subramani. Singapore vinse poi per 4-2 dopo i tempi supplementari, chiudendo sul risultato complessivo di 8-5 la doppia semifinale. In finale i singaporiani si imposero per 1-3 a Giacarta contro l'Indonesia, per poi vincere anche al ritorno per 2-1 di fronte a 55.000 spettatori accorsi allo Stadio Naazionale.

Qualificazioni alla Coppa d'Asia 2007Modifica

Nel 2006 Avramovic guidò Singapore nelle qualificazioni alla Coppa d'Asia 2007, in cui la squadra conseguì una vittoria per 2-0 in casa contro l'Iraq nel febbraio 2006, ma pesarono le successive sconfitte in casa della Palestina e della Cina (a Tianjin a causa di un calcio di rigore assegnato nei minuti di recupero del secondo tempo). Dopo lo 0-0 in casa contro la Cina, Singapore perse per 2-4 al Sheikh Khalifa International Stadium di Al-Ain contro l'Iraq e disse addio alle speranze di qualificazione. Il girone terminò con una vittoria interna per 3-0 contro la Palestina, ma fu chiuso al terzo posto.

Campionato dell'ASEAN 2007Modifica

Singapore ospitò poi la fase a gironi del campionato dell'ASEAN del 2007. Dopo lo 0-0 contro il Vietnam, il 15 gennaio 2007 sconfisse per 11-0 il Laos[2], mettendo a referto la propria vittoria più larga di ogni epoca. Nell'ultima partita del girone eliminò l'Indonesia imponendole un pareggio per 2-2. In semifinale, contro la Malaysia, pareggiò per 1-1 all'andata a Shah Alam, poi al ritorno vinse per 5-4 ai tiri di rigore allo Stadio Nazionale di Singapore, dopo un altro pareggio per 1-1. Il portiere singaporiano Lionel Lewis parò l'ultimo tiro del malese Mohd Khyril Muhymeen Zambri, consentendo ai suoi di giungere in finale contro la Thailandia. Dopo aver vinto per 2-1 in casa all'andata, a Singapore bastò il pareggio per 1-1 a Bangkok grazie ad un gol nei minuti finali di Khairul Amri per vincere il campionato dell'ASEAN[3].

Campionato dell'ASEAN 2008Modifica

Alla AFF Suzuki Cup 2008, co-ospitata con Indonesia e Thailandia, Singapore fu inserito nel girone A con Indonesia, Myanmar e Cambogia. Vinto il girone, approdò alla semifinale contro il Vietnam, ma fu sconfitto per 0-1 tra andata e ritorno.

Qualificazioni al mondiale 2010Modifica

Al primo turno delle qualificazioni AFC al campionato del mondo 2010 Singapore eliminò la Palestina, vincendo per 0-4 l'andata a Doha e per 3-0 a tavolino in casa, dopo che gli avversari disertarono la trasferta e furono puniti dalla FIFA. Al secondo turno ebbero la meglio sul Tagikistan, battendolo per 2-0 in casa e pareggiando per 1-1 in trasferta.

Approdati per la prima volta al terzo turno delle qualificazioni AFC al mondiale, i singaporiano se la videro con Arabia Saudita, Libano e Uzbekistan. Persa la prima sfida in casa dei sauditi, vinsero per 2-0 in casa contro i libanesi. Le successive sconfitte contro gli uzbeki, per 3-7 in casa e per 3-0 a tavolino in trasferta (la partita era finita 1-0 per gli uzbeki, ma i singaporiani furono puniti per aver schierato Qiu Li), lasciarono Singapore con poche speranze di qualificazione. L'eliminazione aritmetica giunse dopo la sconfitta casalinga per 0-2 contro i sauditi. Nel girone la squadra chiuse al terzo posto con sei punti, dopo aver battuto per 1-2 il Libano a Beirut.

Qualificazioni alla Coppa d'Asia 2011Modifica

Non andarono meglio le qualificazioni alla Coppa d'Asia 2011, che videro Singapore impegnato nel girone E con Iran, Thailandia e Giordania. Battuti per 0-6 in casa dell'Iran, sconfissero per 2-1 in casa la Giordania. Nel novembre 2009 Singapore ospitò la Thailandia allo Stadio Nazionale e perse per 1-3, ma vinse al ritorno per 0-1 qualche giorno dopo, ottenendo il primo successo in casa dei thailandesi in 48 anni. Persa per 1-3 la gara interna contro gli iraniani, furono sconfitti per 2-1 anche dai giordani, concludendo il girone con l'eliminazione.

AFF Suzuki Cup 2010Modifica

Nella AFF Suzuki Cup 2010 Singapore ottenne un pari (1-1 contro le Filippine) e una vittoria (2-1 contro Myanmar) e rimediò una sconfitta (0-1 contro il Vietnam), subendo l'eliminazione ad Hanoi.

2011-2012Modifica

Nel gennaio 2011, la FAS decise di sciogliere temporaneamente la nazionale, che tornò in campo sei mesi dopo, nel maggio 2011, quando Raddy Avramovic annunciò la rosa provvisoria di 33 elementi convocati per le prime sfide di qualificazione al campionato del mondo 2014. Il 7 giugno Singapore batté in amichevole le Maldive per 4-0 allo Stadio Jalan Besar, poi batté per 2-0 l'Etoile FC (squadra della S.League) sempre al Jalan Besar con gol di Aleksandar Đurić e Qiu Li. Meno di una settimana dopo vinse per 3-2 contro Taiwan con gol di Aleksandar Đurić, Shi Jiayi e Fazrul Nawaz.

In preparazione al terzo turno delle qualificazioni AFC al mondiale, i Leoni giocarono contro un'amichevole contro la Thailandia pareggiando per 0-0, prima della sfida contro la Cina.

Poi Singapore partecipò alla decima edizione della Coppa del Sultano di Selangor, in cui batté per 1-0 la selezione di Selangor e vinse il trofeo per la sesta volta. Poi fu sconfitto per 0-2 dalle Filippine in amichevole.

Qualche mese dopo Avramovic annunciò i 27 elementi che avrebbero preso parte alle sfide di qualificazione al campionato del mondo 2014, formando una rosa composta da molti calciatori del LionsXII.

Qualificazioni al mondiale 2014Modifica

Essendosi qualificato al terzo turno delle eliminatorie AFC al mondiale del 2010, Singapore fu ammesso direttamente al secondo turno delle qualificazioni AFC al mondiale di Brasile 2014. Contro la Malaysia vinse per 5-3 all'andata (gol di Aleksandar Đurić, Qiu Li, Mustafic Fahrudin e Shi Jiayi) e al ritorno pareggiò per 1-1 al Bukit Jalil National Stadium di Kuala Lumpur il 28 luglio 2011, con gol di Shi Jiayi, accedendo così al terzo turno.

Inserito nel girone A con Giordania, Iraq e Cina, Singapore iniziò il terzo turno con una sconfitta esterna per 2-1 a Kunming contro la Cina, poi fu battuto per 0-2 dall'Ira. Allo Stadio Jalan Besar, l'11 ottobre 2011, Singapore perse per 0-3 contro la Giordania, da cui fu sconfitto anche ad Amman per 2-0, dovendo così rinunciare alle speranze di qualificazione. Gli impegni si chiusero con una sconfitta interna per 0-4 contro la Cina, la quinta sconfitta consecutiva per i singaporiani. Il girone si concluse con l'ennesima sconfitta, un 7-1 contro l'Iraq a Doha, in Qatar. Per Singapore il bilancio fu di 6 sconfitte in 6 partite.

Campionato dell'ASEAN 2012Modifica

Singapore iniziò il campionato dell'ASEAN del 2012 con una vittoria per 3-0 contro la Malaysia, poi perse di misura contro l'Indonesia e batté per 4-3 il Laos. Il primo posto nel girone valse la qualificazione alla semifinale contro le Filippine, che Singapore batté per 1-0 in casa (gol di Khairul Amri) prima di pareggiare per 0-0 in trasferta, accedendo così alla doppia finale contro i thailandesi. La gara di andata dell'atto conclusivo del torneo si concluse con il risultato di 3-1 per i padroni di casa di Singapore, che, pur perdendo per 1-0 fuori casa la gara di ritorno, riuscirono a sollevare il trofeo per la quarta volta. Alla fine del torneo il CT Raddy Avramovic lasciò il proprio incarico.

Qualificazioni alla Coppa d'Asia 2015Modifica

Le qualificazioni alla Coppa d'Asia 2015 videro Singapore gareggiare nel gruppo A con Oman, Giordania e Siria. Le sconfitte furono ben cinque, mentre una sola fu la vittoria (2-1 in casa contro la Siria), risultati che causarono l'ultimo posto nel girone.

2013-2014Modifica

Il 15 maggio 2013 la federcalcio singaporiana annunciò l'ingaggio del tedesco Bernd Stange nelle vesti di CT[4].

Per le amichevoli dei primi di giugno del 2013 contro Myanmar e Laos il tecnico puntò su una rosa piena di giovani esordienti, come il 17enne Adam Swandi, i centrocampisti Gabriel Quak e Faris Ramli e Hafiz Nor[5] oltre ad un veterano, l'attaccante Indra Sahdan, rientrato in nazionale per l'occasione e capitano nella partita d'esordio del CT tedesco, vinta per 2-0 contro Myanmar[6]. Lo stesso Sahdan andò poi a segno nella seconda amichevole in pochi giorni, vinta per 5-2 contro il Laos[7] I due successi consentirono a Singapore di salire al 156º posto del ranking FIFA del luglio 2013.

Il primo successo di Stange in partite ufficiali è la già citata vittoria del 15 ottobre 2013 contro la Siria, nelle eliminatorie della Coppa d'Asia 2015. L'obiettivo del un nuovo CT, che adottò uno stile di gioco veloce con tocchi di prima, era la conferma del titolo al campionato dell'ASEAN del 2014.

Campionato dell'ASEAN 2014Modifica

Singapore si presentò ai nastri di partenza del campionato dell'ASEAN del 2014 da campione in carica, alla ricerca della conferma nel torneo organizzato in patria. Alla sconfitta contro la Thailandia (1-2) fecero seguito la vittoriea per 4-2 contro Myanmar e la sconfitta per 1-3 contro la Malaysia. Il terzo posto nel girone non consentì alla squadra di superare la fase a gruppi, facendone la prima squadra campione in carica nel torneo a essere eliminata al primo turno.

Commissari tecniciModifica

Risultati in Coppa del MondoModifica

Risultati in Coppa d'AsiaModifica

  • 1956 - Non partecipante
  • 1960 - Non qualificata
  • 1964 - Non partecipante
  • 1968 - Non qualificata
  • 1972 - Non partecipante
  • Dal 1976 al 1980 - Non qualificata
  • 1984 - Eliminata al 1º turno
  • 1988 - Non partecipante
  • Dal 1992 al 2019 - Non qualificata

Risultati nel Campionato dell'ASEANModifica

  • 1996 - Eliminata al 1º turno
  • 1998 - Campione
  • 2000 - Eliminata al 1º turno
  • 2002 - Eliminata al 1º turno
  • 2004 - Campione
  • 2007 - Campione
  • 2008 - Semifinalista
  • 2010 - Eliminata al 1º turno
  • 2012 - Campione
  • 2014 - Eliminata al 1º turno
  • 2016 - Eliminata al 1º turno
  • 2018 - Eliminata al 1º turno

Tutte le roseModifica

Coppa d'AsiaModifica

Coppa d'Asia 1984
Lee, 2 Lim, 3 Norhalis, 4 Latif, 5 Hazali, 6 Marzuki, 7 Tokijan, 9 Au-yeong, 10 Kannan, 11 Razali R., 12 Malek, 14 Ramu, 15 Pathmanathan, 16 Dali, 17 Tay, 18 Razali S., 22 Kumar, 23 Yakob, CT: Al-Junied

NoteModifica

  1. ^ a b Men's Ranking, su fifa.com.
  2. ^ Singapore vs. Laos - Football Match Summary - January 15, 2007, ESPN.com, 15 gennaio 2007.
  3. ^ Singapore beat Thais to defend ASEAN title, espn.go.com, 4 febbraio 2007. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  4. ^ (EN) Bernd Stange unveiled as new Singapore coach, Goal.com Singapore, 15 maggio 2013.
  5. ^ (EN) Coach Bernd Stange names his first national squad, Football Association of Singapore. URL consultato il 7 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2013).
  6. ^ (EN) Myanmar vs Singapore Report, Goal.com, 4 giugno 2013.
  7. ^ (EN) Football: Singapore beat Laos 5–2 in friendly match, Channel NewsAsia, 7 giugno 2013.
  8. ^ SAFA meet today to confirm Sattar as coach, in The Singapore Free Press, 12 luglio 1960, p. 12.
  9. ^ Firdie Salahudin, Sattar must go, says Soh, in The Straits Times, 2 gennaio 1963, p. 17.
  10. ^ Soh gets backing of SAFA council, in The Straits Times, 12 gennaio 1963, p. 20.
  11. ^ Harith will coach again, in The Straits Times, 9 gennaio 1964, p. 15.
  12. ^ Joe Dorai, Choo: Decision in March, in The Straits Times, 17 febbraio 1965, p. 17.
  13. ^ Joe Dorai, Tengku gives SAFA OK on Choo, in The Straits Times, 9 giugno 1964, p. 16.
  14. ^ Joe Dorai, Safa axe six national team men and coach, in The Straits Times, 28 dicembre 1965, p. 15.
  15. ^ Choo is back on coaches panel, in The Straits Times, 17 gennaio 1967, p. 17.
  16. ^ Ex-Forest player gets coach job in Spore, in The Straits Times, 13 maggio 1972, p. 27.
  17. ^ Walker quits..., in The Straits Times, 22 agosto 1974, p. 25.
  18. ^ Joe Dorai, Ibrahim Awang is acting national coach, in The Straits Times, 10 ottobre 1974, p. 26.
  19. ^ Joe Dorai, Seng Quee is in and three quit, in The Straits Times, 3 settembre 1976, p. 27.
  20. ^ Joe Dorai, Big FAS shake-up, in The Straits Times, 15 dicembre 1977, p. 35.
  21. ^ Percy Seneviratne, Coach Yap quits, in The Straits Times, 19 giugno 1978, p. 29.
  22. ^ Thanks for your time, Jita, in Singapore Monitor, 28 giugno 1984, p. 32.
  23. ^ Top soccer job splits into two, in The Straits Times, 29 giugno 1984, p. 47.
  24. ^ Skipper comes back as coach, in The Straits Times, 31 dicembre 1986, p. 37.
  25. ^ Joe Dorai, Poh Leong named national coach, in The Straits Times, 30 settembre 1986, p. 28.
  26. ^ Joe Dorai, Coach undecided over FAS offer, in The Straits Times, 28 dicembre 1988, p. 25.
  27. ^ Joe Dorai, FAS consider four for national coach, in The Straits Times, 1º febbraio 1989, p. 35.
  28. ^ Joe Dorai, Jita says 'yes' to third offer, in The Straits Times, 14 febbraio 1989, p. 31.
  29. ^ Joe Dorai, FAS offer Jita new one-year deal as coach, in The Straits Times, 30 dicembre 1989, p. 27.
  30. ^ Joe Dorai, Jita turns down the FAS' full-time offer, in The Straits Times, 20 gennaio 1990, p. 37.
  31. ^ Joe Dorai, It's Robin and he starts work March 1, in The Straits Times, 13 febbraio 1990, p. 28.
  32. ^ Joe Dorai, Kvacek is Singapore's 'super coach', in The Straits Times, 8 febbraio 1992, p. 29.
  33. ^ Joe Dorai, Kvacek quits as coach, in The Straits Times, 1º maggio 1992, p. 39.
  34. ^ Article on Asian.com of 2009
  35. ^ Joe Dorai, Sivaji accepts FAS offer, in The Straits Times, 6 maggio 1992, p. 30.
  36. ^ Peter Khoo, Worden named national coach, in The Straits Times, 18 dicembre 1993, p. 37.
  37. ^ Nominato ufficialmente CT il 1º gennaio 1994.
  38. ^ a b Tay, Worden throws in towel, in The Straits Times, 31 marzo 1994, p. 31.
  39. ^ The CEO, in The Straits Times, 6 maggio 1995, p. 37.
  40. ^ Nominato CEO della S.League nel maggio 1995.
  41. ^ S. Murali, Whitbread accepts job of national soccer coach, in The Straits Times, 6 giugno 1995, p. 29.
  42. ^ Resignation: Whitbread calls it quits, in The Straits Times, 17 novembre 1998, p. 1.
  43. ^ Cheng Khoon Tay, 17-year wait finally pays off, in The Straits Times, 20 dicembre 1998, p. 45.
  44. ^ Gerard Wong, Poulsen takes over the hot seat, in The Straits Times, 2 dicembre 2000, p. 1.
  45. ^ Marc Lim, FAS decides Poulsen to go as Lions coach, in The Straits Times, 3 gennaio 2003, p. 10.
  46. ^ Marc Lim, Raddy to assume soccer's hot seat, in The Straits Times, 2 luglio 2003, p. 8.
  47. ^ FAS appoints caretaker national team coach, FAS. URL consultato il 25 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2013).
  48. ^ FAS Appoints Bernd Stange as New National Coach, FAS. URL consultato il 25 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2014).
  49. ^ FAS appoints Sundram as national team coach on 1 year deal, TODAY. URL consultato il 17 maggio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio