Nazionale di calcio femminile dell'Irlanda

rappresentativa calcistica femminile dell'Irlanda

La nazionale di calcio femminile dell'Irlanda è la rappresentativa calcistica femminile internazionale della Repubblica d'Irlanda, gestita dalla locale federazione calcistica (FAI).

Bandiera dell'Irlanda
Irlanda
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Calcio
FederazioneFAI
ConfederazioneUEFA
Codice FIFAIRL
SoprannomeThe Girls in Green (Irish: Na cailíní i nglas)
SelezionatoreBandiera dell'Irlanda Eileen Gleeson
Record presenzeEmma Byrne (134)
CapocannoniereOlivia O'Toole (54)
Ranking FIFA25º (15 marzo 2024)
Esordio internazionale
Bandiera della Scozia Scozia 10-1 Irlanda Bandiera dell'Irlanda
Greenock, Scozia; 22 aprile 1973
Migliore vittoria
Bandiera dell'Irlanda Irlanda 11-0 Georgia Bandiera della Georgia
Dublino, Irlanda; 30 novembre 2021
Peggiore sconfitta
Bandiera della Svezia Svezia 10-0 Irlanda Bandiera dell'Irlanda
Borås, Svezia; 20 settembre 1992
Campionato del mondo
Partecipazioni1 (esordio: 2023)
Miglior risultatoFase a gironi (2023)

In base alla classifica emessa dalla FIFA il 15 marzo 2024, la nazionale femminile occupa il 25º posto del FIFA/Coca-Cola Women's World Ranking[1].

Come membro dell'UEFA partecipa a vari tornei di calcio internazionali, come al Campionato mondiale FIFA, Campionato europeo UEFA, ai Giochi olimpici estivi e ai tornei ad invito come l'Algarve Cup o la Cyprus Cup.

Nel 1973 venne istituita la Women's Football Association of Ireland, un'istituzione che rimase indipendente dalla Football Association of Ireland (FAI) fino al 1991[2]. Il 22 aprile dello stesso 1973 venne organizzata la prima partita della rappresentativa nazionale dell'Irlanda, disputata a Greenock, contro le padrone di casa della Scozia e persa per 10-1. Nei dieci anni successivi la rappresentativa nazionale disputò amichevoli per lo più contro le altre nazionali delle isole britanniche. La prima partecipazione internazionale risale alle qualificazioni al campionato europeo femminile di calcio 1984, con le irlandesi inserite nel gruppo 2 assieme a Inghilterra, Scozia e Irlanda del Nord: la nazionale chiuse al terzo posto, conquistando le prime due vittorie internazionali contro la rappresentativa nordirlandese[3]. Analogo risultato venne ottenuto dalle irlandesi in occasione delle qualificazioni al campionato europeo femminile di calcio 1987, col gruppo 2 formato dalle stesse squadre[4]. Nel corso delle qualificazioni al torneo del 1989 la nazionale irlandese riuscì a bloccare sul pareggio la nazionale svedese, che avrebbe successivamente concluso al terzo posto la fase finale[5]. Nel 1992 la nazionale irlandese andò incontro alla più larga sconfitta della sua storia, perdendo l'ultima partita del girone di qualificazione al campionato europeo 1993 contro la Svezia per 10-0[6][7]. Dopo aver rinunciato alla partecipazione alle qualificazioni per il campionato europeo del 1995, la nazionale partecipò alle qualificazioni al campionato europeo femminile di calcio 1997, concludendo al secondo posto nel proprio gruppo. Nelle qualificazioni al campionato europeo femminile di calcio 2009 l'Irlanda raggiunse i play-off per la qualificazione alla fase finale, ma venne sconfitta nella doppia sfida dalla nazionale islandese[8].

Nelle qualificazioni al campionato mondiale non è mai andata oltre il terzo posto nel proprio girone, come accaduto nelle qualificazioni per il torneo del 2015 e per il torneo del 2019. Nei tornei a invito, come l'Algarve Cup e la Cyprus Cup, ha accumulato diverse partecipazioni, ottenendo come miglior risultato un quarto posto finale nella Cyprus Cup 2017, conseguito dopo aver perso la finale per il terzo posto contro la Corea del Nord[9].

Nell'aprile 2017 la squadra richiese un miglioramento nel trattamento alla FAI, interrompendo gli allenamenti e minacciando di boicottare la partita amichevole contro la Slovacchia[10]. Le richieste erano per un miglior trattamento economico per ciascuna partita disputata e per ottenere un pagamento aggiuntivo compensativo dall'assenza da lavoro per unirsi alla rappresentativa nazionale (broken time payment) per le calciatrici non professioniste[10]. La protesta rientrò dopo che venne trovato un accordo con la federazione, così che l'amichevole contro la Slovacchia venne disputata[11].

Partecipazioni ai tornei internazionali

modifica
Campionato del mondo
Edizione Risultato
1991 Non qualificata
1995 Non qualificata
1999 Non qualificata
2003 Non qualificata
2007 Non qualificata
2011 Non qualificata
2015 Non qualificata
2019 Non qualificata
2023 Fase a gironi
Campionato europeo
Edizione Risultato
1984 Non qualificata
1987 Non qualificata
1989 Non qualificata
1991 Non qualificata
1993 Non qualificata
1995 Non qualificata
1997 Non qualificata
2001 Non qualificata
2005 Non qualificata
2009 Non qualificata
2013 Non qualificata
2017 Non qualificata
2022 Non qualificata
Algarve Cup
Edizione Risultato
dal 1994 al 2002 Non invitata
2003 11º posto
2004 Non invitata
2005 Non invitata
2006 10º posto
2007 11º posto
2008 12º posto
2009 Non invitata
2010 Non invitata
2011 Non invitata
2012 11º posto
dal 2013 al 2019 Non invitata
Cyprus Cup
Edizione Risultato
2008 Non invitata
2009 Non invitata
2010 Non invitata
2011 Non invitata
2012 Non invitata
2013 8º posto
2014 6º posto
2015 Non invitata
2016 7º posto
2017 4º posto
2018 Non invitata
2019 Non invitata

Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni

Selezionatori

modifica

Calciatrici

modifica
  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatrici della Nazionale irlandese.

Tutte le rose

modifica

Campionato mondiale

modifica
Coppa del Mondo FIFA 2023
Brosnan, 2 O'Riordan, 3 Mustaki, 4 Lo. Quinn, 5 Fahey, 6 Connolly, 7 Caldwell, 8 Littlejohn, 9 Barrett, 10 O'Sullivan, 11 McCabe, 12 Agg, 13 O'Gorman, 14 Payne, 15 Lu. Quinn, 16 Moloney, 17 Farrelly, 18 Carusa, 19 Larkin, 20 Sheva, 21 Grant, 22 Atkinson, 23 Walsh, CT: Pauw

Lista delle 23 giocatrici convocate dalla selezionatrice Eileen Gleeson per le amichevoli del 23 e 27 febbraio 2024, rispettivamente contro Italia e Galles[18] e successivamente ritoccata per indisponibilità di due infortunate[19]. Presenze, reti e club d'appartenenza al momento delle convocazioni.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
P Courtney Brosnan 10 novembre 1995 (28 anni) 32 0   Everton
P Grace Moloney 1º aprile 1993 (30 anni) 6 0   London City Lionesses
P Sophie Whitehouse 10 ottobre 1996 (27 anni) 0 0   Lewes
D Diane Caldwell 11 settembre 1988 (35 anni) 101 4   Zurigo
D Megan Campbell 28 giugno 1993 (30 anni) 47 4   London City Lionesses
D Niamh Fahey 13 ottobre 1987 (36 anni) 111 1   Liverpool
D Caitlin Hayes 22 settembre 1995 (28 anni) 6 2   Celtic
D Aoife Mannion 24 settembre 1995 (28 anni) 2 0   Manchester United
D Louise Quinn 17 giugno 1990 (33 anni) 114 16   Birmingham City
D Jessie Stapleton 7 febbraio 2005 (19 anni) 2 0   Reading
C Lily Agg 17 dicembre 1993 (30 anni) 13 3   Birmingham City
C Isibeal Atkinson 17 luglio 2001 (22 anni) 14 0   Crystal Palace
C Megan Connolly 7 marzo 1997 (26 anni) 49 4   Bristol City
C Jamie Finn 21 aprile 1998 (25 anni) 20 0   Birmingham City
C Jessica Fitzgerald 12 luglio 2006 (17 anni) 0 0   Peamount United
C Ruesha Littlejohn 3 luglio 1990 (33 anni) 77 6   London City Lionesses
C Katie McCabe 21 settembre 1995 (28 anni) 82 26   Arsenal (capitano)
C Erin McLaughlin 8 marzo 2003 (20 anni) 3 0   Peamount United
C Heather Payne 20 gennaio 2000 (24 anni) 43 2   Everton
C Lucy Quinn 29 settembre 1993 (30 anni) 20 4   Birmingham City
C Jessica Ziu 6 giugno 2002 (21 anni) 12 0   West Ham
A Amber Barrett 10 gennaio 1996 (28 anni) 39 7   Standard Liegi
A Kyra Carusa 14 novembre 1995 (28 anni) 21 7   San Diego Wave
A Leanne Kiernan 27 aprile 1999 (25 anni) 27 4   Liverpool
A Abbie Larkin 27 aprile 2005 (18 anni) 16 1   Crystal Palace
A Emily Murphy 2 marzo 2003 (20 anni) 0 0   W.F. Demon Deacons
  1. ^ (EN) FIFA/Coca-Cola Women's World Ranking, su fifa.com, 15 marzo 2024. URL consultato il 23 marzo 2024.
  2. ^ Fan Hong e J.A. Mangan, Soccer, Women, Sexual Liberation: Kicking Off a New Era, Taylor & Francis, 2004, ISBN 9780714684086.
  3. ^ (EN) European Women Championship 1982-84, su rsssf.com, 4 settembre 2008. URL consultato il 7 aprile 2019.
  4. ^ (EN) European Women Championship 1985-87, su rsssf.com, 4 settembre 2008. URL consultato il 7 aprile 2019.
  5. ^ (EN) European Women Championship 1987-89, su rsssf.com, 4 settembre 2008. URL consultato il 7 aprile 2019.
  6. ^ (EN) European Women Championship 1991-93, su rsssf.com, 4 settembre 2008. URL consultato il 7 aprile 2019.
  7. ^ (EN) Svezia - Irlanda 10-0, tabellino, su fai.ie. URL consultato il 7 aprile 2019.
  8. ^ (EN) Iceland advance to Finland finals, su uefa.com, 30 ottobre 2008. URL consultato il 7 aprile 2019.
  9. ^ (EN) Ireland finish fourth in Cyprus Cup, su rte.ie, 8 marzo 2017. URL consultato il 7 aprile 2019.
  10. ^ a b (EN) Ireland women's team withdraw from training, su rte.ie, 5 aprile 2017. URL consultato il 7 aprile 2019.
  11. ^ (EN) Agreement reached between FAI and women's national team, su rte.ie, 6 aprile 2017. URL consultato il 7 aprile 2019.
  12. ^ (EN) End of an era for Irish women, su Kickin Magazine, 7 luglio 2000. URL consultato il 12 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2007).
  13. ^ (EN) Niall Kelly, Noel King takes charge of Shelbourne's WNL team ahead of 2021 season, su The42, 31 dicembre 2020. URL consultato il 12 aprile 2021.
  14. ^ (EN) Ronan succeeds King at Ireland helm, su UEFA.com, 15 ottobre 2010. URL consultato il 12 aprile 2021.
  15. ^ (EN) Liam Mackey, Sue Ronan kicks through football's glass ceiling, in Irish Examiner, 29 dicembre 2016. URL consultato il 12 aprile 2021.
  16. ^ (EN) Colin Bell replaces Sue Ronan as Ireland manager, su RTÉ Sport, 8 febbraio 2017. URL consultato il 12 aprile 2021.
  17. ^ (EN) John Fallon, Ex-Netherlands boss Vera Pauw appointed as new Ireland women's manager, su Irish Independent, 4 settembre 2019. URL consultato il 12 aprile 2021.
  18. ^ (EN) Ireland WNT squad finalised for International Friendlies, su fai.ie, 15 febbraio 2024. URL consultato il 22 febbraio 2024.
  19. ^ (EN) Denise O'Sullivan ruled out for Ireland, Peamount United duo added, su rte.ie, 18 febbraio 2024. URL consultato il 22 febbraio 2024.

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio