Nazionale di calcio femminile della Thailandia

Thailandia Thailandia
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FAT
Confederazione AFC
Codice FIFA THA
Soprannome Chaba Kaew
Selezionatore Thailandia Nuengruethai Sathongwien
Ranking FIFA 29º
Esordio internazionale
Thailandia Thailandia 3-2 Australia Australia
Hong Kong, 25 agosto 1975
Migliore vittoria
Thailandia Thailandia 14-1 Laos Laos
Ho Chi Minh, 22 settembre 2012
Peggiore sconfitta
Thailandia Thailandia 0-15 Corea del Nord Corea del Nord
Bangkok, 12 dicembre 1998
Campionato del mondo
Partecipazioni 2 (esordio: 2015)
Miglior risultato Fase a gironi nel 2015, 2019
Coppa delle nazioni asiatiche femminile
Partecipazioni 12 (esordio: 1975)
Miglior risultato Campione nel 1983

La nazionale di calcio femminile della Thailandia (in thai ฟุตบอลหญิงทีมชาติไทย) è la rappresentativa calcistica femminile internazionale della Thailandia, gestita dalla Federazione calcistica della Thailandia (สมาคมฟุตบอลแห่งประเทศไทย ในพระบรมราชูปถัมภ์, in inglese Football Association of Thailand - FAT).

In base alla classifica emessa dalla Fédération Internationale de Football Association (FIFA) il 7 dicembre 2018, la nazionale femminile occupa il 29º posto del FIFA/Coca-Cola Women's World Ranking, perdendone una rispetto alla classifica redatta il 28 settembre 2018[1].

Come membro dell'Asian Football Confederation (AFC), partecipa a vari tornei di calcio internazionali, come al Campionato mondiale FIFA, alla Coppa delle nazioni asiatiche femminile, all'AFF Women's Championship, ai Giochi olimpici estivi e ai tornei a invito come l'Algarve Cup o la Cyprus Cup.

StoriaModifica

La nazionale della Thailandia disputò la sua prima partita ufficiale il 25 agosto 1975 contro la nazionale australiana, valida come prima partita dell'edizione 1975 della Coppa delle nazioni asiatiche femminile, disputatasi a Hong Kong[2]. La partita si concluse 3-2 per le thailandesi, che, successivamente, raggiunsero la finale del torneo, venendo sconfitte per 3-1 dalla Nuova Zelanda[2]. La Thailandia conquistò il secondo posto anche nelle due edizioni successive a cui prese parte (1977 e 1981)[2]. Vinse il torneo nell'edizione 1983, l'ultima a non essere riconosciuta ufficialmente dalla FIFA e dalla AFC[2]: il torneo si svolse in Thailandia e la nazionale di casa sfruttò l'assenza di nazionali quali Giappone e Taipei Cinese, vincendo il girone preliminare prima e poi la finale contro l'India per 3-0[2]. Nel edizione 1986, prima edizione ufficiale organizzata dalla AFC, la Thailandia raggiunse la finale per il terzo posto, superando l'Indonesia e conquistando il gradino più basso del podio[3]. Nelle edizioni successive fino al 2018 non riuscì più ad andare oltre la fase a gironi.

Nella Coppa delle nazioni asiatiche 2014 la Thailandia concluse al terzo posto il suo girone, accedendo allo spareggio per l'ammissione al campionato mondiale 2015, grazie all'aumento del numero di posti per l'AFC a cinque. Le thailandesi vinsero lo spareggio contro il Vietnam per 2-1, accendendo al campionato mondiale per la prima volta nella loro storia[4]. Al campionato mondiale 2015 la Thailandia venne sorteggiata nel girone B assieme alle nazionali di Germania, Norvegia e Costa d'Avorio, esordendo il 7 giugno 2015 a Ottawa perdendo 4-0 dalle norvegesi[5]. L'11 giugno sempre al Lansdowne Park di Ottawa arrivò la prima vittoria delle thailandesi, che ribaltarono il risultato contro le ivoriane, vincendo per 3-2 grazie alla doppietta di Orathai Srimanee e alla rete di Thanatta Chawong[6]. La successiva sconfitta contro la Germania nella terza partita del girone sancì l'eliminazione della Thailandia dalla competizione.

La nazionale thailandese, guidata da Nuengruethai Sathongwien e dall'inglese Spencer Prior nel biennio 2016-2017, continuò il percorso di crescita anche dopo il mondiale canadese con una serie di ottimi risultati: qualificazione alla Coppa delle nazioni asiatiche 2018 e con la vittoria dell'AFF Women's Championship nelle edizioni 2015, 2016 e 2018[7]. Il 12 aprile 2018, grazie alla vittoria per 3-1 sulle Filippine nella terza partita del girone A e la conseguente qualificazione alle semifinali della Coppa delle nazioni asiatiche 2018 (prima volta dall'edizione 1986), la Thailandia si qualificò alla fase finale del campionato mondiale 2019[8]. Dopo aver perso la semifinale contro l'Australia dopo i tiri di rigore, la Thailandia perse la finalina contro la Cina e chiuse il campionato asiatico al quarto posto[9]. Al campionato mondiale 2019 la Thailandia è stata sorteggiata nel girone F assieme alle nazionali di Stati Uniti, Cile e Svezia, esordendo l'11 giugno 2019 a Reims contro le statunitensi.[10] La partita d'esordio al mondiale vide le thailandesi perdere per 13-0 dalle statunitensi, in quella che risultò essere la vittoria con il maggior scarto in un campionato mondiale di calcio sia in ambito femminile che maschile.[11] Esattamente come due anni prima, la formazione thailandese chiuse il proprio campionato mondiale arrendendosi alla fase a gironi, uscendo sconfitta in tutti e tre gli incontri (5-1 contro la Svezia e 2-0 contro il Cile).

Partecipazione ai tornei internazionaliModifica

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1991 Non qualificata
1995 Non partecipante
1999 Non partecipante
2003 Non qualificata
2007 Non qualificata
2011 Non qualificata
2015 Fase a gironi
2019 Fase a gironi
Campionato asiatico
Edizione Risultato
1975 2º posto  
1977 2º posto  
1979 Non partecipante
1981 2º posto  
1983 Campione  
1986 3º posto  
1989 Fase a gironi
1991 Fase a gironi
1993 Non partecipante
1995 Fase a gironi
1997 Non partecipante
1999 Fase a gironi
2001 Fase a gironi
2003 Fase a gironi
2006 Fase a gironi
2008 Fase a gironi
2010 Fase a gironi
2014 Fase a gironi
2018 4º posto
AFF Women's Championship
Edizione Risultato
2006 3º posto  
2007 2º posto  
2008 3º posto  
2011 Campione  
2012 3º posto  
2013 Fase a gironi
2015 Campione  
2016 Campione  
2018 Campione  
Giochi del Sud-est asiatico
Edizione Risultato
1985 Campione  
1995 Campione  
1997 Campione  
2001 2º posto  
2003 2º posto  
2005 3º posto  
2007 Campione  
2009 2º posto  
2013 Campione  
2015 2º posto  
Cyprus Cup
Edizione Risultato
dal 2008 al 2018 Non invitata
2019 8º posto

Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni

PalmarèsModifica

1983
2011, 2015, 2016, 2018
1985, 1995, 1997, 2007

SelezionatoriModifica

  • 1956-1964:   Chana Yodprang,   Veera Pincharoen
  • 1965-2000: ?
  • 2001:   Charnwit Polcheewin,   Niya Boonprasit
  • 2003:   Niya Boonprasit
  • 2004:   Charnwit Polcheewin
  • 2005-2008:   Supon Yapapa
  • 2009:   Freddy Marrinho
  • 2010:   Jatuporn Pramualban
  • 2011-2012:   Piyakul Kaewnamkang
  • 2013-2014:   Jatuporn Pramualban
  • 2014-2015:   Nuengruethai Sathongwien
  • 2016-2017:   Spencer Prior
  • 2017-oggi:   Nuengruethai Sathongwien

Tutte le roseModifica

MondialiModifica

Coppa del Mondo FIFA 2015
Waraporn, 2 Darut, 3 Natthakarn, 4 Duangnapa, 5 Ainon, 6 Pikul, 7 Silawan, 8 Naphat, 9 Warunee, 10 Sunisa, 11 Alisa, 12 Rattikan, 13 Orathai, 14 Thanatta, 15 Nattaya, 16 Khwanrudi, 17 Anootsara, 18 Yada, 19 Taneekarn, 20 Wilaiporn, 21 Kanjana, 22 Sukanya, 23 Nisa, CT: Nuengrutai


Coppa del Mondo FIFA 2019
Waraporn, 2 Kanjanaporn, 3 Natthakarn, 4 Duangnapa, 5 Ainon, 6 Pikul, 7 Silawan, 8 Suchawadee, 9 Warunee, 10 Sunisa, 11 Sudarat, 12 Rattikan, 13 Orathai, 14 Saowalak, 15 Orapin, 16 Khwanrudi, 17 Taneekarn, 18 Sukanya, 19 Pitsamai, 20 Wilaiporn, 21 Kanjana, 22 Sornpao, 23 Phornphirun, CT: Nuengruethai


Coppa d'AsiaModifica

Coppa d'Asia femminile 2014
Waraporn, 2 Darut, 3 Natthakarn, 4 Duangnapa, 5 Kwanruethai, 6 Pikul, 7 Silawan, 8 Naphat, 9 Warunee, 10 Sunisa, 11 Ainon, 12 Alisa, 13 Orathai, 14 Supaporn, 15 Pajaree, 16 Kwanruedi, 17 Anootsara, 18 Sukanya, 19 Taneekarn, 20 Rattikan, 21 Kanjana, 22 Yada, 23 Nisa, 24 Jaruwan, 25 Dujdao, CT: Nuengruethai


Coppa d'Asia femminile 2018
Waraporn, 2 Kanchanaporn, 3 Natthakarn, 4 Duangnapa, 5 Ainon, 6 Pikul, 7 Silawan, 8 Suchawadee, 9 Warunee, 10 Sunisa, 11 Alisa, 12 Rattikan, 13 Orathai, 14 Saowalak, 15 Nipawan, 16 Khwanrudi, 17 Taneekarn, 18 Sukanya, 19 Pitsamai, 20 Wilaiporn, 21 Kanjana, 22 Nattaruja, 23 Kanyanat, CT: Nuengruethai


RosaModifica

Lista delle 23 calciatrici convocate dalla selezionatrice Nuengruethai Sathongwien per il campionato mondiale di calcio femminile 2019[12].

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
1 P Waraporn Boonsing 16 febbraio 1990 (29 anni)   BG Bundit Asia
2 D Kanjanaporn Saengkoon 18 luglio 1996 (22 anni)   BG Bundit Asia
3 D Natthakarn Chinwong 15 marzo 1992 (27 anni)   BG-College of Asian Scholars
4 D Duangnapa Sritala 21 giugno 1997 (21 anni)   Bangkok FC
5 D Ainon Phancha 27 gennaio 1992 (27 anni)   Chonburi Sriprathum
6 C Pikul Khueanpet 20 settembre 1988 (30 anni)   BG Bundit Asia
7 C Silawan Intamee 22 gennaio 1994 (25 anni)   Chonburi Sriprathum
8 A Suchawadee Nildhamrong 1º aprile 1997 (22 anni)   California Golden Bears
9 D Warunee Phetwiset 13 dicembre 1990 (28 anni)   Chonburi Sriprathum
10 D Sunisa Srangthaisong 6 maggio 1988 (31 anni)   Dhurakij Pundit
11 C Sudarat Chucheun 19 giugno 1997 (21 anni)   Srisaket
12 C Rattikan Thongsombut 7 luglio 1991 (27 anni)   BG Bundit Asia
13 C Orathai Srimanee 12 giugno 1988 (30 anni)   BG Bundit Asia
14 A Saowalak Pengngam 30 novembre 1996 (22 anni)   Chonburi Sriprathum
15 C Orapin Waenngoen 7 ottobre 1995 (23 anni)   BG Bundit Asia
16 D Khwanruedi Saengchan 10 settembre 1993 (25 anni)   BG Bundit Asia
17 A Taneekarn Dangda 15 dicembre 1992 (26 anni)   Chonburi Sriprathum
18 P Sukanya Chor Charoenying 24 novembre 1987 (31 anni)   Chonburi Sriprathum
19 A Pitsamai Sornsai 19 gennaio 1989 (30 anni)   Chonburi Sriprathum
20 C Wilaiporn Boothduang 25 giugno 1987 (31 anni)   Dhurakij Pundit
21 C Kanjana Sungngoen 21 settembre 1986 (32 anni)   Chonburi Sriprathum
22 P Tiffany Sornpao 22 maggio 1998 (21 anni)   Kennesaw State Owls
23 D Phornphirun Philawan 8 aprile 1999 (20 anni)   BG Bundit Asia

NoteModifica

  1. ^ (EN) FIFA/Coca-Cola Women's World Ranking, su fifa.com, 7 dicembre 2018. URL consultato il 1º marzo 2019.
  2. ^ a b c d e (EN) Asian Women's Championship, su rsssf.com, 11 maggio 2018. URL consultato il 4 marzo 2019.
  3. ^ (EN) Asian Women's Championship 1986, su rsssf.com, 4 giugno 2015. URL consultato il 4 marzo 2019.
  4. ^ (EN) Group B team preview: Thailand, su espn.com, 14 maggio 2015. URL consultato il 4 marzo 2019.
  5. ^ (EN) Four-star Norway outlast brave Thais, su fifa.com, 7 giugno 2015. URL consultato il 4 marzo 2019.
  6. ^ (EN) Thailand complete Côte d'Ivoire comeback, su fifa.com, 12 giugno 2015. URL consultato il 4 marzo 2019.
  7. ^ (EN) Team in focus: Thailand, su the-afc.com, 4 dicembre 2018. URL consultato il 4 marzo 2019.
  8. ^ (EN) Thailand qualify for second successive Women's World Cup, su fifa.com, 12 aprile 2018. URL consultato il 4 marzo 2019.
  9. ^ (EN) Second half blitz powers China PR to third place, su the-afc.com, 20 aprile 2018. URL consultato il 4 marzo 2019.
  10. ^ (EN) U.S. Draws Sweden, Thailand and Chile at 2019 Women's World Cup, su nytimes.com, 8 dicembre 2018. URL consultato il 4 marzo 2019.
  11. ^ Usa-Thailandia finisce 13-0! Svezia e Olanda battono Cile e Nuova Zelanda [collegamento interrotto], su gazzetta.it, 11 giugno 2019. URL consultato il 12 giugno 2019.
  12. ^ (EN) Lista delle convocate della Thailandia per la FIFA Women's World Cup 2019 (PDF), su tournament.fifadata.com, 27 maggio 2019. URL consultato il 27 maggio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica