Apri il menu principale

Ned Glass

attore statunitense
Ned Glass in Sciarada (1963)

Ned Glass, all'anagrafe Nusyn Glass (Polonia, 1º aprile 1906Encino, 15 giugno 1984), è stato un attore statunitense.

Glass ha recitato in diverse produzioni per la televisione, oltre 120 dal 1952 al 1982, e in oltre 80 produzioni cinematografiche dal 1937 al 1981.[1]

BiografiaModifica

Ned Glass nacque in Polonia il 1º aprile 1906 ma si trasferì presto a New York. Qui iniziò a lavorare come attore in teatro e fece parte di diverse produzioni a Broadway e nel vaudeville fin dagli anni trenta[2][3]. Debuttò al cinema alla fine degli anni trenta e in televisione agli inizi degli anni cinquanta.

Per la TV interpretò, tra gli altri, il master sergeant Andy Pendleton in 14 episodi della serie The Phil Silvers Show dal 1955 al 1956, Sylvester in due episodi della serie Peter Gunn nel 1960 (più altri tre episodi con altri ruoli), il dottor Abraham Goodman in cinque episodi della serie Ben Casey dal 1965 al 1966 (più altri due episodi con altri ruoli), Jerry Dale in quattro episodi della serie Fair Exchange dal 1962 al 1963, Hastings in quattro episodi della serie Per favore non mangiate le margherite dal 1965 al 1966, lo scienziato Reynolds in quattro episodi della serie Mr. Terrific nel 1967, Sol Cooper (ruolo per il quale fu nominato per un Emmy Award nel 1969[3]) in 16 episodi della serie Giulia dal 1968 al 1971 e lo zio 'Moe' Plotnick in 24 episodi della serie Bridget Loves Bernie dal 1972 al 1973. Interpretò inoltre numerosi altri personaggi secondari o ruoli da guest star in molti episodi di serie televisive dagli anni cinquanta agli anni ottanta, anche con ruoli diversi in più di un episodio; partecipò, tra l'altro a due episodi di Trackdown, tre episodi di I racconti del West, tre episodi di Have Gun - Will Travel, quattro episodi di Gli intoccabili, tre episodi di Il fuggiasco, due episodi di Kolchak: The Night Stalker, due episodi di Baretta e tre episodi di Trapper John. Prese parte anche a due episodi della serie classica di Ai confini della realtà trasmessi nel 1960 e nel 1961[4].

Collezionò inoltre numerose presenze anche per il cinema. La sua carriera cinematografica subì tuttavia un rallentamento quando fu inserito agli inizi degli anni cinquanta nella lista nera di Hollywood (periodo nel quale compariva spesso nelle produzioni non accreditato) dalla quale fu cancellato solo agli inizi degli anni 60.[2] Dopo la completa riabilitazione, nel 1961 partecipò nel ruolo di Doc al film West Side Story. Interpretò poi personaggi di Max Lieberman in Pugno proibito del 1962, Baldy in Come ingannare mio marito del 1962, Mr. Sparrow in Quella strana condizione di papà del 1963, Leopold W. Gideon in Sciarada del 1963, Lippy in L'affare Blindfold del 1965, Doc Schindler in Non per soldi... ma per denaro del 1966, Sid Fivush in Salvate la tigre del 1973 e Arty Bale in The All-American Boy del 1973[1].

Fu accreditato per l'ultima volta sugli schermi televisivi in un episodio trasmesso il 20 dicembre 1982, intitolato I'll Be Home for Christmas e facente parte della serie New York New York, nel quale interpreta il ruolo di un borseggiatore mentre per il cinema l'ultimo personaggio a cui dà vita è quello di Sam nel film del 1981 Street Music[4] Morì a Encino, in California, il 15 giugno 1984.[5].

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatori italianiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Internet Movie Database, op. cit.
  2. ^ a b Allmovie, op. cit.
  3. ^ a b (EN) The Hour del 23 giugno 1984, su news.google.com. URL consultato il 29 dicembre 2013.
  4. ^ a b (EN) IMDb, Ruoli in serie televisive, su imdb.com. URL consultato il 10 dicembre 2013.
  5. ^ Find a Grave, op. cit.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN42050436 · ISNI (EN0000 0000 0094 538X · LCCN (ENno91001431 · BNF (FRcb141818391 (data) · WorldCat Identities (ENno91-001431