Neil Robertson

giocatore di snooker australiano
Neil Robertson
Neil Robertson at Snooker German Masters (Martin Rulsch) 2014-01-29 03.jpg
Nazionalità Australia Australia
Biliardo Cue sports pictogram.svg
Specialità Snooker
Carriera
Carriera professionistica
Stagioni 1998-1999, 2000-2002, 2003-
Soprannome The Thunder from Down Under
Ranking 3° (17 agosto 2020)
Miglior Ranking (Settembre-Dicembre 2010, Giugno 2013, Maggio 2014, Luglio-Agosto 2014, Dicembre 2014, Gennaio 2015)
Risultati nei tornei della Tripla Corona
UK Championship V (2013, 2015)
Masters V (2012)
Campionato mondiale V (2010)
Titoli Ranking 18
Titoli Non-Ranking 6
Century break 733
Miglior break 147 (4)
China Open 2010
Wuxi Classic 2013 Q
UK Championship 2015
Welsh Open 2019
Maggior vincita £250000
Campionato mondiale 2010
Statistiche aggiornate al 24 ottobre 2020

Neil Robertson (Melbourne, 11 febbraio 1982) è un giocatore di snooker australiano.[1]

È conosciuto anche con il soprannome di The Melbourne Machine o di The Thunder from Down Under.[2] Ha iniziato la sua carriera nello snooker da ragazzo. A soli 14 anni è diventato primatista come il più giovane giocatore nella storia australiana a ottenere 100 punti di break. Durante la stagione, abita a Cambridge ed esercita con Joe Perry, un altro professionista.

Considerato il miglior giocatore fuori dalla Gran Bretagna, nella stagione 2013-2014 è diventato il primo giocatore a realizzare 100 "centoni" in una singola stagione, ottenendone 103.[3][4]

CarrieraModifica

Gli inizi (1998-2009)Modifica

Dal 1998 è diventato un giocatore professionista.[5] Nel luglio 2003, ha vinto The World Under-21 Snooker Championship in Nuova Zelanda. Grazie a questo successo, dalla stagione 2003-2004 ha potuto partecipare alle eliminatorie dei campionati di prima importanza organizzati dalla World Professional Billiards and Snooker Association (WPBSA), dove ora è una figura stabile. Si è qualificato per le fasi finali del Campionato mondiale nel 2005, ma ha perso 10-7 con Stephen Hendry. In totale ha vinto 25 partite nel 2004-2005.

Nel 2005-2006 ha raggiunto il 16º posto della classifica e nella stessa stagione ha raggiunto per quattro volte in quarti di finale. Al Mondiale 2006 ha combattuto fino ai quarti di finale contro il prevedibile vincitore Graeme Dott, ma ha perso il frame finale perché per caso ha imbucato una bilia rosa, della quale aveva bisogno per ottenere uno snooker e bloccare i movimenti del suo rivale scozzese. Grazie alla vittoria nel Welsh Open del 2007 ha raggiunto la settima posizione nella classifica provvisoria.

I grandi successi (2010-)Modifica

Nella stagione 2009-2010 Robertson vince il suo secondo Grand Prix, ma soprattutto batte lo scozzese Graeme Dott 18-13 alla finale del Mondiale divenendo il 2° australiano nella storia dello snooker a vincere il più prestigioso titolo di questo sport dopo Horace Lindrum, che alzò la coppa nel 1952.[6] Inizia la stagione seguente vincendo il World Open contro Ronnie O'Sullivan passando così in cima al Ranking fino a dicembre.[7]

Il 22 gennaio 2012 batte Shaun Murphy alla finale del Masters di Londra arrivando a 2 titoli su 3 nella Tripla Corona.[8] Quasi due anni dopo, nel dicembre 2013, Robertson conquista lo UK Championship[9] completando i primi 3 trofei più famosi dello snooker, ripetendo il successo anche nel 2015.[10] La stagione 2018-2019 è forse la migliore per l'australiano che partito 10º in classifica arriva a fine anno in quarta posizione, dopo la vittoria al Riga Masters, al Welsh Open e al China Open, senza dimenticare le sconfitte in finale all'International Championship, al Players Championship e al Tour Championship che lo fanno diventare il giocatore con più finali giocate in questa stagione (6).

Stagione 2019-2020Modifica

La stagione 2019-2020 inizia con qualche alto e basso per l'australiano: nei tornei validi per la classifica non riesce ad ingranare mentre in quelli non validi riesce ad arrivare in semifinale allo Shanghai Masters[11] e vincere il Champion of Champions.[12] Tra l'altro ha dovuto dare anche forfait al Riga Masters e al World Open, rispettivamente a causa di uno sciopero di aerei per Riga e di uno sbaglio di destinazione: Robertson si è recato ad un'altra Barnsley che dista circa 276 km dall'altra, nella quale avrebbe dovuto svolgere il match di qualificazione contro Ian Burns perdendo quindi la possibilità di fare bene in queste due competizioni dove era rispettivamente campione in carica e vincitore della prima edizione con questa denominazione nel 2010.[13][14][15] All'inizio dell'anno solare 2020 si fa eliminare al primo turno del Masters da Stephen Maguire per 6-5 dopo essere stato avanti 5-1.[16][17] Si riscatta subito allo European Masters dominando il torneo, battendo in finale Zhou Yuelong 9-0.[18] Subito dopo perde 9-6 la finale del German Masters contro Judd Trump.[19] All'inizio della settimana successiva Robertson conquista e vince il suo primo World Grand Prix in carriera, contro Graeme Dott per 10-8.[20]

Vita privataModifica

Fidanzato con la norvegese Mille Fjelldal, ha un figlio chiamato Alexander, nato durante il Campionato mondiale 2010, e una figlia di nome Penelope, nata nel 2019.[21] Ha un buon rapporto di amicizia con John Terry.[22]

Ranking[23]Modifica

Stagione Ranking iniziale Ranking finale
1998-1999 Non classificato 179
2000-2001 Non classificato 118
2001-2002 118 Non classificato
2003-2004 Non classificato 68
2004-2005 68 28
2005-2006 28 13
2006-2007 13 7
2007-2008 7 10
2008-2009 10 9
2009-2010 9 2
2010-2011 2 5
2011-2012 5 7
2012-2013 7 2
2013-2014 2 2
2014-2015 3 3
2015-2016 3 5
2016-2017 5 7
2017-2018 7 10
2018-2019 10 4
2019-2020 4 3
2020-2021 3

Century Breaks: 733Modifica

Break Massimi da 147: 4[24]Modifica

Anno Competizione Avversario Note
1 2010   China Open   Peter Ebdon [25]
2 2013   Wuxi Classic Qualificazioni   Mohamed Khairy [26]
3 2015   UK Championship   Liang Wenbó [27]
4 2019   Welsh Open   Jordan Brown [28]

Tornei vintiModifica

Titoli Ranking: 18Modifica

Titoli Non-Ranking: 6Modifica

Titoli Ranking
Competizione Anno Avversario Note
  Campionato mondiale 2010   Graeme Dott [29]
  UK Championship 2013 - 2015   Mark Selby -   Liang Wenbó [30][31]
  Grand Prix 2006 - 2009   Jamie Cope -   Ding Junhui [32][33]
  Welsh Open 2007 - 2019   Andrew Higginson -   Stuart Bingham [34][35]
  Bahrain Championship 2008   Matthew Stevens [36]
  World Open 2010   Ronnie O'Sullivan [37]
  China Open 2013 - 2019   Mark Selby -   Jack Lisowski [38][39]
  Wuxi Classic 2013 - 2014   John Higgins -   Joe Perry [40][41]
  Riga Masters 2016 - 2018   Michael Holt -   Jack Lisowski [42][43]
  Scottish Open 2017   Cao Yupeng [44]
  European Masters 2020   Zhou Yuelong [18]
  World Grand Prix 2020   Graeme Dott [20]
Titoli Non-Ranking
Competizione Anno Avversario Note
  The Masters 2012   Shaun Murphy [45]
  Evento di qualificazione al Masters 2003   Dominic Dale [46]
  General Cup 2012   Ricky Walden [47]
  Champion of Champions 2015 - 2019   Mark Allen -   Judd Trump [48][49]
  Hong Kong Masters 2017   Ronnie O'Sullivan [50]
  • Players Tour Championship: 2 (Warsaw Classic 2011, Alex Higgins International Trophy 2011)
  • European Tour: 2 (Gdynia Open 2012, Gdynia Open 2015)

Finali perseModifica

Titoli Ranking: 12Modifica

Titoli Non-Ranking: 3Modifica

Titoli Ranking
Competizione Anno Avversario Note
  Players Tour Championship Finals 2012 - 2013   Stephen Lee -   Ding Junhui [51][52]
  International Championship 2012 - 2018   Judd Trump -   Mark Allen [53][54]
  Australian Goldfields Open 2013 - 2014   Marco Fu -   Judd Trump [55][56]
  China Open 2014   Ding Junhui [57]
  Welsh Open 2016   Ronnie O'Sullivan [58]
  Players Championship 2019   Ronnie O'Sullivan [59]
  Tour Championship 2019   Ronnie O'Sullivan [60]
  German Masters 2020   Judd Trump [19]
  English Open 2020   Judd Trump [61]
Titoli Non-Ranking
Competizione Anno Avversario Note
  The Masters 2013 - 2015   Mark Selby -   Shaun Murphy [62][63]
  General Cup 2013   Mark Davis [64]
Tornei varianti
Competizione Anno Avversario Note
  Six-Red World Championship 2013   Mark Davis [65]
  • European Tour: 1 (Bulgarian Open 2013)

NoteModifica

  1. ^ (EN) CueTracker - Career Total Statistics For Neil Robertson - Professional Results - Snooker Results & Statistics, su cuetracker.net. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  2. ^ (EN) NEIL ROBERTSON ::: Australian Snooker Professional, su www.neilrobertson.net. URL consultato il 28 agosto 2019.
  3. ^ (EN) Press Association, Neil Robertson clocks up 100th century of season against Judd Trump, in The Guardian, 30 aprile 2014. URL consultato il 23 febbraio 2020.
  4. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Centuries By Neil Robertson In Season 2013-2014 - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 23 febbraio 2020.
  5. ^ (EN) NEIL ROBERTSON ::: Australian Snooker Professional, su www.neilrobertson.net. URL consultato il 23 luglio 2019.
  6. ^ (EN) Robertson wins world title, su www.heraldsun.com.au, 4 maggio 2010. URL consultato il 23 luglio 2019.
  7. ^ (EN) Robertson wins World Open final, 26 settembre 2010. URL consultato il 28 agosto 2019.
  8. ^ (EN) Masters snooker: Neil Robertson captures first title, 22 gennaio 2012. URL consultato il 28 agosto 2019.
  9. ^ (EN) Robertson beats Selby for UK Championship and snooker's triple crown, su Mail Online, 8 dicembre 2013. URL consultato il 23 luglio 2019.
  10. ^ (EN) UK Championship: Mark Selby comeback stuns Neil Robertson, su Sky Sports. URL consultato il 23 luglio 2019.
  11. ^ (EN) Results (Shanghai Masters 2019) - snooker.org, su www.snooker.org. URL consultato il 9 novembre 2019.
  12. ^ (EN) Rocket Brought Down By Thunder, su World Snooker, 9 novembre 2019. URL consultato il 9 novembre 2019.
  13. ^ (EN) World Open: Neil Robertson drives to wrong Barnsley and forfeits qualifier, 5 ottobre 2019. URL consultato il 9 novembre 2019.
  14. ^ (EN) Snooker star Robertson drives to ‘wrong’ Barnsley & is kicked out of World Open, su The Sun, 6 ottobre 2019. URL consultato il 9 novembre 2019.
  15. ^ (EN) Riga Masters chaos as multiple players withdraw due to flight delays, su Metro, 26 luglio 2019. URL consultato il 9 novembre 2019.
  16. ^ (EN) Masters 2020: Stephen Maguire beats Neil Robertson; David Gilbert defeats Mark Allen, in BBC Sport, 13 gennaio 2020. URL consultato il 26 gennaio 2020.
  17. ^ (EN) Masters snooker report and result: Stephen Maguire beats Neil Robertson 6-5; David Gilbert through, su www.sportinglife.com. URL consultato il 26 gennaio 2020.
  18. ^ a b (EN) Robertson Whitewashes Zhou In Austria Final, su World Snooker, 26 gennaio 2020. URL consultato il 26 gennaio 2020.
  19. ^ a b (EN) Snooker news - Magnificent Judd Trump defeats Neil Robertson to lift maiden German Masters title, su Eurosport, 2 febbraio 2020. URL consultato il 2 febbraio 2020.
  20. ^ a b (EN) Dott Dashed By Five-Ton Robertson, su World Snooker, 9 febbraio 2020. URL consultato il 10 febbraio 2020.
  21. ^ (EN) Press Association, Neil Robertson aims to mix World Championship with fatherhood, in The Guardian, 2 maggio 2010. URL consultato il 7 marzo 2020.
  22. ^ (EN) Kieran Gill, Chelsea welcome UK Championship title winner into dressing room, su Mail Online, 10 dicembre 2015. URL consultato il 7 marzo 2020.
  23. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Ranking History For Neil Robertson - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  24. ^ (EN) Official 147s, su World Snooker. URL consultato il 23 luglio 2019.
  25. ^ (EN) China Open 2010 Centuries, su web.archive.org, 8 febbraio 2010. URL consultato l'11 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2010).
  26. ^ (EN) World Snooker | News | News | Robertson Fires 147, su web.archive.org, 8 giugno 2013. URL consultato l'11 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale l'8 giugno 2013).
  27. ^ (EN) Robertson Makes 147 And Leads UK Final - World Snooker, su web.archive.org, 7 dicembre 2015. URL consultato l'11 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 7 dicembre 2015).
  28. ^ (EN) Robertson Makes Motorpoint Maximum, su World Snooker, 12 febbraio 2019. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  29. ^ (EN) Aussie Rules! Neil Robertson crowned World Champion after marathon win over Graeme Dott, su Mail Online, 3 maggio 2010. URL consultato il 9 novembre 2019.
  30. ^ (EN) Neil Robertson captures snooker's triple crown, su The Sydney Morning Herald, 8 dicembre 2013. URL consultato il 9 novembre 2019.
  31. ^ (EN) UK Championship final: Neil Robertson makes 147 and wins title, 6 dicembre 2015. URL consultato il 9 novembre 2019.
  32. ^ (EN) Grand Prix 2006, su web.archive.org. URL consultato il 9 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2007).
  33. ^ (EN) Grand Prix 2009 - snooker.org, su www.snooker.org. URL consultato il 9 novembre 2019.
  34. ^ (EN) WWW Snooker: Welsh Open 2007, su www.snooker.org. URL consultato il 9 novembre 2019.
  35. ^ (EN) Robertson Claims Cardiff Crown, su World Snooker, 17 febbraio 2019. URL consultato il 9 novembre 2019.
  36. ^ (EN) Robertson takes title in Bahrain, 15 novembre 2008. URL consultato il 9 novembre 2019.
  37. ^ (EN) 2010 World Open Final Venue Results, su web.archive.org, 14 settembre 2010. URL consultato il 9 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2010).
  38. ^ (EN) Neil Robertson beats Mark Selby to win China Open title, 31 marzo 2013. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  39. ^ (EN) Robertson Storms To Beijing Victory, su World Snooker, 7 aprile 2019. URL consultato il 9 novembre 2019.
  40. ^ (EN) World Snooker | News | News | Robertson Is Wuxi Wonder, su web.archive.org, 29 novembre 2013. URL consultato il 9 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2013).
  41. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - 2014 Wuxi Classic - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  42. ^ (EN) Kaspersky Riga Masters 2016 - World Snooker, su web.archive.org, 24 giugno 2016. URL consultato il 9 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2016).
  43. ^ (EN) Kaspersky Riga Masters (2018) - snooker.org, su www.snooker.org. URL consultato il 9 novembre 2019.
  44. ^ (EN) Scottish Open: Neil Robertson beats Cao Yupeng 9-8 in dramatic final, 17 dicembre 2017. URL consultato il 9 novembre 2019.
  45. ^ (EN) Masters snooker: Neil Robertson captures first title, 22 gennaio 2012. URL consultato il 9 novembre 2019.
  46. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - 2003 Masters Qualifying Event - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  47. ^ (EN) General Cup (2012) - snooker.org, su www.snooker.org. URL consultato il 9 novembre 2019.
  48. ^ (EN) Champion of Champions: Neil Robertson beats Mark Allen, 15 novembre 2015. URL consultato il 9 novembre 2019.
  49. ^ (EN) ManBetX Champion of Champions (2019) - snooker.org, su www.snooker.org. URL consultato l'11 novembre 2019.
  50. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - 2017 Hong Kong Masters - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  51. ^ (EN) Shaun Murphy wins the PTC Grand Final, su World Snooker, 20 marzo 2011. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  52. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - 2013 PTC Grand Final - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  53. ^ (EN) Judd Trump beats Robertson in International Championship final, 4 novembre 2012. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  54. ^ (EN) Allen Wins Fourth Ranking Title, su World Snooker, 4 novembre 2018. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  55. ^ (EN) Marco Fu wins Australian Open, su Independent.ie. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  56. ^ (EN) Bristol's Judd Trump clinches Australian Open title | Bristol Post, su web.archive.org, 8 luglio 2014. URL consultato l'11 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale l'8 luglio 2014).
  57. ^ (EN) China Open (2014) - snooker.org, su www.snooker.org. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  58. ^ (EN) Rocket Romps To Welsh Title, su World Snooker, 21 febbraio 2016. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  59. ^ (EN) Rocket Makes 1,000th Century To Seal Title, su World Snooker, 10 marzo 2019. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  60. ^ (EN) Tour Championship: Ronnie O'Sullivan beats Neil Robertson to become world number one, 24 marzo 2019. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  61. ^ (EN) Trump Beats Robertson In Fantastic Final, su World Snooker, 18 ottobre 2020. URL consultato il 24 ottobre 2020.
  62. ^ (EN) Betfair Masters: Mark Selby claims title with 10-6 win over defending champion Neil Robertson, su Sky Sports. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  63. ^ (EN) Masters 2015 final: Shaun Murphy thrashes Neil Robertson, 18 gennaio 2015. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  64. ^ (EN) General Cup (2013) - snooker.org, su www.snooker.org. URL consultato l'11 gennaio 2020.
  65. ^ (EN) Davis wins Six-reds world title - Yahoo Eurosport UK, su web.archive.org, 19 ottobre 2013. URL consultato l'11 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2013).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica