Apri il menu principale

BiografiaModifica

Impegnato fin da giovane nel Partito Comunista Italiano, nel 1924 emigra in Francia dove nel 1930 entra a far parte dell'apparato comunista francese, parte volontario per la guerra civile in Spagna e partecipa alla Resistenza francese. Dopo l'Armistizio di Cassibile ritorna in Italia e viene inviato in Veneto dove diventa uno dei maggiori organizzatori delle Brigate garibaldine nella Resistenza vicentina nella primavera del 1944 e prende il comando di quello che diventerà il Gruppo Divisioni "Ateo Garemi"[1].

DopoguerraModifica

Dopo la liberazione diventa il segretario provinciale del Pci vicentino e si impegna attivamente nell'organizzazione dell ANPI vicentina e padovana.

Nel 1946 diventa il primo sindaco di Sinalunga[2]

OnorificenzeModifica

Onorificenze italianeModifica

  Croce al merito di guerra
  Medaglia commemorativa della guerra di liberazione
  Medaglia di benemerenza per i Volontari della Guerra 1940–43
  Distintivo di Volontario della Libertà

Onorificenze straniereModifica

  Bronze Star Medal

NoteModifica

  1. ^ [1] Anpi Vicenza - Storia resistenza - visto 1º marzo 2009
  2. ^ Scheda della manifestazione commemorativa per Celebrazione del 60º anniversario dell'insediamento del primo Consiglio Comunale di Sinalunga democraticamente eletto, su Comune di Sinalunga. URL consultato il 1º marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2007).

BibliografiaModifica

  • Luca Valente, Dieci giorni di guerra, Cierre Edizioni, 2006

Collegamenti esterniModifica

  • [2]Sinalunga - scheda - visto 1º marzo 2009