Neofelis

genere di animale della famiglia Felidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Neofelis
Neofelis nebulosa.jpg
Neofelis nebulosa
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Felidae
Sottofamiglia Pantherinae
Genere Neofelis
Gray, 1867
Specie

Neofelis (Grey, 1867) è un genere di mammiferi carnivori della famiglia dei felidi[1], che comprende due specie, il leopardo nebuloso (Neofelis nebulosa) ed il leopardo nebuloso del Borneo (Neofelis diardi). Quest'ultimo è stato elevato al rango di specie solo di recente; in precedenza era considerato una sottospecie. [2][3]

Distribuzione e HabitatModifica

L'habitat di questi animali spazia dal Nepal al sud della Cina, comprendendo tutto il sud-est asiatico e le isole del Borneo.[4] Sono più strettamente associati alla foresta pluviale tropicale sempreverde primaria, ma si trovano a loro agio anche in altri tipi di habitat. Gli avvistamenti sono stati effettuati anche in foreste secondarie e disboscate, oltre a praterie e boscaglie. Ai piedi dell'Himalaya sono stati registrati fino a 1.450 m (4.760 piedi).[5] Tra il 1821 e il 1862, sono stati descritti diversi felidi del sud-est asiatico che oggi sono subordinati a Neofelis:

  • Felis nebulosa (descritta per la prima volta nel 1821 da Edward Griffith).[6] Le popolazioni spaziano dalle colline pedemontane dell'Himalaya in Nepal attraverso il sud-est asiatico continentale fino alla Cina. [7]
  • Felis diardi (descritto per la prima volta nel 1823 da Georges Cuvier).[8] Il leopardo nebuloso della Sonda è probabilmente limitato alle isole di Sumatra e del Borneo.[9] A Giava sono stati trovati solo fossili di leopardo nebuloso. [10]
  • Leopardus brachyurus (descritto per la prima volta nel 1862 da Robert Swinhoe).[11] Oggi il leopardo nebuloso di Formosa è considerato una sottospecie di leopardo nebuloso Neofelis nebulosa brachyurus.[12] Ora è considerato estinto. [13]

DescrizioneModifica

Gray descrisse il genere Neofelis come avente un cranio allungato, un muso largo e piuttosto pronunciato sullo stesso piano della fronte, un naso largo e allungato, un'orbita moderata, una mascella inferiore troncata e canini conici superiori e inferiori molto lunghi con il bordo posteriore tagliente e affilato. Il cranio ha delle somiglianze con quello del fossile [Smilodon], con canini superiori molto allungati.[14]

Pocock descrisse il cranio di Neofelis simile in linea generale a quello di Panthera pardus, specialmente per la brevità e l'ampia separazione dei processi postorbitali, frontale e malare, in proporzione relativa ai denti mandibolari; ma secondo lui differisce per la maggiore larghezza posteriore dell'osso nasale, il bordo inferiore dell'orbita più grosso e più saliente, e la mandibola molto elevata anteriormente.[15]

NoteModifica

  1. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Neofelis, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ Buckley-Beason, V.A., Johnson, W.E., Nash, W.G., Stanyon, R., Menninger, J.C., Driscoll, C.A., Howard, J., Bush, M., Page, J.E., Roelke, M.E., Stone, G., Martelli, P., Wen, C., Ling, L., Duraisingam, R.K., Lam, V.P. e O'Brien, S.J., Molecular Evidence for Species-Level Distinctions in Clouded Leopards, in Current Biology, vol. 16, n. 23, 2006, pp. 2371–2376, DOI:10.1016/j.cub.2006.08.066, PMC 5618441, PMID 17141620.
  3. ^ Kitchener, A.C., Beaumont, M.A. e Richardson, D., Geographical Variation in the Clouded Leopard, Neofelis nebulosa, Reveals Two Species, in Current Biology, vol. 16, n. 23, 2006, pp. 2377–2383, DOI:10.1016/j.cub.2006.10.066, PMID 17141621.
  4. ^ Pocock, R. I. (1939). "Neofelis". The fauna of British India, including Ceylon and Burma. Mammalia. – Volume 1. London: Taylor and Francis.
  5. ^ Nowell, K. & Jackson, P. (1996). "Clouded Leopard". Wild Cats: status survey and conservation action plan. Gland, Switzerland: IUCN/SSC Cat Specialist Group. Controllato il 2012-04-06.
  6. ^ Griffith, E. (1821). "Felis nebulosa". General and particular descriptions of the vertebrated animals : arranged conformably to the modern discoveries and improvements in zoology. Volume 1: Order Carnivora. London: Baldwin, Cradock, and Joy, Rodwell and Martin, W. Wood. p. tavola 37.
  7. ^ Nowell, K. & Jackson, P. (1996). "Clouded Leopard". Wild Cats: status survey and conservation action plan. Gland, Switzerland: IUCN/SSC Cat Specialist Group. Controllato il 2012-04-06.
  8. ^ Cuvier, G. (1823). "Chapitre V. Des Ossemens de Grands Félis". Recherches sur les ossemens fossiles; ou, l'on retablit les caracteres de plusiers animaux dont les revolutions du globe ont detruit les especes. Volume IV: Les Ruminans et les Carnassiers Fossiles. Parigi: G. Dufour & E. d'Ocagne.
  9. ^ AA.VV. "Molecular Evidence for Species-Level Distinctions in Clouded Leopards". Current Biology, (2006).
  10. ^ Meijaard, E. (2004). "Biogeographic history of the Javan leopard Panthera pardus based on a craniometric analysis". Journal of Mammalogy.
  11. ^ Swinhoe, R. (1862). "On the Mammals of the Island of Formosa". Proceedings of the Zoological Society of London
  12. ^ Ellerman J. R. & Morrison-Scott, T. C. S. (1966). "Genus Neofelis Gray, 1867". Checklist of Palaearctic and Indian mammals 1758 to 1946.
  13. ^ AA.VV.(2016). "Neofelis nebulosa" nella Lista rossa IUCN
  14. ^ Gray, J.E. (1867). Notes on the skulls of the Cats. 5. Neofelis. Page 265–266 in: Proceedings of the Scientific Meetings of the Zoological Society of London for the year 1867
  15. ^ Pocock, R. I. (1917). "The classification of existing Felidae". The Annals and Magazine of Natural History: Including Zoology, Botany, and Geology, 8th ser. vol. 20 no. 119: 329–350.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi