Apri il menu principale

Nessuno torna indietro

film del 1943 diretto da Alessandro Blasetti
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la voce relativa al romanzo di Alba de Céspedes, vedi Nessuno torna indietro (romanzo).
Nessuno torna indietro
Paese di produzioneItalia
Anno1943
Durata119 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico
RegiaAlessandro Blasetti
SoggettoAlba de Céspedes (romanzo)
SceneggiaturaAlba de Céspedes, Diego Calcagno, Alessandro Blasetti, Paola Ojetti, Vittorio Nino Novarese
Casa di produzioneArtisti Associati, Quartafilm
Distribuzione in italianoArtisti Associati
MontaggioDolores Tamburini
MusicheAlessandro Cicognini (direzione orchestrale di Pietro Sassoli)
ScenografiaGuido Fiorini
CostumiVittorio Nino Novarese
TruccoLadislao van Riel
Interpreti e personaggi

Nessuno torna indietro è un film del 1943, diretto da Alessandro Blasetti, tratto dall'omonimo romanzo di Alba de Céspedes.

TramaModifica

La storia d'amore di Vinca con un esule spagnolo è interrotta dallo scoppio della guerra di Spagna. Silvia è l'intellettuale del gruppo, ambiziosa e volitiva, diviene assistente di un professore universitario, ma finisce per innamorarsene e quasi a rinunciare alla carriera.

L'affascinante Xenia, dopo essere stata bocciata ad un esame, decide di fuggire dal collegio, incontrando lo scanzonato Maurizio sul treno per andare a Milano: lì conosce un industriale milanese e ne diviene l'amante. Emanuela è la mamma ricca e cinica di una bambina avuta da un aviatore morto; la bimba è lasciata dalle suore, mentre la mamma conosce un uomo affascinante.

Milly, introversa e romantica, ama la musica e si innamora di un cieco ma muore improvvisamente. L'ambiziosa Valentina passa il tempo ad invidiare le sue amiche più grandi ed a contenderne i corteggiatori. Sarà la sola a rimanere al collegio.

Anna rimpiange la vita in campagna, ma quando ci torna tutto è cambiato: decide di sposarsi con Mario.

CuriositàModifica

  • Pietro Germi fu nella troupe del film come terzo assistente alla regia volontario.
  • Girato nel 1943, il film fu distribuito nei cinematografi solo a partire dal 5 gennaio del 1945 a causa della guerra in corso.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema