Apri il menu principale

Neuroleptoanalgesia

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La neuroleptoanalgesia è una forma di sedazione del dolore. Prevede l'utilizzo di 2 classi di farmaci: un neurolettico (droperidolo) ed un oppiaceo (solitamente fentanyl). Si può assicurare così una buona analgesia, riducendo sì la vigilanza ed il contatto con l'ambiente circostante (sedazione), ma non abolendo lo stato di coscienza. Può essere utilizzata per piccoli interventi, come ad esempio in oculistica dove si procede prima con la neuroleptoanalgesia e poi con un'anestesia locale oppure durante procedure endoscopiche.

L'aggiunta del protossido d'azoto, somministrato a percentuali ipnotiche nell'inspirato, produrrà una completa perdita della coscienza; si parlerà allora di neuroleptoanestesia.