Apri il menu principale

Never, Neverland

album degli Annihilator del 1990
Never, Neverland
ArtistaAnnihilator
Tipo albumStudio
Pubblicazione12 settembre 1990
Durata44:02
Dischi1
Tracce10
GenereTechnical thrash metal[1]
EtichettaRoadrunner Records
ProduttoreGlen Robinson
Monte Conner
Jeff Waters
Registrazionefebbraio – aprile 1990
Vancouver Studios
Vancouver, Canada
Noteesistono due versioni rimasterizzate nel 1998 e nel 2003, con 3 bonus track
Annihilator - cronologia
Album precedente
(1989)
Album successivo
(1993)

Never, Neverland è il secondo album in studio della formazione thrash metal canadese Annihilator e pubblicato nel 1990 dalla Roadrunner Records.

Il discoModifica

Come accadrà durante tutta la storia della band, la formazione che prese parte alla registrazione di questo album è cambiata rispetto a quella che registrò il precedente disco Alice in Hell. Alla voce Coburn Pharr prese il posto di Randy Rampage, mentre il chitarrista ritmico Anthony Greenham venne sostituito da Dave Scott Davis.

Il sound globale dell'album è una evoluzione di quanto proposto dalla band nel precedente album, mantenendosi sulle coordinate di un thrash metal che deve molto, in quanto a riffing, ai migliori Megadeth, ai quali miscela parti che possono essere definite più "folli" e che contribuiscono a rendere l'album più interessante e fanno emergere un certo humor compositivo (trademark fondamentale della band fin da Alice in Hell).

L'album contiene una forte dose di sperimentazione e di innovazione, uniti al sempre presente rispetto per lo stile metal da cui gli Annihilator mossero i propri primi passi. Punti forti dell'album sono i riff e melodie potenti e precise unite ad assoli di chitarra molto tecnici e complessi. Altro valore aggiunto è costituito dalle note cantate dal cantante Coburn Pharr, la cui timbrica decisa e coinvolgente rende ancora più interessante l'intero sound dell'album.

Tra i brani più importanti del disco si elevano sicuramente "Phantasmagoria", "Imperiled Eyes", "Stonewall" e "The Fun Palace" che presto divennero delle pietre miliari all'interno dell'intera produzione della band.

TracceModifica

  1. The Fun Palace – 5:51 (Waters, Pharr)
  2. Road to Ruin – 3:42 (Waters)
  3. Sixes and Sevens – 5:20 (Waters)
  4. Stonewall – 4:50 (Waters)
  5. Never, Neverland – 5:29 (Waters, Pharr)
  6. Imperiled Eyes – 5:27 (Waters, Weil)
  7. Kraf Dinner – 2:41 (Waters)
  8. Phantasmagoria – 3:59 (Waters)
  9. Reduced to Ash – 3:09 (Waters, Bates)
  10. I am in Command – 3:34 (Waters, Bates, Weil)

Durata totale: 44:02

RistampeModifica

L'album fu rimasterizzato 2 volte con l'aggiunta di 3 tracce demo: la prima volta nel 1998 e la seconda il 9 settembre 2003 in accoppiata con l'album Alice in Hell, per la raccolta Two From The Vault pubblicata dalla Roadrunner Records.

TracceModifica

  1. The Fun Palace – 5:51 (Waters, Pharr)
  2. Road to Ruin – 3:42 (Waters)
  3. Sixes and Sevens – 5:20 (Waters)
  4. Stonewall – 4:50 (Waters)
  5. Never, Neverland – 5:29 (Waters, Pharr)
  6. Imperiled Eyes – 5:27 (Waters, Weil)
  7. Kraf Dinner – 2:41 (Waters)
  8. Phantasmagoria – 3:59 (Waters)
  9. Reduced to Ash – 3:09 (Waters, Bates)
  10. I am in Command – 3:34 (Waters, Bates, Weil)
  11. Kraf Dinner (Demo) – 2:31 (Waters)
  12. Mayhem (Demo) – 2:54 (Waters)
  13. Freed from the Pit (Demo) – 3:45 (Waters)

Durata totale: 53:12

FormazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Alex Henderson, Never, Neverland review, Allmusic.com. URL consultato il 2-6-2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal