Ngozi Okonjo-Iweala

economista e politica nigeriana
Ngozi Okonjo-Iweala
Okonjo-Iweala, Ngozi (2008 portrait).jpg
Ngozi Okonjo-Iweala nel 2008

Direttice Generale
dell'Organizzazione mondiale del commercio
Durata mandato 1º marzo 2021
Predecessore Roberto Azevêdo

Ministra delle finanze
della Repubblica Federale della Nigeria
Durata mandato 17 agosto 2011 –
29 maggio 2015

Durata mandato 15 luglio 2003 –
21 giugno 2006

Ministra degli affari esteri
della Repubblica Federale della Nigeria
Durata mandato 21 giugno 2006 –
30 agosto 2006
Predecessore Oluyemi Adeniji
Successore Joy Ogwu

Dati generali
Partito politico Peoples Democratic Party
Università Università di Harvard, Massachusetts Institute of Technology e MIT School of Architecture and Planning

Ngozi Okonjo-Iweala (Ogwashi Ukwu, 13 giugno 1954) è un'economista, politica e funzionaria nigeriana naturalizzata statunitense.

Il 7 febbraio 2021, è stata designata come nuova direttrice generale dell'Organizzazione mondiale del commercio.[1][2][3] È stata membra dei consigli di amministrazione di Standard Chartered Bank, Twitter, Global Alliance for Vaccines and Immunization (GAVI) e African Risk Capacity (ARC).[4]

In precedenza, Okonjo-Iweala ha lavorato 25 anni presso la Banca Mondiale come economista, ricoprendo posizioni di vertice. Ha inoltre ricoperto due volte il ruolo di ministro delle finanze della Nigeria (2003-2006, 2011-2015) rispettivamente sotto il presidente Olusegun Obasanjo e il presidente Goodluck Jonathan.[5][6]

Okonjo è stata la prima donna a diventare ministra delle finanze della Nigeria e la prima donna a occupare quella posizione due volte.

BiografiaModifica

Okonjo-Iweala è nata a Ogwashi-Ukwu, nello stato del Delta, in Nigeria, dove suo padre, il professor Chukwuka Okonjo, era l'Obi (re) della famiglia reale Obahai di Ogwashi-Ukwu.

Okonjo-Iweala ha studiato presso la Queen's School, Enugu, la St. Anne's School, Molete, Ibadan e la International School Ibadan. È arrivata negli Stati Uniti nel 1973 da giovane per studiare all'Università di Harvard, laureandosi magna cum laude con un AB in Economics nel 1976. Nel 1981, ha conseguito il dottorato in economia regionale e sviluppo presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) con una tesi dal titolo "Politica del credito, mercati finanziari rurali e sviluppo agricolo della Nigeria". Ha ricevuto una borsa di studio internazionale dall'American Association of University Women (AAUW), che ha sostenuto i suoi studi di dottorato.

È diventata cittadina statunitense nel 2019.

Vita privataModifica

È sposata con Ikemba Iweala, un neurochirurgo. Hanno quattro figli: una figlia, Onyinye Iweala (AB, MD, PhD, Harvard) e tre figli, Uzodinma Iweala (AB, Harvard, MD, Columbia), Okechukwu Iweala (AB, Harvard ) e Uchechi Iweala (AB, MD, MBA, Harvard).

NoteModifica

  1. ^ Commercio, Biden sblocca la partita per il vertice del Wto: Ngozi Okonjo-Iweala verso la direzione generale, su la Repubblica, 6 febbraio 2021. URL consultato il 16 febbraio 2021.
  2. ^ https://www.corriere.it/economia/aziende/cards/wto-chi-ngozi-okonjo-iweala-prima-signora-commercio-mondiale/presidente_principale.html
  3. ^ (EN) Concepción de León, Ngozi Okonjo-Iweala Set to Become W.T.O.’s First Female Leader, in The New York Times, 5 febbraio 2021. URL consultato il 16 febbraio 2021.
  4. ^ (EN) ARC Agency Governing Board – African Risk Capacity, su africanriskcapacity.org. URL consultato il 16 febbraio 2021.
  5. ^ (EN) South Korean candidate out of WTO race, opening door for Nigerian rival, su South China Morning Post, 5 febbraio 2021. URL consultato il 16 febbraio 2021.
  6. ^ (EN) Yuka Hayashi and Eun-Young Jeong, U.S. Backs Nigeria’s Former Finance Minister for Next WTO Director, in Wall Street Journal, 5 febbraio 2021. URL consultato il 16 febbraio 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN36280591 · ISNI (EN0000 0000 3331 4402 · LCCN (ENn2002099909 · GND (DE171681975 · BNF (FRcb167385949 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2002099909