Nicla Di Bruno

cantante italiana
Nicla Di Bruno
Nicladibruno1.jpg
Nicla Di Bruno
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica leggera
Periodo di attività musicale1945 – 1968
EtichettaPathé, RCA Italiana
Album pubblicati1
Studio1

Nicla Di Bruno, nome d'arte di Nicla Fantini (Roma, 5 gennaio 1927Roma, Settembre 1997), è stata una cantante italiana, famosa negli anni cinquanta e sessanta.

BiografiaModifica

Debutta nel teatro di rivista negli anni quaranta, trovando grande successo nello spettacolo "Pirulì pirulì" di Garinei e Giovannini del 1946. Nel 1953, con Nunzio Gallo, Tito Schipa e Gabriele Vanorio, prende parte al Festival de la Chanson Italienne di Parigi. Nel 1954 si unisce alla compagnia di Macario e debutta nella rivista "Pericolo rosa". Nel 1955 vince il Festival di Vibo Valentia. Nel 1956 arriva terza al Festival delle Melodie Italiane di Londra. Nel 1957 debutta in televisione con Antonello Falqui nella rubrica "Una voce nella sera", mentre a teatro va in scena con la rivista "Tutto è musica" con Giacomo Rondinella. Nel 1958 partecipa con successo al 6º Festival di Napoli, vincendo il secondo e terzo posto con le canzoni: "Tuppe tuppe mariscià" e "Giulietta e Romeo". Sempre negli anni '50, prende parte a diverse edizioni del Festival della Canzone Città di Roma e del Festival di Piedigrotta di Napoli. Nel suo curriculum anche diverse partecipazione cinematografiche.

Discografia parzialeModifica

78 giriModifica

33 giriModifica

  • 1956: Nicla di Bruno - orchestra diretta da Franco Giordano (RCA A10V 0034) Stranger in paradise / The peanut vendor / Ay similò / Mambo italiano / Problema / Campo alegre / Nisciuno addà sape' / Stomp a whistle
  • 1958: Nicla Di Bruno (Pathé, MT 1017)

33 giri con altri artistiModifica

25 cmModifica

EPModifica

45 giriModifica

BibliografiaModifica

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, ed. Curcio, 1990;
  • Antonio Sciotti, Enciclopedia del Festival della Canzone Napoletana 1952-1981,

Collegamenti esterniModifica