Apri il menu principale
Nicolás Burdisso
Nicolás Burdisso - 2011.jpg
Burdisso nel 2011
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 182 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 11 ottobre 2018 - giocatore
Carriera
Giovanili
1997-1999 Boca Juniors
Squadre di club1
1999-2004Boca Juniors110 (4)
2004-2009Inter93 (4)
2009-2014Roma101 (6)
2014-2017Genoa108 (0)
2017-2018Torino24 (0)
Nazionale
2001 Argentina Argentina U-2013 (1)
2004 Argentina Argentina olimpica3 (0)
2003-2011 Argentina Argentina49 (2)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Atene 2004
Coppa America calcio.svg Copa América
Argento Venezuela 2007
Transparent.png Mondiali di Calcio Under-20
Oro Argentina 2001
Transparent.png Campionato sudamericano di Calcio Under-20
Argento Ecuador 2001
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 maggio 2018

Nicolás Andrés Burdisso (Altos de Chipión, 12 aprile 1981) è un dirigente sportivo ed ex calciatore argentino con passaporto italiano,[1] di ruolo difensore, attuale direttore sportivo del Boca Juniors.

Indice

BiografiaModifica

Discendente di emigranti italiani (il bisnonno era originario del Piemonte),[1] è il fratello maggiore di Guillermo Burdisso, anch'egli calciatore professionista, difensore del Club Atlético Independiente. I due hanno giocato insieme con la maglia della Roma nella stagione 2010-2011.

Caratteristiche tecnicheModifica

Difensore duttile[1], capace di adattarsi anche al ruolo di centrocampista,[2] ai tempi del Boca Juniors era solito contribuire anche alla costruzione del gioco, senza limitarsi ai compiti di marcatura.[1]

CarrieraModifica

ClubModifica

Boca JuniorsModifica

Inizia la sua carriera da professionista nel 1999 nella squadra argentina del Boca Juniors. Con il Boca Juniors vince due Campionati argentini (2000 e 2003), tre Coppe Libertadores (2000, 2001, 2003) e due Coppe Intercontinentali (2000 e 2003).

InterModifica

Nel 2004 si trasferisce all'Inter, ma dopo pochi mesi alla figlia Angelina viene diagnosticata una leucemia acuta. Per seguire le cure della figlia decide di tornare in Argentina insieme alla famiglia, restando lontano dalla squadra per molti mesi. La società però non gli fa mancare il suo appoggio: Burdisso racconterà di essersi incontrato in quei giorni con Massimo Moratti, dicendosi disposto a rescindere il contratto pur di stare accanto alla figlia, ma il presidente gli concesse comunque di partire senza porre condizioni, mantenendosi anzi in contatto costante con lui.[3] Superato il momento critico, nell'autunno 2005 Burdisso torna a disposizione dell'Inter. Rientra in campo il 16 ottobre contro il Livorno, e il pubblico di San Siro saluta con un lungo applauso il suo ingresso sul terreno di gioco.

Il 6 marzo 2007, al termine della gara di Champions League contro il Valencia (conclusasi con l'eliminazione dell'Inter), si rende protagonista di una rissa con alcuni avversari, nel corso della quale un pugno di David Navarro gli procura la frattura del setto nasale. L'episodio gli costa inoltre una squalifica di 6 giornate nella competizione.

Con i nerazzurri ha vinto quattro Scudetti, due Coppe Italia e quattro Supercoppe Italiane. È stato l'ultimo giocatore dell'Inter a vestire la maglia con il numero 3, ritirato alla scomparsa di Giacinto Facchetti, il 4 settembre 2006.

RomaModifica

Il 22 agosto 2009 si trasferisce in prestito annuale alla Roma.[4] Esordisce subito contro il Genoa partendo titolare e disputando una buona partita.[5] Segna il suo primo gol in Palermo-Roma 3-3, siglando il gol del momentaneo 1-2. Il 28 agosto 2010 viene acquistato a titolo definitivo per 8 milioni di euro.[6]

Salta buona parte del campionato 2011-12, a causa di un infortunio occorso il 15 novembre 2011 con la Nazionale argentina. Nella stagione 2013-14, non trovando spazio con il nuovo allenatore Rudi Garcia, viene messo sul mercato e ceduto durante la sessione invernale di gennaio 2014, a 6 mesi dalla scadenza del contratto.

In totale, con la maglia della Roma, ha giocato 131 partite e segnato 6 gol.

GenoaModifica

Il 23 gennaio 2014 viene ceduto a titolo definitivo al Genoa[7][8] per la cifra simbolica di 1.000 euro[9]. Il successivo 26 gennaio fa il suo esordio in maglia rossoblù nella trasferta pareggiata 3-3 contro la Fiorentina. Nella stagione successiva, dopo la cessione nel mercato invernale di Luca Antonelli al Milan, diventa il nuovo capitano del Genoa.

Il 5 marzo 2017 nella partita Empoli-Genoa festeggia le 100 presenze in maglia rossoblu. Il 28 maggio, prima dell'ultima partita di campionato, annuncia l'addio alla squadra genovese al termine della stagione.[10]

TorinoModifica

Rimasto svincolato, il 31 agosto 2017 viene ingaggiato dal Torino.[11] debutta con la nuova squadra il successivo 5 novembre nella trasferta di Milano contro la sua ex squadra, l'Inter. Conclude la sua stagione in granata con 25 presenze e 0 reti.

Il 10 ottobre 2018, tramite un messaggio postato sul proprio profilo Instagram, annuncia il ritiro dal calcio giocato.[12]

NazionaleModifica

 
Burdisso con la maglia della nazionale

Burdisso ha fatto parte della Nazionale argentina Under-20, con cui ha disputato nel 2001 sia il Campionato Sudamericano sia, vincendoli, i Mondiali di categoria. Con la Nazionale albiceleste ha vinto la medaglia d'oro ai Giochi olimpici di Atene 2004.

Con la nazionale maggiore ha giocato da titolare il Campionato mondiale 2006 in Germania, sotto la guida del commissario tecnico José Pekerman. Regolarmente convocato dal ct Diego Armando Maradona, ha disputato anche il Campionato mondiale 2010.

Nel 2011 viene inserito dal C.T. Batista nella lista dei convocati alla Coppa America di luglio, nella quale giocherà tutte le partite.

Il 15 novembre 2011 durante il match contro la Colombia, Burdisso si procura una grave lesione capsulo-legamentosa al ginocchio sinistro in uno scontro con il colombiano James Rodríguez, che lo costringerà a rimanere fuori dal rettangolo verde per 6 mesi circa,[13] interrompendo la sua militanza in nazionale.

Dopo il ritiroModifica

Il 17 dicembre 2018 viene annunciato come nuovo direttore sportivo del Boca Juniors, suo vecchio club.[14]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 13 maggio 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999-2000   Boca Juniors PD 9 0 - - - CL 2 0 - - - 11 0
2000-2001 PD 17 2 - - - CM+CL 3+10 0 CInt 1 0 31 2
2001-2002 PD 26 1 - - - CM+CL 4+7 0+1 CInt 1 0 38 2
2002-2003 PD 30 0 - - - CL 12 0 - - - 42 0
2003-2004 PD 28 1 - - - CS+CL 2+11 0+1 CInt 1 0 42 2
Totale Boca Juniors 110 4 - - 51 2 3 0 164 6
2004-2005   Inter A 8 0 CI 4 0 UCL 3 0 - - - 15 0
2005-2006 A 16 0 CI 6 0 UCL 4 0 - - - 26 0
2006-2007 A 24 2 CI 7 4 UCL 5 0 - - - 36 6
2007-2008 A 24 1 CI 6 0 UCL 2 0 SI 1 0 33 1
2008-2009 A 21 1 CI 3 0 UCL 4 0 SI 1 0 29 1
Totale Inter 93 4 26 4 18 0 2 0 139 8
2009-2010   Roma A 33 2 CI 5 0 UEL 6 0 - - - 44 2
2010-2011 A 28 2 CI 4 0 UCL 8 0 - - - 40 2
2011-2012 A 10 1 CI 0 0 UEL 2[15] 0 - - - 12 1
2012-2013 A 25 1 CI 4 0 - - - - - - 29 1
2013-gen. 2014 A 5 0 CI 1 0 - - - - - - 6 0
Totale Roma 101 6 14 0 16 0 - - 131 6
gen.-giu. 2014   Genoa A 15 0 CI - - - - - - - - 15 0
2014-2015 A 30 0 CI 1 0 - - - - - - 31 0
2015-2016 A 28 0 CI 1 0 - - - - - - 29 0
2016-2017 A 35 0 CI 3 0 - - - - - - 38 0
Totale Genoa 108 0 5 0 - - - - 113 0
2017-2018   Torino A 24 0 CI 1 0 - - - - - - 25 0
Totale carriera 436 14 46 4 85 2 5 0 572 20

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
31-1-2003 San Pedro Sula Argentina   3 – 1   Honduras Amichevole -   37’
4-2-2003 Los Angeles Argentina   1 – 0   Messico Amichevole -
8-2-2003 Miami Stati Uniti   0 – 1   Argentina Amichevole -
30-3-2004 Buenos Aires Argentina   1 – 0   Ecuador Qual. Mondiali 2006 -   66’
9-2-2005 Düsseldorf Germania   2 – 2   Argentina Amichevole -
26-3-2005 La Paz Bolivia   1 – 2   Argentina Qual. Mondiali 2006 -
1-3-2006 Basilea Argentina   2 – 3   Croazia Amichevole -   34’
30-5-2006 Salerno Argentina   2 – 0   Angola Amichevole -   82’
10-6-2006 Amburgo Argentina   2 – 1   Costa d'Avorio Mondiali 2006 - 1º Turno -
16-6-2006 Gelsenkirchen Argentina   6 – 0   Serbia e Montenegro Mondiali 2006 - 1º Turno -
21-6-2006 Francoforte Paesi Bassi   0 – 0   Argentina Mondiali 2006 - 1º Turno -   24’
7-2-2007 Saint-Denis Francia   0 – 1   Argentina Amichevole -
5-6-2007 Barcellona Argentina   4 – 3   Algeria Amichevole -   46’
5-7-2007 Barquisimeto Argentina   1 – 0   Paraguay Coppa America 2007 - 1º Turno -
22-8-2007 Oslo Norvegia   2 – 1   Argentina Amichevole -
11-9-2007 Melbourne Australia   0 – 1   Argentina Amichevole -
16-10-2007 Maracaibo Venezuela   0 – 2   Argentina Qual. Mondiali 2010 -   73’
26-3-2008 Il Cairo Egitto   0 – 2   Argentina Amichevole 1
4-6-2008 San Diego Argentina   4 – 1   Messico Amichevole 1
8-6-2008 East Rutherford Stati Uniti   0 – 0   Argentina Amichevole -   18’   46’
15-6-2008 Buenos Aires Argentina   1 – 1   Ecuador Qual. Mondiali 2010 -
18-6-2008 Belo Horizonte Brasile   0 – 0   Argentina Qual. Mondiali 2010 -
20-8-2008 Minsk Bielorussia   0 – 0   Argentina Amichevole -
11-10-2008 Buenos Aires Argentina   2 – 1   Uruguay Qual. Mondiali 2010 -
15-10-2008 Santiago del Cile Cile   1 – 0   Argentina Qual. Mondiali 2010 -   20’
6-6-2009 Buenos Aires Argentina   1 – 0   Colombia Qual. Mondiali 2010 -   84’
12-8-2009 Mosca Russia   2 – 3   Argentina Amichevole -
3-3-2010 Berlino Germania   0 – 1   Argentina Amichevole -   57’
24-5-2010 Buenos Aires Argentina   5 – 0   Canada Amichevole -
12-6-2010 Città del Capo Argentina   1 – 0   Nigeria Mondiali 2010 - 1º Turno -   86’
17-6-2010 Johannesburg Argentina   4 – 1   Corea del Sud Mondiali 2010 - 1º Turno -   23’
22-6-2010 Polokwane Grecia   0 – 2   Argentina Mondiali 2010 - 1º Turno -
27-6-2010 Johannesburg Argentina   3 – 1   Messico Mondiali 2010 - Ottavi di finale -
3-7-2010 Città del Capo Germania   4 – 0   Argentina Mondiali 2010 - Quarti di finale -
11-8-2010 Dublino Irlanda   0 – 1   Argentina Amichevole -   46’
8-10-2010 Tokyo Giappone   1 – 0   Argentina Amichevole -   78’
17-11-2010 Buenos Aires Argentina   1 – 0   Brasile Amichevole -
9-2-2011 Ginevra Argentina   2 – 1   Portogallo Amichevole -
26-3-2011 East Rutherford Stati Uniti   1 – 1   Argentina Amichevole -
20-6-2011 Buenos Aires Argentina   4 – 0   Albania Amichevole -
1-7-2011 La Plata Argentina   1 – 1   Bolivia Coppa America 2011 - 1º Turno -
6-7-2011 Santa Fe Argentina   0 – 0   Colombia Coppa America 2011 - 1º Turno -
11-7-2011 Córdoba Argentina   3 – 0   Costa Rica Coppa America 2011 - 1º Turno -
16-7-2011 Santa Fe Argentina   1 – 1 dts
(4 - 5 dcr)
  Uruguay Coppa America 2011 - Quarti di finale -   73’
6-9-2011 Dacca Argentina   3 – 1   Nigeria Amichevole -
7-10-2011 Buenos Aires Argentina   4 – 1   Cile Qual. Mondiali 2014 -
11-10-2011 Puerto La Cruz Venezuela   1 – 0   Argentina Qual. Mondiali 2014 -
11-11-2011 Buenos Aires Argentina   1 – 1   Bolivia Qual. Mondiali 2014 -
15-11-2011 Barranquilla Colombia   1 – 2   Argentina Qual. Mondiali 2014 -   35’   37’
Totale Presenze 49 Reti 2
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina Olimpica
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-8-2004 Patrasso Argentina   2 – 0   Tunisia Olimpiadi 2004 - 1º turno -   86’
17-8-2004 Il Pireo Argentina   1 – 0   Australia Olimpiadi 2004 - 1º turno -   30’
21-8-2004 Patrasso Argentina   4 – 0   Costa Rica Olimpiadi 2004 - Quarti di finale -   51’
Totale Presenze 3 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina Under-20
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-1-2001 Cuenca (Ecuador) Bolivia Under-20   0 – 2   Argentina Under-20 Sudamericano Under-20 2001 - 1º turno -
16-1-2001 Cuenca (Ecuador) Argentina Under-20   4 – 1   Colombia Under-20 Sudamericano Under-20 2001 - 1º turno -
18-1-2001 Cuenca (Ecuador) Argentina Under-20   1 – 0   Cile Under-20 Sudamericano Under-20 2001 - 1º turno -
22-1-2001 Cuenca (Ecuador) Argentina Under-20   1 – 1   Uruguay Under-20 Sudamericano Under-20 2001 - 1º turno -
24-1-2001 Machala Ecuador Under-20   0 – 1   Argentina Under-20 Sudamericano Under-20 2001 - Fase finale 1
26-1-2001 Guayaquil Argentina Under-20   2 – 2   Cile Under-20 Sudamericano Under-20 2001 - Fase finale -
28-1-2001 Portoviejo Brasile Under-20   1 – 0   Argentina Under-20 Sudamericano Under-20 2001 - Fase finale -
31-1-2001 Guayaquil Argentina Under-20   1 – 0   Colombia Under-20 Sudamericano Under-20 2001 - Fase finale -
4-2-2001 Guayaquil Paraguay Under-20   1 – 1   Argentina Under-20 Sudamericano Under-20 2001 - Fase finale -
27-6-2001 Buenos Aires Argentina Under-20   2 – 1   Cina Under-20 Mondiali Under-20 2001 - Ottavi -
1-7-2001 Buenos Aires Argentina Under-20   3 – 1   Francia Under-20 Mondiali Under-20 2001 - Quarti -
4-7-2001 Buenos Aires Argentina Under-20   5 – 0   Paraguay Under-20 Mondiali Under-20 2001 - Semifinale -
8-7-2001 Buenos Aires Argentina Under-20   3 – 0   Ghana Under-20 Mondiali Under-20 2001 - Finale -
Totale Presenze 13 Reti 1

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d Burdisso: «Sarò il vostro Samuel», in La Gazzetta dello Sport, 8 luglio 2004, p. 2.
  2. ^ Genoa, Burdisso: 'Mourinho non voleva lasciassi l'Inter', su calciomercato.com. URL consultato il 2 maggio 2016.
  3. ^ Riecco Burdisso: la figlia ha sconfitto la leucemia, in La Gazzetta dello Sport, 17 settembre 2005. URL consultato il 17 settembre 2005.
  4. ^ Acquisizione a titolo temporaneo e gratuito del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Nicolas Burdisso, su asroma.it, 22 agosto 2009. URL consultato il 22 agosto 2009.
  5. ^ Pagelle Genoa-Roma, Burdisso., su blitzquotidiano.it, 25 agosto 2009. URL consultato il 25 agosto 2009.
  6. ^ Nicolas Andres Burdisso è giallorosso, su asroma.it, 28 agosto 2010.
  7. ^ Nicolas Burdisso, colpo Genoa, su genoacfc.it, 23 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2014).
  8. ^ La nota del Club: Burdisso, su asroma.it.
  9. ^ DI MARZIO ALERT: 'I colpi da 1000 euro di Genoa e Juventus', su calciomercato.com.
  10. ^ Genoa, Burdisso: "Sarà la mia ultima nel Genoa. Ma forse non in Italia", su tuttomercatoweb.com.
  11. ^ Burdisso al Toro, torinofc.it, 31 agosto 2017.
  12. ^ Burdisso si ritira: “Ho realizzato tutti i miei sogni” gianlucadimarzio.com
  13. ^ Argentina: La Roma perde Burdisso. Fuori almeno sei mesi, su corrieredellosport.it, 16 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  14. ^ Bienvenido Nico
  15. ^ Nei play-off.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica