Nicola Bartolini Carrassi

attore, doppiatore e giornalista italiano

Nicola Bartolini Carrassi, pseudonimo di Nicola Carrassi (La Spezia, 1º agosto 1971), è un imprenditore, giornalista, doppiatore, produttore televisivo, sceneggiatore e paroliere italiano.

Nicola Bartolini Carrassi

BiografiaModifica

Nicola Carrassi esordisce all'età di quattordici anni, alternando la scuola alle attività di cantante e attore.[1] A 18 anni si trasferisce a Milano per continuare gli studi e frequentare contemporaneamente il CTA, Centro Teatro Attivo.[2]. Nel 1990 comincia a firmarsi su Telepiù e Mediaset con lo pseudonimo 'Nicola Bartolini Carrassi', lo stesso che usa per siglare i primi articoli come giornalista[3]. Nel 1993 esordisce come autore e successivamente comincia a lavorare dietro le quinte con diverse mansioni manageriali per Alessandra Valeri Manera presso Mediaset, Merak Film e Mediolanum Comunicazione[4]. Dal 1995 al 2012 Carrassi ha ricoperto numerosi incarichi sia in Italia sia in altri paesi come gli Stati Uniti e il Giappone. I suoi lavori sono stati tradotti, realizzati e distribuiti in oltre 35 paesi nel mondo [5]. Nel 2012 abbandona lo pseudonimo 'Nicola Bartolini Carrassi' che diviene un marchio utilizzato dall'azienda RCO Europe e che non rappresenta più una persona fisica[6]. Nel 2013 annuncia il suo parziale ritiro dalla vita pubblica per intraprendere gli studi di ordinazione come monaco buddista[7]. In interviste su quotidiani e periodici tra il 2014 e il 2019 ha ribadito la sua scelta, dopo 30 anni di carriera[8], di dedicarsi alla famiglia e alla pratica buddista non settaria. Mantiene le attività lavorative di giornalista, e quelle di fondatore di due strutture, una creativa e l'altra aziendale, nelle quali confluiscono creativi e aziende da tutto il mondo. Procede anche l'attività come autore di libri e tv, per la quale si firma con il proprio nome di battesimo[9][10]

GiornalismoModifica

Giornalista pubblicista dal 1993, si è specializzato in principio ideando e curando prodotti per l'adolescenza; in seguito si è dedicato al pubblico generalista di televisione, cinema, nuova economia, motivazione e benessere mentale[11][12]. Dopo numerose collaborazioni, tra le quali una rubrica settimanale sul quotidiano La Nazione, e le pubblicazioni Beautiful Mangazine, Kappa Magazine, con lo pseudonimo Nicola Roffo, Telepiù e Top Girl, alla fine degli anni '90 ha diretto, ideato e prodotto periodici tra i quali Cartoni&Tv, Poster TV, Jetix Magazine, e creato MGeneration Magazine e MGeneration Kick per Associazione Calcio Milan. Nel 2001 fonda con Emilio Carelli e dirige TGCOM sezione Teens.[13].

TelevisioneModifica

Dopo una prima esperienza come conduttore, tra i 14 e i 16 anni, per l'emittente locale ligure Tele Liguria Sud[14][15], nel 1994 collabora alla trasmissione TelepiùBambini[16], su TELE+1, di cui è anche autore.

Dal 1991 cura per Mediaset la gestione dei diritti di riproduzione, licensing e merchandising di diverse serie animate (tra le quali Pokémon e Power Rangers, che porta in Italia insieme con Alessandra Valeri Manera[17][18])[11] e collabora alla supervisione delle edizioni italiane sino al 2001. Nel 1999[11] ricopre il ruolo di direttore creativo e marketing in Alboran S.p.a.[19] occupandosi della web tv Planet Alboran[20].

Ha prodotto i documentari One Direction Never Give UP, One Direction Real World, One Direction Top of the world, e sceneggiato One Direction Talento Puro e Harry Styles Re del POP, nel quale appare nella parte di se stesso, tutti pubblicati in DVD, distribuiti da Mondadori e trasmessi in tv da Rai Gulp.

Con il nome di Ryan Carrassi ha firmato la sceneggiatura nelle soap opera statunitensi Sunset Beach[21] e Passions[22] e curato alcune storyline della soap Days of our lives.

Lo stesso anno lancia e produce il pilot della serie MagiKa Mistery, che nel 2005 si trasforma nel film tv Ring of darkness.[23].[24]

Ha selezionato e acquistato per l'Italia serie giapponesi come Aquarion, Hello Kitty in Paradise, Nanaka 6/17, prodotto da Tv Tokyo, Emma, una storia romantica, prodotto da Fuji Tv, i film dedicati alla serie Nana, e gli action Zero Woman, prodotti da TBS, e I racconti dell'orrore, distribuiti da Pony Canyon. Ha contribuito allo sbarco di Sanrio in Italia e allo sviluppo dei prodotti europei di Hello Kitty e della serie Happy Tree Friends.[25].[26] Ha partecipato allo scouting e allo sviluppo del prodotto animato e del merchandising della serie Pucca per Jetix Europe.[27].

Carrassi cede nel 2003 il nome d'arte 'Ryan Carrassi', che diviene uno pseudonimo collettivo e condiviso, e successivamente, nel 2006, un marchio utilizzato dalle aziende XNote srl e RCO Europe. Lo pseudonimo 'Ryan Carrassi' è stato ceduto, in seguito, alle compagnie HTG e RCO, e oggi, non rappresenta più una persona fisica, ma una filosofia produttiva, e una continuità stilistica.[28][29]

CinemaModifica

Nel 2004 è direttore generale di Mediafilm, per la quale si occupa di diritti cinematografici e home video.[30]. Per il cinema ha curato, tra gli altri, il lancio di Freddy vs Jason, Jason X, Porky College: un duro per amico e il seguito Porky College, sempre più duri; ha poi lavorato come direttore marketing e creativo ai film Alone in the Dark e The House of the Dead, capitoli 1 e 2, di Uwe Boll, tratti dagli omonimi videogiochi.

È stato autore e co-autore di sceneggiature per la tv e il cinema. Da alcune di esse sono stati tratti i film delle serie Porky College eThe Brotherhood, di Final Stab, Ring of Darkness - Il cerchio del diavolo, The Frightening e Day of the Dead 2: Contagium[31]. Ha scritto e co-prodotto il film horror tedesco The Pool. Nel 2009 è co-sceneggiatore e co-produttore di 2012 - L'avvento del male, versione italiana del film statunitense del 2001 Megiddo: The Omega Code 2.[32] A Venezia ha portato Una casa alla fine del mondo con Colin Farrell, Good Night, and Good Luck. con George Clooney.

Doppiaggio e adattamentoModifica

Bartolini Carrassi ha prestato la voce a molti personaggi di animazione in trasmissioni televisive per bambini e in numerose serie animate, oltre che a pupazzi e mascotte[33].

Negli anni novanta ha inoltre supervisionato, ed in molti casi tradotto e adattato per un pubblico infantile, per l'Italia serie animate[34], tra le quali Una porta socchiusa ai confini del sole, sia nella versione Mediaset che in quella integrale di Yamato Video, Sailor Moon SuperS e Sailor Moon Sailor Stars, Curiosando nei cortili del cuore, Piccoli problemi di cuore, I tanti segreti di un cuore innamorato - Wedding Peach, Temi d'amore tra i banchi di scuola e Mille emozioni tra le pagine del destino per Marie-Yvonne.[35][36]

Dal 1994 al 2001, come responsabile doppiaggio della Yamato Video, ha adattato e diretto i dialoghi di serie come Slam Dunk[37], film e serie di animazione come Majocco Club, Time Bokan - Le macchine del tempo, Guerriere Sailor unite per la libertà, H2O, X, Utena la fillette révolutionnaire e Piccoli problemi di cuore. Tra i film non di animazione diretti Fear of the Dark, The Hollow, XX,XY. È stato anche il doppiatore del personaggio di Malcom Frink, tra i "cattivi" della serie Superhuman Samurai. Inoltre, per undici anni, è stato la voce di Billy Junior in Sentieri.

MusicaModifica

Bartolini Carrassi è autore di testi, e talvolta produttore, di numerose sigle e colonne sonore per le serie animate trasmesse in passato anche dalle reti Mediaset[38] in alcuni anime si è occupato di riscrivere in toto i testi delle canzoni che sono poi state cantate sulle basi musicali originali. Ha prodotto e scritto i testi del tema musicale del film cinematografico "Max Pax, Oltre i confini del Tempo" con Gianfranco Fasano, 'My Virtual Boy' con il produttore e musicista Fausto Cogliati. Ha prodotto il concerto "Note di Pace" per l'home video di Ennio Morricone, Romanzo criminale - Il CD, "Rio", colonna sonora italiana dell'omonimo film Fox. Ha prodotto le compilation 'Lo Schiaccianoci', colonna sonora del film trasmesso da Italia Uno, Fivelandia 18 con Alessandra Valeri Manera e recentemente le uscite discografiche di Enzo Draghi in occasione del suo trentennale nell'ambito delle sigle televisive. Ha ideato e prodotto Le mitiche sigle TV coinvolgendo oltre 250 fan del maestro Draghi, uniti nel progetto 'The Golden Age'. Ne è seguita l'uscita del singolo Petali di stelle e luna, con parole italiane dello stesso Carassi. Nel 2020 è nata la collezione 'Enzo Draghi Music Factory' che prevede l'uscita di brani storici e introvabili sempre del maestro Draghi

Personaggi doppiatiModifica

Serie animateModifica

Film di animazioneModifica

Serie televisiveModifica

CinemaModifica

VideogiochiModifica

Direzione del doppiaggioModifica

LibriModifica

  • Il grande Libro di Cartoni & TV, (Sperling & Kupfer)
  • Mighty Morphin Power Rangers, (Diamond Publishing)
  • Turbo Power Rangers, Il film, (Diamond Publishing)
  • Power Rangers, Rescue, (Diamond Publishing)
  • Bayside School, (Diamond Publishing)
  • Sweet Valley High, (Diamond Publishing)
  • One Direction never Give Up 4ever, (Koch Media Publishing)
  • Justin Bieber, this is my world, (Medusa Video, RCO Publishing)
  • One Direction fans book and more, scritto con Stefano Bini (Kock Media Publishing)
  • 5 Seconds of Summer, 'So hot So Sexy' (RCO BOOKS, e book)
  • Harry Styles, Re del pop (Sexy Pop) (RCO BOOKS, Koch Media)

NoteModifica

  1. ^ [1] Articolo del quotidiano La Nazione pubblicato durante i primi anni di attività
  2. ^ [2] Articolo del quotidiano La Nazione con riferimenti al CTA e altre attività a Milano
  3. ^ [3] Articolo del quotidiano La Stampa pubblicato durante i primi anni di attività
  4. ^ [4] Articolo del mensile Prima Comunicazione riassuntivo della carriera di Carrassi dagli esordi al 200
  5. ^ Vedi biografia riportata nel risvolto di pagina del libro 'Cartoni&TV pubblicato da Sperling&kupfer
  6. ^ [5] Articolo sul portale Ore 12 con riferimenti alla carriera nazionale ed internazionale, e al ritorno al nome di battesimo
  7. ^ [6] Articolo da La Gazzetta della Spezia, rubrica di Laura Orsinego sugli spezzini che hanno avuto successo nel mondo
  8. ^ [7] Articolo del quotidiano La Nazione, sezione economia
  9. ^ [8] Articolo sul portale Ore 12, pubblicato anche in versione cartacea con dichiarazioni relative al parziale ritiro dalle scene, all'impegno buddista e ulteriori scelte personali che hanno ripercussioni sulla vita pubblica raggiunti i trent'anni di carriera
  10. ^ [9] Intervista di Stefano Bini sulla testata on line Nero Spino sempre a proposito del parziale ritiro
  11. ^ a b c [10] Profilo di Nicola Bartolini Carrassi su Prima comunicazione
  12. ^ [11] Nicola Carrassi sul quotidiano La Nazione, sezione economia
  13. ^ Citazioni nell'intervista a Carrassi sul numero 96 del febbraio 2003 del mensile 'Prove Aperte'. Articolo di Serena Manfre
  14. ^ [12] Versione scannerizzata Carrassi su La Stampa, e riproduzione fotostatica pagina del quotidiano, sezione 'Liguria Spettacolo e Varietà', 13 settembre 1990. Articolo siglato R.S.
  15. ^ [13] La Nazione sulla attività di conduttore di Carrassi in tv, trascrizione dal sito Yamato Video. Articolo di Marta Siri
  16. ^ [14] Carrassi a Telepiùbambini su La Nazione del febbraio 2005.
  17. ^ [15] Ultime notizie flash
  18. ^ [16] I Power Rangers portati in Italia da Alessandra Valeri Manera e Nicola Bartolini Carrassi compiono 20 anni. Articolo del quotidiano La Stampa.
  19. ^ [17] Il Secolo D'Italia, Venerdì 23 marzo 2012. Articolo di Stefano Bini
  20. ^ Today-Pubblicità Italia del 30.06.200
  21. ^ [18] Carrassi come sceneggiatore di Sunset Beach, citazione su Il Giorno del 18 marzo 2005. Articolo di Gian Marco Walch
  22. ^ Scheda di Nicola Ryan Carrasi su imdb.com
  23. ^ [19] Scheda di Nicola Ryan Carrassi su Movieplayer.it
  24. ^ [20] Nicola Ryan Carrassi su Trade Home Entertaiment Dicembre 2004 come direttore generale Mediafilm
  25. ^ [21] Intervista esclusiva a Nicola BartoliniCarrassi anno 2015 su TVZOOM
  26. ^ [22] Intervista a RDS Radio Dimensione Suono presentato come 'eccellenza italiana' della fascia ragazzi da Petra Loreggian e Mauro De Marco
  27. ^ Nuova Finanza, numero di Aprile/maggio, reportage di Katrin Bove
  28. ^ [23] Sito Press e servizi ufficiale del gruppo RCO/HTG su 'Collettivo di CreAttivi Ryancreation', e storia dello pseudonimo/nome d'arte
  29. ^ [24] Articolo sul portale Ore 12 su 'Collettivo di CreAttivi Ryancreation', con riferimenti in chiusura a storia e dismissione dello pseudonimo/nome d'arte
  30. ^ [25] Home Trade Entertainment, giugno 2004. Articolo di Silvia Bassi
  31. ^ [26] Homa Trade Entertainment, Giugno 2004. Articolo di Silvia Bassi
  32. ^ [27] Intervento di Carrassi alla trasmissione 'Porta a Porta' di RAI 1, Materiali film 2012
  33. ^ [28] scheda doppiaggio Nicola Bartolini Carrasi su Animenetwork
  34. ^ [29] Archiviato il 13 settembre 2014 in Internet Archive. Riferimento a conduzione di Cartoomics e intervista di Carrassi a Raidue sugli adattamenti
  35. ^ [30] Scheda sito Antoniogenna.net su Nicola Bartolini Carrassi.
  36. ^ [31] Scheda completa con bio e approfondimento doppiaggio su Enciclopedia del doppiaggio.
  37. ^ [32] Articolo della testata giornalistica Screen Week sul 'mito' Slam Dunk in Italia.
  38. ^ [33] Il Secolo D'Italia, Venerdì 23 marzo 2012, Articolo di Stefano Bini

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN107674408 · ISNI (EN0000 0000 7757 4652 · Europeana agent/base/21220 · WorldCat Identities (ENviaf-107674408