Apri il menu principale

Nicola Beller Carbone

soprano tedesco
Nicola Beller Carbone nel ruolo della "moglie del tintore" in La donna senz'ombra di Richard Strauss, produzione del 2014 all'Hessisches Staatstheater (teatro di Stato dell'Assia) di Wiesbaden.

Nicola Beller Carbone (Mannheim, ...) è un soprano tedesco.

BiografiaModifica

Cresciuta con la propria famiglia in Spagna, studia nel Colegio Alemán di San Sebastián e, in seguito, alla scuola aziendale Adam Opel di Saragozza. Nel 1982 completa gli studi superiori nel Colegio Alemán di Barcellona. In campo musicale, inizia a prendere lezioni di pianoforte all'età di quattro anni e a 16 si esibisce in alcuni concerti della Gioventù Musicale (Juventudes Musicales) a Saragozza. Fin da bambina si dedica alla danza classica, per poi avviare la propria formazione teatrale nella scuola d'Arte drammatica di Saragozza, entrando anche fa parte di gruppi di teatro di strada e cabaret sia a Saragozza che a Madrid e affrontando le sue prime esperienze radiofoniche e televisive. Intraprende gli studi di cantante lirica nel 1988, con Dolores Ripolles[1], nella Escuela Superior de Canto di Madrid. Dal 1991 al 1993 è scritturata dall'Opernstudio di Monaco di Baviera, dove continua la propria preparazione vocale con Astrid Varnay.

Nel 1993 ottiene il primo contratto fisso da Hellmuth Matiasek nella compagnia dello Staatstheater am Gärtnerplatz di Monaco di Baviera. Nel 1996 lavora al Nationaltheater Mannheim sotto la direzione di Jun Märkl e fa parte della compagnia fissa fino al 2001. Dal 2001 lavora come libero professionista. Con il debutto di Salome nel 2003 allo Stadttheater Osnabrück effettua il cambio di registro come Soprano Spinto[2].

Fino al 2015 ha interpretato il ruolo di Salome in 14 produzioni[3]: da quella di Robert Carsen nel 2008, al Teatro Regio di Torino sotto la direzione musicale di Gianandrea Noseda, alla produzione di Nicolas Brieger al Grand Théâtre de Genève nel 2009, sotto la direzione musicale di Gabriele Ferro. Si dedica soprattutto al repertorio del XX secolo[4] con opere di Zemlinsky, Schreker, Korngold, Krenek, Schostakowitsch, Berg, ma anche quelle di Strauss e Wagner. Tosca, Marie di Wozzeck, e Katerina Ismailowa sono i personaggi che più ha interpretato.

Nel 2013 Beller Carbone ha cominciato l'attività di docente, in particolare sull'interpretazione scenica e vocale. Nel 2013 fonda in Toscana la Scuola estiva “InCanto Tignano”.

Vita privataModifica

È sposata con l'orafo Giò Carbone, fondatore della Scuola di oreficeria Le Arti Orafe di Firenze.[5]

Opere liriche (selezione)Modifica

DiscografíaModifica

DVDModifica

CDModifica

  • 2009: Franz Lehár: Friederike, Festival Radio France et Montpellier Languedoc-Roussillon 2009

Premi e riconoscimentiModifica

  • 1990: 3º Premio al concorso di Canto Lirico d Logroño, Spagna,
  • 1993: 3º Premio al concorso Bertelsmann Neue Stimmen a Gütersloh, Germania,
  • 1994: Premio di Baviera per Artisti scenici
  • 2015: Premios líricos Campoamor per miglior cantante di Zarzuela e opera spagnola

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN171674131 · ISNI (EN0000 0001 2066 8647 · LCCN (ENno2009170716 · GND (DE1071580817 · BNF (FRcb16080884q (data) · WorldCat Identities (ENno2009-170716