Apri il menu principale

Nicola Rao (Latina, 30 ottobre 1962) è un giornalista e scrittore italiano.

BiografiaModifica

Giornalista professionista dal 1989, dal 1987 al 2003 ha lavorato all'Agenzia di stampa Adnkronos prima come cronista giudiziario (seguendo quotidianamente l'attività del Csm e del ministro della Giustizia e le grandi inchieste su terrorismo e Cosa nostra) e poi come giornalista parlamentare.

Nel 1988 ha intervistato il senatore Sergio Flamigni, esperto del caso Moro, che, per la prima volta ha rivelato di aver saputo da due brigatisti detenuti (Lauro Azzolini e Franco Bonisoli) che i carcerieri di Moro in realtà non erano tre, come si era sempre creduto, ma quattro e che l'ingegner Altobelli non era Mario Moretti ma un'altra persona. Nel 1993 pubblichera' per l'Adnkronos un'intervista al Pm Antonio Marini che confermera' le rivelazioni di Adriana Faranda sulla presenza di un quarto carceriere in via Montallcini, identificato dalla Faranda nella persona di Germano Maccari.

Il 13 maggio 1991, a dieci anni dall'attentato a Giovanni Paolo II, ha firmato, per l'Adnkronos, un'intervista sulla pista bulgara, realizzata in carcere ad Ali Agca, pubblicata il giorno dopo in prima pagina dal Corriere della Sera.

Nel dicembre 1993 è stato il primo giornalista in Italia a scrivere che dietro le stragi del biennio 1992-1993 c'era la mano di Cosa Nostra, che voleva costringere lo Stato a non rinnovare il 41 bis per i detenuti di mafia. Per questi lanci, firmati sempre per l'Adnkronos, nell'agosto 2012 è stato ascoltato dal pool antimafia della procura di Palermo, che indaga sulla trattativa Stato-Mafia, come persona informata dei fatti. E il 12 novembre 2015, sempre sui medesimi lanci di agenzia, è stato ascoltato nel processo sulla trattativa Stato-Mafia in corso all'aula bunker di Palermo.

Dal 2003 al 2010 ha lavorato al Tg2 sempre come giornalista parlamentare, fino a diventare vicecapo della redazione politica.

Nel febbraio 2008 ha firmato un documentario per Tg2 dossier, a 30 anni dal caso Moro dal titolo ''1978. L'inverno più lungo''.

Dal 1º febbraio 2010 al 30 settembre 2017 ha ricoperto l'incarico di responsabile della redazione del Tgr Lazio della Rai.

Dal 1 ottobre 2017 è Vicedirettore della Testata Giornalistica Regionale della Rai

Componente del consiglio direttivo dell'Associazione Stampa Parlamentare nel 2003, è stato rieletto alla stessa carica nel 2006 e nel 2009.

Per anni ha condotto ricerche sui fenomeni di terrorismo nazionale ed internazionale, pubblicando sette libri editi dalle case editrici Mursia e Sperling & Kupfer, scrivendo in particolare di terrorismo nero e terrorismo rosso.

OpereModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN29678606 · ISNI (EN0000 0000 5512 2778 · LCCN (ENn95080624 · BNF (FRcb13332467k (data)