Nike Cortez

Prima scarpa da corsa della Nike

La Nike Cortez è la prima scarpa da corsa messa sul mercato dalla Nike. Rilasciata nel 1972, essa ha contribuito al grande successo dell'azienda di abbigliamento. Il suo design è stato creato da Bill Bowerman, un allenatore olimpico di atletica leggera, che già da tempo aveva intenzione di garantire ai corridori delle scarpe che fossero leggere e, nel contempo, resistenti per corse di lunga durata. Le Nike Cortez sono state rilasciate durante i Giochi della XX Olimpiade; per questo esse hanno ricevuto ben presto attenzione e interesse da parte del pubblico.[1][2]

Modello di Nike Cortez di color bianco

StoriaModifica

Collaborazioni inizialiModifica

La Nike Cortez è stata creata da Bill Bowerman e da Phil Knight. I due si sono conosciuti nel 1957: Bowerman era l'allenatore di atletica leggera all'università dell'Oregon e Knight era uno dei corridori della squadra di cui si era preso carico. Essi sono diventati soci d'affari non appena Knight è riuscito ad acquisire i diritti di distribuzione delle scarpe di Onitsuka Tiger, una compagnia giapponese che tentava di entrare nel mercato statunitense. L'esordiente azienda creata da Bowerman e Knight era conosciuta inizialmente come Blue Ribbon Sports; il nome "Nike" è stato adottato più tardi, nel 1972.[3] Nonostante la compagnia avesse soltanto il ruolo di distribuire le scarpe dell'Onitsuka Tiger, Bowerman ha comunque cercato di creare una calzatura che fosse veramente adatta al mondo dell'atletica leggera. Nel 1968 ha finalizzato l'aspetto della nuova Nike Cortez; la scarpa è stata rilasciata ufficialmente nel 1972.[4]

Il nome è stato ideato nel 1968, in occasione delle dei Giochi della XIX Olimpiade. Per commemorarli, l'Adidas aveva creato il modello "Azteca Gold". Il nome Cortez, perciò, ha una valenza simbolica, dato che si ispira alla figura di Hernán Cortés, ossia colui che ha sconfitto gli aztechi. La scelta, già all'epoca, era altamente controversa.[4][5]

Impatto sulla NikeModifica

Si è molto speculato sull'impatto provocato dalle Cortez e di come esse siano state fondamentali per il successo della Nike. La scarpa è stata rivelata al pubblico in occasione delle Olimpiadi a Monaco di Baviera del 1972 e, ben presto, vi è stato un drastico incremento nelle vendite della Nike nel territorio degli Stati Uniti, poiché coloro che seguivano i giochi avevano notato le Cortez ai piedi degli atleti americani. Durante il primo anno dopo il rilascio di queste scarpe, le vendite hanno raggiunto gli 800 000 dollari, un aumento del 100% rispetto alle 8 000 richieste ricevute durante il primo anno di collaborazione tra l'Onitsuka Tiger e la Nike.[3] Pertanto, è stata proprio la creazione e la messa in vendita delle Nike Cortez che ha reso popolare il nome della Nike: difatti, al giorno d'oggi, l'azienda è riuscita a diventare una multinazionale attiva in più di 160 paesi, per la quale lavorano più di 35 000 impiegati.[6]

Legame con le gangModifica

Le Nike Cortez, con il passare degli anni, hanno iniziato ad essere associate con le gang nordamericane, specialmente con l'organizzazione ispanica MS-13.[7] Queste scarpe venivano indossate dai membri della banda criminale per riconoscersi a vicenda. Nel gennaio del 2013, quattro adolescenti di origini ispaniche sono stati coinvolti in una sparatoria a Brentwood, California: pur non facendo parte di alcuna organizzazione criminale, avevano ai piedi delle Nike Cortez; gli spari da parte di un gruppo di persone non identificato si sono susseguiti dopo che era stato chiesto ai ragazzi il motivo per cui indossassero quelle Nike.[8]

Design e caratteristicheModifica

Da quando sono state messe sul mercato negli anni settanta, le Nike Cortez sono state rivisitate numerose volte. Già agli inizi esse avevano fissato lo standard per le scarpe da corsa, poiché Bill Bowerman le aveva create tenendo a mente durabilità e confort.[9] La schiuma poliuretanica con cui viene fabbricata la parte interna della suola è di grande importanza, poiché contribuisce a rendere la calzata più confortevole e, nel contempo, ad assorbire i colpi che si generano all'impatto con il suolo. La suola a diretto contatto con il suolo, invece, è di gomma. La combinazione delle due suole riduce l'affaticamento delle gambe e alza il livello del tallone, prevenendo un eccessivo sforzo del tendine d'Achille. Le Nike Cortez sono state descritte dai maratoneti come "le scarpe più comode al mondo".[10]

Il design della scarpa è semplice, poiché consiste solo nel logo della Nike sui lati e una striscia più scura sulla suola bianca. Inizialmente la tomaia era realizzata in pelle; tuttavia Bowerman si è presto accorto che un sostituto in nylon o in pelle scamosciata avrebbe ridotto il peso della calzatura. Nel 2009 è stata rilasciata una riedizione delle Cortez, nota come "Fly Motion". Le Fly Motion impiegano la tecnologia Flywire, che utilizza un materiale ultraleggero (i.e. "Vectran")[11] per ridurre ulteriormente il peso della tomaia.[12]

Naturalmente il peso delle Cortez dipende dalla taglia della scarpa. Il modello in pelle pesa 380 g, mentre quelli in nylon e in pelle scamosciata si aggirano intorno ai 290 g.[13]

NoteModifica

  1. ^ (EN) The History of the Nike Cortez, su Shoediary, 5 ottobre 2015. URL consultato il 26 giugno 2021.
  2. ^ (EN) History of the Nike Cortez, su Urban Athletics, 8 marzo 2019. URL consultato il 26 giugno 2021.
  3. ^ a b (EN) Nike, Inc. – Just Two Guys Who Like to Run, su Reference for Business. URL consultato il 26 giugno 2021.
  4. ^ a b La storia delle Nike Cortez: Il primo modello firmato Nike, su JD Style. URL consultato il 26 giugno 2021.
  5. ^ (EN) History Check – 45 Years of Nike Cortez, su Sneakers Magazine, 20 giugno 2017. URL consultato il 26 giugno 2021.
  6. ^ (EN) Michael A. Hitt, R. Duane Ireland e Robert E. Hoskisson, Strategic Management: Competitiveness and Globalization, Stamford, CT, Cengage Learning, p. 287, ISBN 978-1-285-42517-7. URL consultato il 26 giugno 2021.
  7. ^ (EN) Hanna Kozlowska, Sneaker brands matter the most in jail, in Quartz, 9 agosto 2017. URL consultato il 26 giugno 2021.
  8. ^ (EN) Erin Ivie, Brentwood: Teens may have been shot over Nike shoes, police say, in East Bay Times, 23 gennaio 2013. URL consultato il 26 giugno 2021 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2013).
  9. ^ (EN) Fareed Athman, Sneaker School: Nike Cortez, su Foot Asylum, 25 gennaio 2016. URL consultato il 26 giugno 2021.
  10. ^ (EN) "The most comfortable shoe ever" – Nike Cortez, su Foot District, 25 febbraio 2013. URL consultato il 26 giugno 2021.
  11. ^ La fibra Vectran, su Technica. URL consultato il 26 giugno 2021.
  12. ^ (EN) Sandy Frinton, Vectran Fiber to Propel Olympic Runners in Revolutionary New Nike Zoom Victory Running Shoes, in Market Wired, 4 agosto 2008. URL consultato il 26 giugno 2021 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  13. ^ (EN) A Blue Ribbon Shoe: The History of the Nike Cortez, su Grailed, 1º giugno 2021. URL consultato il 26 giugno 2021.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica