Apri il menu principale

Il niuhi sarebbe - secondo l'ipotesi formulata nel libro dello scienziato di origine tedesca Willy Ley Dall'unicorno al mostro di Loch Ness[1] - una creatura vivente presso le coste delle isole e delle terre dell'Oceano Pacifico meridionale, le cui caratteristiche e descrizione sono riportate con dovizia di particolari nell'opera citata. Nel volume viene descritto come una grossa testuggine avente una lunghezza complessiva stimata attorno ai nove metri, la testa imponente, il corpo di notevole diametro, le zampe lunghe un metro e venti centimetri che si articolano sul corpo subito sotto la testa e che rimangono stese lungo la mole dell'animale mentre nuota. Questi arti divengono inoltre formidabili armi per procacciarsi prede: grazie ad essi, infatti, il niuhi afferra la preda e la spinge con forza verso le fauci. Ottimo nuotatore, il niuhi raramente si muove da solo nelle acque: oltre che da altri esseri della sua specie, l'animale è infatti sovente accompagnato da un pesce pilota che gli indigeni chiamano mama niuhi. La pelle è levigata e di colore blu scuro nei piccoli e l'animale pare esser stato osservato a lungo e a più riprese da diversi testimoni, isolani e non. Nel libro si citano, al riguardo, le testimonianze, proposte come autorevoli, del professor J. Macmillan Brown e di una certa "signorina S. Lovell", maestra di scuola nel Queensland australiano[2]. Gli indigeni chiamano il niuhi anche con l'epiteto di moha-moha. Secondo le conclusioni dell'autore del libro, esso potrebbe essere o una tartaruga marina d'origine sconosciuta oppure un mammifero marino dalla conformazione alquanto insolita[3].

NoteModifica

  1. ^ Willy Ley, Dall'unicorno al mostro di Loch Ness, Valentino Bompiani, Milano, 1951, pagg. 222-227
  2. ^ Ley situa l'avvistamento della signorina Lovell al giugno 1890 (ibidem, pag. 224)
  3. ^ Ibid., pag. 227

BibliografiaModifica

  • Willy Ley. Dall'unicorno al mostro di Loch Ness, Valentino Bompiani, Milano, 1951.
  Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia