Apri il menu principale
L'obiettivo Noctilux montato su un modello Leica M8.

Il nome Noctilux indica un obiettivo fotografico con lunghezza focale di 50mm e con una luminosità che, inizialmente, era pari a f/1.2. Il dispositivo fu progettato e costruito da Leica nel 1966 e fu il primo obiettivo al mondo il cui gruppo ottico fosse dotato di due lenti asferiche, molate a mano.

Fu costruito in circa 2000 esemplari e ha equipaggiato, fra gli altri, il modello M6 0.85 (1998).

Indice

EvoluzioneModifica

Nel 1976 lo schema ottico venne semplificato, eliminando le lenti asferiche: in questo modo l'obiettivo poté raggiungere la ragguardevole luminosità di f/1.0. Nel 2008 è stata presentata la nuova versione, denominata Noctilux-M 50mm f/0.95 ASPH, basata nuovamente sull'uso di lenti asferiche, che raggiunge una luminosità record, con un rapporto focale di f/0.95.

UtilizzoModifica

L'alto rapporto focale ne rende naturale l'uso con luce ambiente. La scarsissima profondità di campo alle alte aperture del diaframma, può essere usata nella ritrattistica o nella foto da studio per ottenere particolari effetti espressivi.

Schema otticoModifica

Nel modello attuale, il Noctilux-M 50 mm f/0.95 ASPH, lo schema ottico combina un numero di 8 lenti, di cui 2 asferiche, suddivise in 5 gruppi. Una lente asferica costituisce il 1º gruppo ottico, contando dall'esterno; la seconda lente asferica è combinata con un'altra a formare il gruppo più flottante, quello più vicino al piano della pellicola o del sensore ottico.

Il movimento dell'elemento flottante, necessario a garantire le prestazioni nella messa a fuoco più vicina, è dotato di un meccanismo indipendente dal resto dell'ottica.

La distanza focale è pari a 52.3 mm mentre la pupilla di ingresso della luce è posta a 50.6 mm, misurati dal piano tangente alla lente più esterna in direzione della luce entrante.

La capacità di messa a fuoco varia da 1 metro all'infinito.

Voci correlateModifica