Apri il menu principale

Non son degno di te

film del 1965 diretto da Ettore Maria Fizzarotti
Non son degno di te
Gianni Morandi e Laura Efrikian nel finale del film Non son degno di te.jpg
Gianni Morandi e Laura Efrikian nella scena finale del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1965
Durata155 min
Dati tecniciB/N
Generemusicale
RegiaEttore Maria Fizzarotti
SoggettoBruno Corbucci, Giovanni Grimaldi
SceneggiaturaBruno Corbucci, Giovanni Grimaldi
ProduttoreGilberto Carbone
Produttore esecutivoAlfredo Melidoni e Romano Di Casimiro
Casa di produzioneUltra Film
Distribuzione in italianoTitanus
FotografiaStelvio Massi
MontaggioRoberto Perpignani
MusicheEnnio Morricone
ScenografiaCarlo Leva
CostumiRosalba Menichelli
TruccoTelemaco Tilli
Interpreti e personaggi

Non son degno di te è un film del 1965 diretto da Ettore Maria Fizzarotti che si ispira all'omonima canzone di Gianni Morandi, il quale è anche interprete del personaggio protagonista.

Realizzato fra In ginocchio da te e Se non avessi più te costituisce l'elemento centrale di una trilogia che prosegue la stessa narrazione. Il film presenta un curioso flashback sul precedente film.

TramaModifica

Gianni Traimonti sta continuando il suo servizio militare a Napoli, proseguendo la sua storia d'amore con Carla; i due giovani organizzano la festa per il fidanzamento, a cui partecipano tutti i loro amici, e durante la festa Giorgio, commilitone di Gianni, conosce la ragazza e si innamora.

Tramite le sue amicizie, riesce a far promuovere il maresciallo Todisco (il papà di Carla); nel frattempo Gianni viene chiamato a Roma dall'RCA Italiana per incidere un disco, e si reca in città con la fidanzata, che però la sera ritorna in treno a Napoli.

Alla stazione però la ragazza trova ad aspettarla Giorgio, che la accompagna in macchina a casa, e che da quel momento ogni giorno le fa arrivare a casa un'orchidea.

Un giorno Giorgio si dichiara, ma Carla gli dice che è innamorata di Gianni: il ragazzo allora le dà un bacio, proprio mentre Gianni (che, insospettito, ha seguito la ragazza) li vede, equivocando, per cui decide di troncare con lei.

Carla scrive a Gianni, ma Giorgio nasconde le lettere al momento dell'arrivo in caserma: solo dopo aver parlato con Todisco, decide di farle arrivare a Gianni che, lette le spiegazioni della ragazza, comincia a pensare di aver sbagliato.

Si reca da Carla, e le canta Non son degno di te, mentre lei ascolta da dietro la finestra e scende poi, al termine del brano, per strada: i due giovani si baciano e il loro amore rinasce.

CanzoniModifica

Queste le canzoni presenti nel film in ordine di esecuzione, tutte eseguite da Morandi:

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema