Nora del Liechtenstein

Norberta del Liechtenstein
Carlos Menem and Nora of Liechtenstein.jpg
Nora del Liechtenstein con il presidente argentino Carlos Saúl Menem, il 12 maggio 1997
Principessa del Liechtenstein
Stemma
In carica 31 ottobre 1950
Nome completo Norberta Elisabeth Maria Assunta Josefine Georgine et ommes sancti
Trattamento Sua Altezza Serenissima
Altri titoli Marchesa di Mariño
(1988 - 2002)

Contessa di Rietberg
(1993 - attuale)

Marchesa Vedova di Mariño
(2002 - attuale)

Nascita Zurigo, 31 ottobre 1950 (71 anni)
Dinastia Von Liechtenstein
Padre Francesco Giuseppe II del Liechtenstein
Madre Giorgina di Wilczek
Consorte Vicente Sartorius y Cabeza de Vaca, 4° Marchese di Mariño
Figli Maria Teresa Sartorius y de Liechtenstein
Religione Cattolicesimo

Norberta del Liechtenstein, nome completo in tedesco Norberta Elisabeth Maria Assunta Josefine Georgine et omnes sancti, soprannominata "Nora" (Zurigo, 31 ottobre 1950), è una filantropa liechtensteinese, quarta figlia di Francesco Giuseppe II del Liechtenstein e di Giorgina di Wilczek.

Poiché la successione al trono del Liechtenstein stabilisce, secondo la legge salica, che il trono spetti solo al figlio maschio con esclusione delle femmine, la principessa Nora non fa parte della linea di successione. Attiva con azioni filantropiche nel settore dello sport e dell'ambiente, è membro del Comitato Olimpico Internazionale dal 1984.

BiografiaModifica

Infanzia e interessiModifica

La principessa Norberta del Liechtenstein è nata il 31 ottobre 1950 a Zurigo, in Svizzera, quartogenita ed unica figlia femmina del principe Francesco Giuseppe II del Liechtenstein e della principessa Giorgina. I suoi nonni paterni furono il principe Luigi del Liechtenstein (1869-1955) e l'arciduchessa Elisabetta Amalia d'Asburgo-Lorena (1878-1960), quelli materni furono la contessa Norbertina Kinsky (1888-1923) e il conte Ferdinand von Wilczek (1893-1977).

I suoi fratelli maggiori sono l'attuale principe del Liechtenstein Giovanni Adamo II (1945), Filippo Erasmo (1946), Nikolaus (1947) e il suo fratello minore fu Francesco Giuseppe Venceslao (1962-1991), deceduto a 28 anni. Sin da bambina la principessa Nora ha avuto una grande inclinazione verso l'attività sportiva, praticando principalmente il nuoto. Altre attività sportive da lei praticate sono state l'immersione, lo sci alpino e l'equitazione. Dal 1973 al 1989 è stata Presidentessa del Girl Scout Corps del Liechtenstein e con il fratello Nikolaus è membro onorario dell'associazione Corpo Scout Principesco del Liechtenstein (in tedesco abbreviato PPL). [1]

Istruzione e carriera Modifica

Per quanto riguarda la sua istruzione, completati gli studi secondari, la principessa Nora ha studiato all'Istituto Universitario di Studi Internazionali presso l'Università di Ginevra. La stessa università venne frequentata da altre personalità famose, tra questi il Granduca Enrico di Lussemburgo, cognato di suo fratello Nikolaus. Moglie di suo fratello infatti, è la sorella minore del Granduca, Margaretha di Lussemburgo.

Conclusi gli studi, la principessa ha lavorato a Washington D.C. presso la Banca Mondiale e successivamente all'Istituto Internazionale per l'Ambiente e lo Sviluppo di Londra, un istituto indipendente senza fini di lucro impegnato nella ricerca e nella sostenibilità ambientale.

Attività sportive e filantropicheModifica

Norberta del Liechtenstein è impegnata in attività filantropiche sin da giovanissima, che hanno a che fare per lo più con il mondo dello sport e dell'ecologia. Nel 1984 è entrata a far parte del Comitato Olimpico Internazionale e per dieci anni, dal 1982 al 1992, è stata Presidentessa del Comitato Olimpico Nazionale del Liechtenstein (in tedesco Nationalen Olympischen Komitees, abbreviato "NOK"). In età adulta le sue principali attività nel mondo dello sport sono state la promozione di attività sportive per le persone disabili. Nora del Liechtenstein è stata inoltre partecipe a molti progetti di aiuto e sostegno organizzati dalla Chiesa cattolica ed è co-fondatrice della Special Olympics Liechtenstein, di cui è presidentessa dal 2002.

Per i suoi numerosi servizi sportivi nel Principato del Liechtenstein, ha ricevuto nel 2006 assieme ad Andreas Wenzel il Goldenes Lorbeerblatt, il più alto riconoscimento sportivo del principato.

Nel 2016, grazie ai suoi progetti aziendali a sostegno dell'ambiente, è stata nominata finalista agli European Business Awards for the Environment, un premio assegnato dall'Unione europea alle aziende che sono attive nel rispetto per l'ambiente.[2]

Vita privataModifica

L'11 giugno 1988, la principessa Nora ha sposato, nella Cattedrale di San Florino a Vaduz, il nobile e bobbista olimpico spagnolo Vicente Sartorius y Cabeza de Vaca, 4° Marchese di Mariño (1931-2002), che si classificò quarto nel bob olimpico a due maschile e nono nel bob olimpico a quattro maschile ai Giochi olimpici invernali a Cortina d'Ampezzo, nel 1956. Per il marito era il secondo matrimonio, dal primo ebbe tre figli, e Nora del Liechtenstein con lui ha avuto una figlia: Maria Teresa Sartorius y de Liechtenstein, nata il 21 novembre 1992.

Dal momento del suo matrimonio la principessa ha assunto il titolo di Marchesa di Mariño e, al momento della morte del consorte, il titolo di Marchesa Vedova di Mariño. Ha assunto il titolo di Contessa di Rietberg, appartenente alla sua famiglia, solamente nel 1993, secondo la legge della Costituzione della Casa regnante del Liechtenstein, emanata il 26 ottobre di quell'anno.[3]

Il 21 giugno 2003 Nora del Liechtenstein è diventata la madrina di battesimo della principessa belga Laetitia Maria Nora Anna Joachim Zita, ultima figlia della principessa Astrid e dell'arciduca  Lorenzo d'Austria-Este.

Attualmente la principessa vive in Spagna, nella sua fattoria a Peraleda de la Mata, nella provincia di Cáceres, acquistata con il marito nell'anno del loro matrimonio. Il nome della sua tenuta di campagna è "Vivencia Dehesa", nome della linea di cosmesi biologica da lei sviluppata, nata a seguito di un progetto di rigenerazione aziendale.[4]

CuriositàModifica

Una delle figliastre di Nora, Isabel Sartorius y Zorraquín, ebbe una relazione dall'agosto del 1989 a quello del 1991 con Felipe VI di Spagna, all'epoca Principe delle Asturie. La figliastra Isabel ha avuto una relazione anche con un discendente di Giacomo II d'Inghilterra: Javier de Soto y Fitz James-Stuart. Con lui ha avuto una figlia, Mencía de Soto y Sartorius, nata il 25 luglio 1997 a Madrid.[5]

Anche la nipote della principessa, Tatiana Nora, figlia del fratello Giovanni Adamo II, ebbe una relazione con Felipe VI, quando era in Spagna per studio ospitata dalla zia. Per un periodo infatti si pensò che sarebbe diventata lei la Principessa consorte delle Asturie e quindi, in futuro, regina consorte di Spagna.[6]

Titoli e trattamentiModifica

  • 31 ottobre 1950 – 11 giugno 1988: Sua Altezza Serenissima la Principessa Norberta del Liechtenstein
  • 11 giugno 1988 – 26 ottobre 1993: Sua Altezza Serenissima la Principessa Norberta del Liechtenstein, Marchesa di Mariño
  • 26 ottobre 1993 – 22 luglio 2002: Sua Altezza Serenissima la Principessa Norberta del Liechtenstein, Contessa di Rietberg, Marchesa di Mariño
  • 22 luglio 2002 – attuale: Sua Altezza Serenissima la Principessa Norberta del Liechtenstein, Contessa di Rietberg, Marchesa Vedova di Mariño

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Alfredo del Liechtenstein Francesco di Paola del Liechtenstein  
 
Julia Eudoxia Potocka-Piława  
Aloisio del Liechtenstein  
Enrichetta del Liechtenstein Luigi II del Liechtenstein  
 
Franziska Kinsky von Wchinitz und Tettau  
Francesco Giuseppe II del Liechtenstein  
Carlo Ludovico d'Asburgo-Lorena Francesco Carlo d'Asburgo-Lorena  
 
Sofia di Baviera  
Elisabetta Amalia d'Asburgo-Lorena  
Maria Teresa del Portogallo Michele I del Portogallo  
 
Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg  
Norberta del Liechtenstein  
Johann Nepomuk von Wilczek Hans von Wilczek  
 
Emma Emo-Capodilista  
Ferdinand Maria Joseph von Wilczek  
Elizabeth Wilhelmine Maria Cyrilla Methodia Kinsky von Wchinitz und Tettau Ferdinand Bonaventura Kinsky von Wchinitz und Tettau  
 
Maria Giuseppa del Liechtenstein  
Georgina von Wilczek  
Oktavian Zdenko Kinsky Johann Baptist Franz Kinsky  
 
Iphygenia Therese Dadényi de Gyülvész  
Norbertine Kinsky von Wchinitz und Tettau  
Georgine Ernestine Festetics von Tolna György Festetics von Tolna  
 
Eugénia Festetics von Tolna  
 

OnorificenzeModifica

Onorificenze del LiechtensteinModifica

  Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Francesco Giuseppe II
— 16 agosto 1976

NoteModifica

  1. ^ Pfadfinder und Pfadfinderinnen Liechtenstein
  2. ^ About the European Business Awards for the Environment (EBAE), su ec.europa.eu, European Commission. URL consultato il 22 novembre 2015.
  3. ^ Legge della Camera della Casa regnante del Liechtenstein del 26 ottobre 1993 in Gazzetta del Diritto Nazionale del Liechtenstein, n. 100. Edizione del 6 dicembre 1993.
  4. ^ Entrevista a la princesa Nora de Liechtenstein
  5. ^ (ES) Isabel Sartorius, su ¡Hola!, Eduardo Sánchez Junco. URL consultato l'8 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale il 7 dicembre 2020).
  6. ^ Hemeroteca El País

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica