Novafeltria

comune italiano
Novafeltria
comune
Novafeltria – Stemma Novafeltria – Bandiera
Novafeltria – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Rimini-Stemma.svg Rimini
Amministrazione
SindacoStefano Zanchini[1] (Centrodestra) dal 05/06/2016
Territorio
Coordinate43°53′43.33″N 12°17′25.51″E / 43.895369°N 12.290419°E43.895369; 12.290419 (Novafeltria)Coordinate: 43°53′43.33″N 12°17′25.51″E / 43.895369°N 12.290419°E43.895369; 12.290419 (Novafeltria)
Altitudine275 m s.l.m.
Superficie41,84 km²
Abitanti7 113[2] (30-11-2019)
Densità170 ab./km²
FrazioniPerticara, Miniera di Perticara, Ponte Molino Baffoni, Sartiano, Secchiano Marecchia, Torricella, Uffogliano,
Comuni confinantiMercato Saraceno (FC), Sogliano al Rubicone (FC), Maiolo, Pennabilli, Poggio Torriana, San Leo, Sant'Agata Feltria, Talamello
Altre informazioni
Cod. postale47863
Prefisso0541
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT099023
Cod. catastaleF137
TargaRN
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantinovafeltriesi
PatronoSan Pietro e san Paolo
Giorno festivo29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Novafeltria
Novafeltria
Novafeltria – Mappa
Posizione del comune di Novafeltria all'interno della provincia di Rimini
Sito istituzionale

Novafeltria (già Mercatino Marecchia, Marcatein in romagnolo) è un comune italiano di 7 113 abitanti[2] della provincia di Rimini, in Emilia-Romagna. È sede dell'Unione dei comuni della Valle del Marecchia.

Geografia fisicaModifica

Novafeltria si trova sulla SS 258 Marecchiese[3] al centro della alta Valmarecchia, il bacino del fiume Marecchia che sfocia nel mare Adriatico a Rimini, deve la sua importanza alla sua posizione strategica al centro della valle fra le regioni Marche, Toscana ed Emilia-Romagna. Il territorio comunale include anche un'exclave, identificabile nelle frazioni di Secchiano e Uffogliano, compresa tra i comuni di Talamello, San Leo, Poggio Torriana e Sogliano al Rubicone.

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Variazioni territoriali e amministrative delle Marche § 2009.

Il comune di Novafeltria, denominato sino al 1941 Mercatino Marecchia, venne costituito nel 1907, dall'unione di frazioni staccate dal comune di Talamello.

All'anno 950 d.C. si fa risalire il primo nucleo, con la chiesa di San Pietro in culto e l'oratorio di Santa Marina. Scelto come dimora dai Conti Segni di Bologna, che nella prima metà del Seicento vi edificarono una sontuosa villa, oggi palazzo municipale, Novafeltria divenne centro agricolo e commerciale, teatro di grandi fiere in particolare nel mese di agosto.

Oggi la cittadina è centro di convergenza di tutte le attività economiche della Valmarecchia. Nella frazione di Perticara, antico centro minerario, ha sede "sulphur" interessante Museo storico minerario, uno dei più importanti e riforniti d'Europa, che documenta l'imponente attività protratta nei secoli per l'estrazione dello zolfo e raccoglie testimonianze archeologiche che vanno dall'età del bronzo alle civiltà Umbra, Etrusca e Romana.

Sul monte che la sovrasta, Monte Pincio (900 m s.l.m.), si trovano un centenario castagneto ed una vasta pineta, che ospita il parco "Avventura". Il territorio comunale è dotato di ottime strutture per il tempo libero, tra le quali il teatro recentemente restaurato, la biblioteca in fase di ristrutturazione e potenziamento, discoteca, piscina coperta, palestra, campi da tennis, campi sportivi, pista motocross, pista ciclabile lungo il fiume Marecchia, camping.

Dal 1922 al 1960 Novafeltria è stata collegata tramite la Ferrovia Rimini-Novafeltria al litorale adriatico. Dopo la dismissione della ferrovia è stato realizzato un servizio bus sostitutivo.

Nell'Italia unita il comune di Novafeltria è appartenuto alle Marche (provincia di Pesaro e Urbino) fino al 15 agosto 2009, quando ne è stato distaccato congiuntamente ad altri sei comuni dell'Alta Valmarecchia in attuazione dell'esito di un referendum svolto il 17 e 18 dicembre 2006. Contro la variazione territoriale le Marche hanno proposto ricorso alla Corte costituzionale, ma questa lo ha ritenuto infondato.[4]

ClimaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Stazione meteorologica di Novafeltria.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[5]

Lingue e dialettiModifica

Accanto alla lingua italiana, è parlata la locale variante della lingua romagnola. Notevole caratteristica del mercatinese, condivisa con altri dialetti dell'Alta Valmarecchia, è l'aver accolto solo in parte la sonorizzazione settentrionale: si hanno quindi amiga, bug, fradël, röṡa "amica, buco, fratello, rosa" accanto a chëpra, crócia, fuc, tajèt, vétri "capra, croce, fuoco, tagliato, vetro".[6]

AmministrazioneModifica

 
Il Municipio

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
22 luglio 1988 17 settembre 1990 Franca Bartoletti Partito Comunista Italiano Sindaco [7]
17 settembre 1990 7 giugno 1993 Walter Bevitori Partito Socialista Italiano Sindaco [7]
7 giugno 1993 28 aprile 1997 Gabriella Perinetti Democrazia Cristiana Sindaco [7]
28 aprile 1997 14 maggio 2001 Gabriele Berardi centro-sinistra Sindaco [7]
29 maggio 2001 30 maggio 2006 Gabriele Berardi centro-sinistra Sindaco [7]
30 maggio 2006 16 maggio 2011 Vincenzo Sebastiani L'Unione Sindaco [7]
16 maggio 2011 5 giugno 2016 Lorenzo Marani lista civica di centro-sinistra: Insieme per Novafeltria Sindaco [7]
5 giugno 2016 in carica Stefano Zanchini lista civica di centro-destra: Percorso Comune Sindaco [7]

SportModifica

CalcioModifica

La squadra di calcio del Vis Novafeltria, nata nel 2011, gioca in Promozione ed i colori sociali sono il blu e il giallo; la precedente società sportiva invece, era nata dalle ceneri dell'AC Perticara, al momento della chiusura della miniera di zolfo.

NoteModifica

  1. ^ Elezioni Novafeltria, il nuovo sindaco è Stefano Zanchini
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2019.
  3. ^ Copia archiviata, su comune.novafeltria.pu.it. URL consultato il 23 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 27 dicembre 2008).
  4. ^ La Valmarecchia rimane in Romagna
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Domenico Bartoli, Piccolo dizionario del dialetto di Mercatino Marecchia, 2017.
  7. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN248711527 · WorldCat Identities (ENviaf-248711527