Apri il menu principale

Novelle (Sellero)

frazione del comune italiano di Sellero
Novelle
frazione
Novelle – Veduta
Novelle vista da Grevo
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Brescia-Stemma.png Brescia
ComuneSellero-Stemma.png Sellero
Territorio
Coordinate46°05′N 10°21′E / 46.083333°N 10.35°E46.083333; 10.35 (Novelle)Coordinate: 46°05′N 10°21′E / 46.083333°N 10.35°E46.083333; 10.35 (Novelle)
Altitudine477 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale25050
Prefisso0364
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantinovellesi
Patronosan Giacomo
Giorno festivo25 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Novelle
Novelle

Novelle (Noèle in dialetto camuno[1]) è la frazione del comune di Sellero, in Valle Camonica (Provincia di Brescia).

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

L'abitato di Novelle è posto a nord di Sellero, sul versante opposto della vallata rispetto a Grevo. La strada che lo collega al fondovalle si raccorda con la strada statale 42 del Tonale e della Mendola all'altezza della stazione di Cedegolo.

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Storia della Valle Camonica.

Nel 1760 un incendio distrusse metà del paese.[1]

RicorrenzeModifica

  • 25 luglio: festa di San Giacomo, patrono.
  • 4 dicembre: festa di Santa Barbara, patrona dei minatori e degli artificieri, commemorazione dei caduti sul lavoro.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

 
Novelle da Grevo
 
Panoramica dell'abitato di Novelle visto da Cevo

Sono apprezzabili per interesse artistico:

  • Chiesa parrocchiale di San Giacomo (XVII secolo): è la parrocchiale di Novelle. Contiene un altare in pietra di Sarnico e alcuni affreschi che rappresentano diversi santi.[2]
  • Chiesa del Patrocinio della Beata Vergine Maria (Casa Nòa) piccola chiesa più antica anche della parrocchiale. Al suo interno viene conservata una statua raffigurante Santa Barbara patrona degli artificieri e dei minatori.[3]

Architetture civiliModifica

  • Il monumento agli invalidi civili.

Parchi archeologiciModifica

Per interesse archeologico si possono visitare invece:

SocietàModifica

Tradizioni e folcloreModifica

Gli scütüm sono nei dialetti camuni dei soprannomi o nomignoli, a volte personali, altre indicanti tratti caratteristici di una comunità. Quello che contraddistingue gli abitanti di Novelle è Gàcc (gatti).[1]

CitazioniModifica

«E caminando inanzi per bella pianura, consparsa di campi, e prati, s'arriva alle Novelle, di cui non so dar altra novella, se non ch'è ricetto di benestanti, e che si può far passar per notabile la sua chiesa parochiale di san Giacomo apostolo.»

(Gregorio Brunelli, «Curiosi trattenimenti contenenti ragguagli sacri e profani dei popoli camuni», 1698[4])

NoteModifica

  1. ^ a b c Lino Ertani, Dizionario del dialetto camuno e di toponomastica, Artogne, Tipografia M. Quetti, 1980, p. 162.
  2. ^ Scheda sulla parrocchiale di Novelle del sito istituzionale, su comune.sellero.bs.it. URL consultato il 27-12-2007 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2008).
  3. ^ Scheda sulla chiesa del patrocinio della B.V.M. di Novelle del sito istituzionale, su comune.sellero.bs.it. URL consultato il 26-01-2008 (archiviato dall'url originale il 9 ottobre 2007).
  4. ^ Marcello Ricardi, Giacomo Pedersoli, Grande guida storica di Valcamonica Sebino Val di Scalve, Cividate Camuno, Toroselle, 1992, p. 455.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Val Camonica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Val Camonica