Apri il menu principale

Nunziatura apostolica in Italia

1leftarrow blue.svgVoce principale: Chiesa cattolica in Italia.

Nunziatura apostolica in Italia
Emblem of the Holy See usual.svg
StatoItalia Italia
OrganizzazioneCittà del Vaticano Città del Vaticano
Istituito24 giugno 1929
Nunzio apostolicoEmil Paul Tscherrig
SedeRoma
Sito web

La nunziatura apostolica in Italia è la nunziatura apostolica nata dopo che la Santa Sede e lo Stato italiano hanno allacciato relazioni diplomatiche il 24 giugno 1929 in seguito alla firma dei Patti Lateranensi, che pose fine alla Questione romana e portò al reciproco riconoscimento dei due stati.[1]

La nunziatura ha sede presso Villa Giorgina a Roma.

Tradizionalmente il nunzio apostolico in Italia è anche nunzio nella Repubblica di San Marino.

Contrariamente alle funzioni che il nunzio apostolico esercita in tutti gli Stati, il nunzio apostolico in Italia non ebbe un ruolo di vaglio delle candidature episcopali, che fino al 1986 era esercitato direttamente dalla Santa Sede. Infatti, dopo i Patti Lateranensi le candidatura episcopali italiane erano vagliate dalla Congregazione Concistoriale in stretta collaborazione con la Congregazione per gli Affari Ecclesiastici Straordinari. La situazione è mutata appunto il 22 maggio 1986, quando papa Giovanni Paolo II sancì la fine dell'eccezione italiana per le nomine episcopali.[2]

L'attuale nunzio apostolico è Emil Paul Tscherrig, arcivescovo titolare di Voli, nominato da papa Francesco il 12 settembre 2017.

Nunzi apostolici in ItaliaModifica

NoteModifica

  1. ^ Alberto Guasco, Nunziatura e la Chiesa in Italia, in Dizionario Storico Tematico La Chiesa in Italia, vol. II.
  2. ^ Bernardin Gantin, Nuovi compiti del nunzio apostolico in Italia, 8 giugno 1986

Collegamenti esterniModifica