Apri il menu principale
Particolare dello stemma del Vaticano presente all'ingresso della nunziatura apostolica a Madrid.

La nunziatura apostolica in Spagna è una rappresentanza diplomatica permanente della Santa Sede in Spagna fondata nel 1528. La sede è a Madrid. La nunziatura è retta da un diplomatico, detto "nunzio apostolico in Spagna" che ha il rango di ambasciatore.

L'attuale nunzio apostolico in Spagna è Renzo Fratini, arcivescovo titolare di Botriana, nominato da papa Benedetto XVI il 20 agosto 2009.

Indice

StoriaModifica

La nunziatura apostolica in Spagna, come nunziatura permanente, nacque nel 1528.

Nel corso soprattutto del Seicento e per la prima parte del Settecento, gran parte dei nunzi apostolici in Spagna vennero prescelti tra il clero degli stati sottoposti al dominio degli spagnoli, ovvero regno di Napoli e Ducato di Milano (nunziature che furono spesso unite), come nel caso di Cesare Monti e Giuseppe Archinto che divennero poi arcivescovi di Milano e cardinali.

I nunzi apostolici in Spagna, soprattutto nel XVII secolo, ebbero sempre ruoli di predominanza politica e addirittura due tra questi vennero eletti al soglio pontificio: Innocenzo X e Clemente IX.

Dal 1996 il nunzio apostolico è anche nunzio in Andorra.

Cronotassi dei nunzi apostoliciModifica

XVI secoloModifica

XVII secoloModifica

XVIII secoloModifica

XIX secoloModifica

XX secoloModifica

XXI secoloModifica

NoteModifica

  1. ^ Inviato in Spagna come nunzio apostolico straordinario, vi rimase in seguito come nunzio ordinario.
  2. ^ Espulso dalla Spagna, rimase ad Avignone per tre anni.
  3. ^ A causa dello scoppio della guerra civile, non entrò in carica.

FontiModifica

Voci correlateModifica