Apri il menu principale
Nureddin Pasha

Nureddin Pasha, detto anche Sakallı Nurettin (Bursa, 1873Kadıköy, 18 febbraio 1932), è stato un militare turco, prese parte alla prima guerra greco-turca (1897) e alla prima guerra mondiale, fu comandante dell’esercito ottomano durante la seconda guerra greco-turca (1919-1922).

Indice

BiografiaModifica

Nato da una famiglia di ufficiali dell'esercito ottomano, nel 1890 entra nell'Accademia militare di Pangaltı. Ne esce tre anni dopo con il grado di secondo luogotenente di fanteria e viene inviato al quartier generale della Prima Armata di Fanteria

Partecipa alla guerra contro la Grecia del 1897 come aiutante di campo del comandante Edhem Pascià. L'anno seguente viene nominato aiutante di campo del Sultano Abdul Hamid II. Nel 1901 viene promosso maggiore e negli anni successivi combatte contro i guerriglieri macedoni

Nel dicembre 1907 viene promosso colonnello e viene assegnato alla prestigiosa Terza Armata di stanza a Salonicco.

A seguito della rivoluzione dei Giovani Turchi del 1908 Nureddin Bey aderisce al Comitato per l'Unione e il Progresso e per questo verrà degradato a maggiore.

Nel settembre 1909 viene nominato governatore di Küçükçekmece e due anni dopo viene inviato a sedare delle rivolte in Yemen

La Prima Guerra MondialeModifica

Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale viene nominato governatore delle province di Bassora e Baghdad. In Iraq infligge importanti sconfitte all'esercito britannico nella battaglia di Ctesifonte e nel successivo assedio di Kut anche grazie all'aiuto del feldmaresciallo Colmar Freiherr von der Goltz.

Il 20 gennaio 1916 il Ministro della Guerra ottomano Enver Pasha lo nomina comandante della Terza Armata.

L'armistizioModifica

Dopo l'armistizio di Mudros del novembre 1918 viene nominato comandante del XVII reggimento di stanza a Smirne ma è costretto a ritirarsi dalla città dopo l'invasione greca. Nel settembre 1922 riesce a riconquistare la città guadagnandosi la stima di Kemal Ataturk. Nel marzo 1924 viene nominato nel Consiglio militare supremo e qualche mese dopo viene eletto in parlamento dove critica alcune riforme adottate da Ataturk per modernizzare la Turchia.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN53475993 · ISNI (EN0000 0000 7871 1858 · LCCN (ENn98951871 · GND (DE128614218