Oṃ tāre tuttāre ture svāhā

Om tare tuttare ture swaha è il mantra del bodhisattva Tārā, il cui nome in lingua italiana significa «Stella». È molto recitato nel Buddhismo Mahāyāna. In italiano si traduce con "Om, Liberatrice, che elimini ogni paura, e che concedi ogni successo, possano le tue benedizioni radicarsi nel nostro cuore"

DescrizioneModifica

Il mantra di Tārā, che ha sette occhi così da poter vedere chi ha bisogno del suo aiuto dovunque e in ogni momento, ragion per cui è spesso chiamata Salvatrice o Liberatrice, ha la proprietà di sviluppare una grossa forza energetica, necessaria per sviluppare un karma positivo e per beneficiare tutti gli esseri senzienti.

  • Oṃ rappresenta la Natura di Buddha;
  • Tare implica la rinuncia a Duḥkha;
  • Tuttare indica la liberazione dai pericoli esterni e da quelli interni;
  • Ture simboleggia la cessazione della confusione, e il bisogno di disfarsi della dualità;
  • Swaha significa «così sia», e indica la dedica della nostra energia al beneficio di tutti gli esseri senzienti. Si traduce anche in: «Possa il significato del mantra mettere radici nella mia mente»;

Nel Buddhismo tibetano, il mantra di Tārā, che rappresenta lunga vita e salute, non solo elimina le malattie e le situazioni avverse, oltre che lo stesso karma negativo ereditato da passato, ma assicura anche una benedizione di lunga durata, e sviluppa la saggezza di venire meno alla legge della reincarnazione. Chi lo recita dovrebbe visualizzare Tārā con la mano destra che concede realizzazione ed esaudisce i desideri dei devoti, mentre con la sinistra regge un loto, simbolo della purezza.