Oceania (1984)

Stato nel romanzo "1984"

L'Oceania è una delle tre superpotenze mondiali inventate da George Orwell nel romanzo 1984.

Oceania
luogo fittizio
Mappa del mondo di 1984: l'Oceania è in nero
Nome originaleOceania
Creazione
IdeatoreGeorge Orwell
Apparizioni1984
Caratteristiche immaginarie
TipoSuperpotenza mondiale
GovernoDittatura monopartitica (Socing)
CapoGrande Fratello, Partito Interno
NascitaDurante le rivoluzioni negli anni '50 e '60
ContinenteAfrica, America, Antartide, Europa, Oceania propriamente detta
CapitaleNessuna; Londra è sede dei Ministeri della Pace, dell'Amore, della Verità e dell'Abbondanza nella provincia di Pista Uno (ex Gran Bretagna)
LingueInglese, Neolingua

Nata dopo la guerra atomica degli anni cinquanta, la sua forma di governo è una dittatura totalitaria guidata da un'entità nota come il Partito, al cui vertice si colloca la figura mitica del Grande Fratello. L'ideologia di riferimento del Partito è detta "Socialismo inglese", per brevità Socing ("Ingsoc" nella versione in lingua originale), sorta dalle ceneri delle forze politiche anglosassoni di ispirazione socialista e comunista.

Nel territorio dell'Oceania sono comprese le Americhe, le isole dell'Oceano Atlantico (fra cui le Isole britanniche), l'Africa meridionale, l'Australasia e presumibilmente l'Antartide.[1]

Nel romanzo essa è considerata la maggiore delle tre superpotenze ed è costantemente in guerra con l'Estasia o con l'Eurasia, ed alleata con la superpotenza con la quale non è in guerra.

Proprio per questo motivo l'esercito oceaniano dispone di un vastissimo arsenale, alla quale creazione e manutenzione è destinato gran parte dello sforzo industriale della nazione. Un'unità militare che viene citata nel romanzo è ad esempio la fortezza galleggiante, una struttura poderosa e di dimensioni gigantesche, la cui costruzione richiede un'enorme quantità di operai e risorse.

Note modifica

  1. ^ Da Teoria e prassi del collettivismo oligarchico: "Oceania comprises the Americas, the Atlantic islands including the British Isles, Australasia, and the southern portion of Africa". In altri passaggi del romanzo sono menzionate l'Islanda e le Fær Øer ("Instead, a clipped military voice was reading out, with a sort of brutal relish,a description of the armaments of the new Floating Fortress which had just been anchored between Iceland and the Faroe lslands") nonché le isole dell'Antartide ("In the vast laboratories of the Ministry of Peace, and in the experimental stations hidden in the Brazilian forests, or in the Australian desert, or on lost islands of the Antarctic, the teams of experts are indefatigably at work").

Altri progetti modifica

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura