Apri il menu principale

Le Ogives sono quattro pezzi per pianoforte composti da Erik Satie pubblicati a Parigi nel 1889 e furono le prime composizioni di Satie a non essere pubblicate dalla casa editrice di musica di suo padre.

Satie disse di essersi ispirato dalla forma delle finestre della Cattedrale di Notre Dame a Parigi quando compose le Ogives.

Le melodie calme e lente di questi pezzi si sviluppano in frasi accoppiate che rievocano il canto piano. Satie volle evocare il riverbero di un grande organo a canne nella profondità di una cattedrale e ottenne questa sonorità utilizzando armonie complete, raddoppio di ottave e dinamiche nettamente contrastanti.

Satie ha scritto questa musica senza utilizzare linee di battuta.

Interpretazioni moderneModifica

Un arrangiamento della Ogive n.2 (erroneamente intitolato "Ogive n.1") è stato utilizzato da William Orbit nell'album Pieces in a Modern Style del 1999 e successivamente usato nel film Human Traffic.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica