Apri il menu principale
Oitylo
frazione
Οίτυλο
Oitylo – Veduta
Localizzazione
StatoGrecia Grecia
PeriferiaPeloponneso
Unità perifericaLaconia
ComuneAnatoliki Mani
Territorio
Coordinate36°42′N 22°23′E / 36.7°N 22.383333°E36.7; 22.383333 (Oitylo)Coordinate: 36°42′N 22°23′E / 36.7°N 22.383333°E36.7; 22.383333 (Oitylo)
Altitudine251 m s.l.m.
Superficie218,582 km²
Abitanti5 203 (2001)
Densità23,8 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale230 66
Prefisso27330
Fuso orarioUTC+2
TargaAK
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Oitylo
Oitylo
Sito istituzionale

Oitylo (in greco Οίτυλο /'itilo/), chiamato in passato anche Vitylo, è un ex comune della Grecia nella periferia del Peloponneso di 5.203 abitanti secondo i dati del censimento 2001.[1]

È stato soppresso a seguito della riforma amministrativa detta Programma Callicrate in vigore dal gennaio 2011[2] ed è ora compreso nel comune di Anatoliki Mani. È una delle cittadine più antiche della Penisola Maina ed è stata menzionata da Omero nell'Iliade con il nome di Oetylοs (Οίτυλος) come parte del regno di Menelao.

StoriaModifica

PirateriaModifica

Nel suo romanzo L'arcipelago in fiamme, Jules Verne descrive gli abitanti della Vitylo ottocentesca come un insieme di persone semi-selvagge dedite a saccheggiare le navi di passaggio, attirate con tranelli nelle secche che circondano il porto. Durante il medioevo la città divenne una dei centri urbani più importanti della penisola.

LocalitàModifica

Il comune è diviso nelle seguenti comunità:

  • Alika
  • Ano Boularioi
  • Areopoli
  • Dryalos
  • Germa
  • Gerolimenas
  • Kareas
  • Kelefa
  • Koita
  • Kounos
  • Kryoneri
  • Mina
  • Neo Oitylo
  • Oitylo
  • Pyrgos Dirou
  • Tsikkalia
  • Vachos
  • Vatheia

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

NoteModifica

  1. ^ Censimento 2001 (XLS), su ypes.gr. URL consultato il 2 maggio 2011.
  2. ^ Programma Callicrate (PDF), su ypes.gr. URL consultato il 2 maggio 2011.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Grecia