Apri il menu principale

Omero di Bisanzio o Omero il giovane (Nome latino: Homerus; nome greco:Ὅμηρος), fu un poeta greco III secolo a.C., uno dei poeti della Pleiade [1] del Canone alessandrino.

Indice

BiografiaModifica

Non si sa molto della vita e delle opere di Omero il giovane. Secondo Suda era figlio del grammatico Andromaco e della poetessa Merò di Bisanzio; nato a Bisanzio sarebbe vissuto ad Alessandria d'Egitto all'epoca di Tolomeo Filadelfo (circa 280 a.C.)[2]. Il numero dei suoi drammi è stabilito in modo non univoco a 45, 47, e 57. I suoi poemi sono persi completamente, e non se ne sa niente tranne il titolo di uno di essi, Eurypyleia. Una statua a lui dedicata era posta di fronte ai bagni di Zeusippo a Bisanzio.

NoteModifica

  1. ^ Sono sette poeti alessandrini, sette come le stelle della costellazione delle Pleiadi, che nel III secolo a.C. lavorarono alla corte di Tolomeo II Filadelfo ad Alessandria d'Egitto.
  2. ^ August Immanuel Bekker (a cura di), Suidae Lexicon: ex recoginitione Immanuelis Bekkeri. Berolini : Typis et impensis G. Reimeri, 1854, vol. II p. 773 (on-line)

BibliografiaModifica

  • Franz Stoessl, «Homeros II». In: Der Kleine Pauly: Lexikon der Antike in fünf Bänden, Vol. 2, München: Deutscher Taschenbuch Verlag, 1967, p. 1208, ISBN 3-423-05963-X

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN42230389 · GND (DE102395853 · CERL cnp00284857 · WorldCat Identities (EN42230389