Onde lunghe

Il termine onde lunghe si riferisce ad una banda dello spettro elettromagnetico delimitata tra 148,5 e 283,5 kHz ed usata per irradiare programmi radiofonici con la tecnica della modulazione di ampiezza. Sulle comuni radio in commercio la banda delle onde lunghe è spesso indicata con l'acronimo LW (dall'inglese Long Wave).

La gamma delle onde lunghe è usata principalmente in Europa, con poche eccezioni esistenti in Algeria, Marocco, Turkmenistan e Mongolia. Le frequenze portanti sono multipli esatti di 9 kHz, da 153 a 279 kHz, fatta eccezione per due stazioni in Germania che operavano sui 177 (Deutschlandradio Kultur, disattivata il 31 dicembre 2014) e 183 kHz (Europe 1, disattivata 31 dicembre 2019). Anche Mongoliin Radio 1 deroga lo step dei 9 kHz.

Emittenti ancora in esercizio:

- 153 kHz: Antena Satelor - Romania;

- 162 kHz: Segnale orario - Francia;

- 164 khz: Mongoliin Radio 1 - Mongolia;

- 171 kHz: Medi1 - Marocco;

- 189 kHz: Rás 1 - Islanda;

- 198 kHz: BBC Radio 4* - Gran Bretagna;

- 207 kHz: Rás 1 - Islanda;

- 209 khz: Mongoliin Radio 1 - Mongolia;

- 216 kHz: RMC Info - Francia (tx spento marzo 2020);

- 225 kHz: Polskie Radio Program I - Polonia;

- 227 kHz: Mongoliin Radio 1 - Mongolia;

- 234 kHz: RTL - Francia;

- 243 kHz: DR - Danimarca;

- 252 kHz: RTÉ Radio 1 - Irlanda;

- 252 kHz: Chaine 3 - Algeria;

- 270 kHz: Radio Zurnal - Cechia;

- 279 kHz: TR1 Watan Radio - Turkmenistan

*BBC disattiverà la frequenza in OL appena saranno esaurite le valvole del trasmettitore.


In ItaliaModifica

L'unica stazione radiotrasmittente in Italia operante sulle onde lunghe era il trasmettitore di Caltanissetta, utilizzata dalla Rai per diffondere Rai Radio 1 sulla frequenza di 189 kHz con una potenza di 10 kW finché non è stata disattivata nell'agosto 2004.

BibliografiaModifica

  • (EN) World Radio TV Handbook, vol. 70, Oxford, WRTH Publications Limited, 2015, ISBN 978-0-9555481-8-5.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4166718-9