Onorio di Canterbury

vescovo britannico
Onorio di Canterbury
arcivescovo della Chiesa cattolica
Template-Metropolitan Archbishop.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo metropolita di Canterbury (627-653)
 
NatoVI secolo a Roma
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato arcivescovo627 da papa Onorio I
Consacrato arcivescovo627 dal vescovo Paolino di York
Deceduto30 aprile 653 a Canterbury
 
Sant'Onorio di Canterbury

Vescovo

 
NascitaVI secolo a Roma
Morte30 aprile 653 a Canterbury
Venerato daChiesa cattolica
Santuario principaleAbbazia di Sant'Agostino
Ricorrenza30 settembre
AttributiBastone pastorale, mitria

Onorio di Canterbury (Roma, VI secoloCanterbury, 30 aprile 653) fu arcivescovo di Canterbury dal 627 al 653 ed è venerato come santo dalla Chiesa cattolica e da quella anglicana.

BiografiaModifica

Fu forse tra i monaci inviati (597) da papa Gregorio I Magno al seguito di Sant'Agostino di Canterbury per evangelizzare l'Inghilterra, ma è più probabile che abbia raggiunto l'isola più tardi (601). Fu consacrato arcivescovo nel 627 da San Paolino di York e presto anche il papa lo riconobbe come tale poiché, su richiesta dello stesso Onorio, nominò Paolino arcivescovo di York, dandogli così il potere di nominare altri arcivescovi.

Onorio continuò l'evangelizzazione della Britannia mandando San Felice di Burgundia a Dunvich e in seguito nell'Anglia Orientale, dove lo consacrò vescovo. Felice, essendo un Burgundo, fu il primo vescovo non latino della Gran Bretagna.

Morto nel 653, l'arcivescovo fu sepolto nella chiesa di Sant'Agostino a Canterbury e fu più tardi proclamato santo.

Genealogia episcopale e successione apostolicaModifica

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN74242743 · GND (DE102421315 · CERL cnp00286833